• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Lione-Juventus, Pjanic 'para' le critiche a Buffon

Lione-Juventus, Pjanic 'para' le critiche a Buffon

Il centrocampista bosniaco in conferenza stampa


Miralem Pjanic ©Getty Images

17/10/2016 17:53

LIONE JUVENTUS PJANIC CONFERENZA / LIONE (Francia) - Ritorno al passato per Miralem Pjanic che ritrova il Lione, squadra dove ha militato prima dell'approdo in Serie A. Il centrocampista della Juventus ha parlato in conferenza stampa insieme a Massimiliano Allegri

RITORNO A LIONE - "Voglio congratularmi per questo bello stadio. Qui ho trascorso begli anni, è stato un passaggio imporante per la mia carriera, ricordo bene i miei tre anni qui e mi fa piacere rivedere tutti". 

FEKIR-LACAZETTE - "Sono calciatori di grandi qualità, quello di domani non sarà un match facile. Non stanno attraversando momenti facili, ma so come vanno le cose e questi periodo non durano molto a lungo. Dobbiamo dare il meglio per andare avanti. Fekir e Lacazette possono mettere in difficoltà tutti, ma noi cercheremo di creare più pericoli". 

TIFOSI LIONI - "E' passato molto tempo, sono cresciuto in maniera costante e sono più maturo dal punto di vista calcistico. L'unica cosa che mi interessa è dare i tre punti alla mia squadra". 

ERRORI BUFFON - "E' il nostro capitano, non credo sia vivendo un cattivo periodo: resta il numero uno mondiale. Ci sono alti e bassi in una carriera, ma lui gioca e parla con noi come sempre: non abbiamo nulla da dirgli e domani scenderà in campo e dimostrerà di essere il numero uno al mondo". 

PUNIZIONE - "Vediamo chi le tirerà tra me e Dybala: non c'è nessun problema, l'importante è avere buoni tiratori in queste situazioni". 

CALCIO FRANCESE - "Si tratta di partite molto dure e selettive, il calcio francese ha vissuto un periodo di difficoltà se si esclude il Psg. Ci sono ragioni economiche alla base, ma per andare avanti ci vogliono i titoli: il Psg ha l'esperienza che gli dà un piccolo vantaggio ma credo che il Lione, anche grazie al nuovo stadio, saprà andare avanti". 

DOPPIO CONFRONTO DECISIVO - "E' importante perché sono la terza e la quarta partita perché possono decidere il passaggio del turno. Pensiamo a quella di domani, possiamo fare un risultato positivo: se prendiamo i tre punti facciamo un bel passo avanti per il passaggio del turno". 

CHAMPIONS - "Sto vivendo bene, il gruppo mi ha accolto bene. Vivo campionato e Champions nella stessa maniera. Ci sono più aspettative sulla Champions ma non mi metto troppe pressioni. Faccio parte della rosa e cerco di dare una mano per raggiungere i nostri obiettivi. Sono un nuovo calciatore e tutti diamo la mano per raggiungere i traguardi". 

B.D.S.




Commenta con Facebook