• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI FIORENTINA-ATALANTA

PAGELLE E TABELLINO DI FIORENTINA-ATALANTA

Babacar delude, Petagna e Toloi dominano. I viola non segnano e Astori è uno dei pochi a salvarsi


Valerio Pantone

16/10/2016 14:42

Ecco le pagelle di FIORENTINA-ATALANTA:

 

 

FIORENTINA

Tatarusanu 6 – Ha molto lavoro nella prima frazione, nonostante i bergamaschi non calcino molto nella sua porta. Alla fine strappa la sufficienza con un paio di parate per nulla complicate.

Salcedo 5 – Costantemente in apprensione con Gomez, dalla sua parte nel primo tempo soffre non poco anche le sovrapposizioni di Dramè a causa della scarsa copertura di Bernardeschi.

G. Rodriguez  5,5 – Non sempre pulito negli interventi e in difficoltà su Petagna, fa valere la sua leadership nell’impostazione della manovra.

Astori 6,5 – Muro invalicabile nel primo tempo, salva in almeno due circostanze due gol dell’Atalanta già fatti. Petagna è un cliente scomodo, ma l’ex romanista se la cava egregiamente meritandosi anche gli applausi del Franchi.

Bernardeschi 5,5 – Sbaglia spesso l’ultimo passaggio e lascia quasi sempre solo Salcedo in marcatura su Gomez. Combina qualcosa di più con lo spostamento a sinistra, ma non basta.

Carlos Sanchez 5 – Tanti, troppi gli errori in fase di impostazione che agevolano il pressing atalantino. Ad inizio ripresa, prova a scuotersi ma senza Dal 59’ Vecino 6,5 – Un’altra qualità rispetto al colombiano, prende subito possesso del centrocampo cambiando di fatto l’inerzia della gara.

Badelj 5,5 – Difficile la sua gara nei primi quarantacinque minuti per la presenza costante di Kurtic. Un po’ meglio con l’ingresso di Vecino che gli facilita la circolazione della palla.

Milic 5 – Non spinge a dovere come dovrebbe e non sembra impeccabile neanche in fase difensiva. Spiegato il motivo per cui Paolo Sousa preferisce toglierlo quando tenta di far cambiare marciare ai suoi. Dal 59’ Tello 6,5 – Le sue accelerazioni inchiodano l’Atalanta in difesa e soprattutto diventano vitali per il forcing finale dei viola che però non ha successo.

Borja Valero 5 – Troppo isolato nel primo tempo dalla manovra viola, prova a partecipare di più al gioco offensivo nella ripresa ma senza troppa convizione.

Babacar 4,5 – Prevedibile e molto impreciso nel fraseggio stretto con Kalinic, fatica ad arrivare al tiro e a costruire palle gol verso la porta di Berisha. Paulo Sousa lo lascia in campo fino a sette minuti dal 90esimo, ma lui non ripaga la fiducia del portoghese. Delusione. Dall’83’ Zarate s.v.

Kalinic 5,5 – Un po’ criticato dopo le ultime apparizioni, confeziona il primo vero pericolo del match dopo una buona iniziativa personale. Si muove molto ma poi fallisce da due passi l’appuntamento con il gol sulla sponda aerea di Bernardeschi. I suoi gol mancano troppo a questa Fiorentina.

All. Paulo Sousa 5,5 – Opta per le due punte come in occasione dell’ultima gara di Europa League contro il Qarabag. La squadra soffre troppo nel primo tempo, forse anche per alcune sue scelte di formazione. Rischia di più nella ripresa inserendo Tello al posto di Milic. I viola però fanno troppa faticare ad arrivare al gol su azione e questo alla lunga pesa.

 

ATALANTA

Berisha 6,5 – Ancora preferito a Sportiello, si fa subito trovare pronto su un paio di situazioni complicate e soprattutto sul tentativo solitario di Kalinic. Reattivo nel secondo tempo sul tiro a giro di Tello, mantiene per la seconda volta di fila la porta inviolata.

Caldara 6 – L’ammonizione iniziale condiziona molto la sua partita, anche se non corre particolari rischi. Dal 46’ Stendardo 6 – Si mette al centro della difesa a centro, diventa utile sui palloni alti che nel finale i viola provano a mettere nell’area di Berisha.

Toloi 7 – Molto intraprendente sin dalle prime battute, regge bene il confronto con Kalinic non rinunciando anche ad iniziare l’azione dalle retrovie. Bravo a sbrigliare ad inizio secondo tempo su un cross velenoso di Tello.

Masiello 6 – Puntuale in anticipo su Babacar, soffre un po’ nel finale i traversoni pericolosi di Tello.

Conti 6 – Tanta corsa e generosità, risponde colpo su colpo a Milic nei primi quarantacinque minuti. Poi cala, come tutta l’Atalanta.

Freuler 6 – Non cattura l’occhio per qualità e tecnica, ma il suo compito è quello di limitare Borja Valero e in qualche modo alla fine ci riesce.

Kessie 6,5 – Grande avvio di gara per il numero 19 neroazzurro che fa il bello e il cattivo tempo nella metà campo viola, confermando tutte le belle cose che si dicono di lui. Esce dai radar nella seconda parte dell’incontro, dove paga in anticipo un po’ di stanchezza.

Dramè 6 – Ha tanto spazio per spingere e così non si fa pregare nel proporsi sull’out sinistro. Un po’ troppo nervoso per lunghi tratti del match, rischia il rosso nel finale di gara per un fallo a palla lontana su Borja Valero.

Kurtic 6,5 – Gioca a ridosso dei due attaccanti e in particolare in pressione su Badelj quando il croato è chiamato ad impostare. Sfiora ad inizio ripresa il gol del vantaggio, Dal 67’ Gagliardini 6 – E’ spesso costretto al fallo anche perché entra nel momento più difficile della gara dell’Atalanta.

Gomez 6,5 – Ispiratore di tutte le azioni offensive, diventa un incubo per Salcedo che non riesce a contenerlo. Da lui nasce anche la chance di Kurtic ad inizio ripresa, poi però viene poco servito dai suoi compagni e non riesce più ad incidere. Prestazione comunque più che positiva. Dall’89’ D’Alessandro s.v.

Petagna 7 – A segno contro Pescara e Napoli, l’ex attaccante del Milan si dà un gran da fare anche oggi facendosi apprezzare anche in veste di assist-man. Generosissimo nel finale, lascia spesso sul posto i difensori viola, mettendo paura al pubblico del Franchi. Rigenerato.

All. Gasperini 6,5 – Confermata la linea verde dopo l’exploit con il Napoli, i suoi ragazzi sfornano un’altra ottima prestazione al Franchi, specie nel primo tempo dove vanno più volte vicino al vantaggio. Nella ripresa la squadra soffre il ritorno della Fiorentina, ma alla fine il punto è più che meritato.

 

Arbitro Damato 6 – Conduzione di gara non semplice per il fischietto di Barletta. Al 12esimo sbagliata la chiamata dell’assistente per un fuorigioco di Babacar che in realtà non c’è. Al 38esimo lascia correre giustamente su un fallo di mano involontario di Toloi, in area atalantina. Al 64esimo rischioso l’intervento in area di Freuler su Tello: il contatto è al limite ma è giusto non concedere il penalty. Sorvola, forse ingiustamente, sul fallo a palla lontana di Dramè su Borja Valero, che sarebbe costato il secondo giallo all’ex Chievo.

 

TABELLINO

FIORENTINA-ATALANTA 0-0

Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu; Salcedo, Rodriguez, Astori; Bernardeschi, Sanchez (dal 59’ Vecino), Badelj, Milic (dal 59’ Tello); Borja Valero; Babacar (dall’83’ Zarate), Kalinic. A disp.: Lezzerini, Dragowski, Tomovic, De Maio, Diks, Maxi Olivera, Hagi, Cristoforo, Chiesa. All.: Sousa.

Atalanta (3-4-1-2): Berisha; Caldara (dal 46’ Stendardo), Toloi, Masiello; Conti, Freuler, Kessie, Dramè; Kurtic (dal 67’ Gagliardini); Petagna, Gomez (dall’89’ D’Alessandro). A disp.: Sportiello, Bassi, Raimondi, Spinazzola, D'Alessandro, Migliaccio, Grassi, Carmona, Paloschi, Pinilla. All.: Gasperini. 

Arbitro: Damato di Barletta

Marcatori:

Ammoniti: 8’ Caldara (A), 13’ Badelj (F), 48’ Dramè (A), 66’ Astori (F), 71’ Vecino (F), 79’ Gagliardini (A)

Espulsi




Commenta con Facebook