• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Fiorentina > Fiorentina, dai senatori ai dubbi di Sousa: cosa non va e cosa funziona

Fiorentina, dai senatori ai dubbi di Sousa: cosa non va e cosa funziona

I viola sono sull'orlo della crisi, serve un cambio di passo in breve tempo o la stagione rischia di essere mediocre


Paulo Sousa ©Getty Images

17/10/2016 11:00

SERIE A FIORENTINA ACCUSE SOUSA BADELJ KALINIC ILICIC BORJA / FIRENZE - La Fiorentina continua a navigare nella seconda metà della classifica poco sopra la quota salvezza. La partita in meno ovviamente non sorride da questo punto di vista, ma al di là della posizione in graduatoria i problemi della compagine viola sembrano tanti e preoccupano tutto l'ambiente toscano. Senza girarci intorno: la Fiorentina è pericolosamente involuta negli ultimi mesi, non stiamo parlando solo della stagione in corso, i segnali arrivano direttamente dal 2015/2016. 

Qui le prime colpe: perché non si è agito in maniera più incisiva in fase di mercato? La sessione viola è stata conservativa, volta al completamento della rosa e non al miglioramento. Strategia anche corretta, non fosse per il fatto che Milan, Inter e le altre rivali per l'Europa hanno agito in maniera diversa. Se i viola avevano un vantaggio, in estate lo hanno perso tutto. 

Il campo poi racconta anche altre cose: Badelj, Borja Valero, Kalinic, Ilicic sono tutti sotto i propri standard, o perlomeno sotto al rendimento al quale avevano abituato i tifosi e Paulo Sousa. Ecco poi la questione relativa al tecnico lusitano che non riesce ancora a trovare un'identità alla 'Viola' di questo campionato. Dal collocamento di Bernardeschi alle due punte, passando per delle motivazioni che sembrano al minimo per molti elementi in rosa. Di questo avvio di stagione si salva ben poco: l'organizzazione difensiva in casa (zero reti subite in campionato, una sola in Europa Legue), un Babacar incoraggiante, la speranza Salcedo ed il neo arrivato Sanchez, per il resto pare tutto da migliorare in fretta.

O.P.




Commenta con Facebook