• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter-Cagliari, Ausilio duro con Icardi e 'annuncia' la decisione

Inter-Cagliari, Ausilio duro con Icardi e 'annuncia' la decisione

Il direttore sportivo nerazzurro sul caso che vede coinvolto l'attaccante nerazzurro


Javier Zanetti e Piero Ausilio © Getty Images

16/10/2016 17:39

INTER CAGLIARI AUSILIO ICARDI / MILANO - E' il caso Icardi a tenere banco in casa Inter dopo la sconfitta contro il Cagliari. Piero Ausilio, direttore sporvio nerazzurro, ha parlato a 'Premium Sport' partendo proprio dalla rottura tra capitano e tifosi: "Il pensiero di Zanetti è quello della società. Abbiamo preferito, visto che oggi si giocava, di avere la testa sul Cagliari. Domani parleremo e vedremo che decisioni prendere. Il clima era particolarissimo, giocare non era facile. Nel primo tempo abbiamo giocato molto bene, poi abbiamo perso per errori fatti nel secondo tempo. Nel primo tempo ho visto l'atteggiamento giusto, i problemi erano altri: abbiamo fatto 30-40 cross, un rigore, se non fai gol poi nel secondo tempo la paghi". 

DELUSIONE ICARDI - "Delusi? Non mi piace parlare a caldo di questa cosa, valuteremo bene. Non è che compro il libro di Icardi: ci sono cose che non sono piaciute a noi e non sono piaciute giustamente ai tifosi. Domani parleremo con Icardi e prenderemo delle decisioni: siamo presenti e sul pezzo. Non so cosa accadrà in futuro, dobbiamo lavorare per appianare la situazione: Icardi non era tranquillo, non era il miglior Icardi. Questa situazione non l'ha aiutato neanche come calciatore".

SOCIETA' - "Il problema dei social è una cosa che riguarda la società in generale. Noi abbiamo un regolamento interno che disciplina tutto quello che un giocatore che può fare o non fare sui social: non può fare nulla di quello che riguarda società, allenatore e compagni. Se poi posta cose private, mi dà fastidio, perché credo bisogna rispettare le persone, ma rimane un problema morale. In passato siamo intervenuti quando si parla di campo". 

DE BOER - "Sono otto partite con quella di oggi: ci sono cose buone e altre da migliorare. C'è da analizzare le partite singolarmente. Nel primo tempo ho visto una buonissima Inter, ci sono stati degli errori, però abbiamo sbagliato a gestire i minuti dopo il gol di Joao Mario e forse avevamo meno benzina del Cagliari". 

B.D.S.

 




Commenta con Facebook