• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter, da Darmian a Kessié: prosegue il duello con la Juve

Calciomercato Inter, da Darmian a Kessié: prosegue il duello con la Juve

Le due società sono alla ricerca di nuovi rinforzi


Matteo Darmian ©Getty Images

13/10/2016 17:50

CALCIOMERCATO INTER JUVENTUS DARMIAN KESSIE / MILANO - 'Derby d'Italia' anche sul calciomercato. La rivalità tra Juventus e Inter è sempre viva e talvolta si sposta dal campo fino a raggiungere gli alti piani dirigenziali. A dimostrarlo sono i continui duelli che le due società intraprendono per l'acquisto di nuovi calciatori: se in estate si sono scontrate per svariati talenti, infatti, lo stesso potrebbe accadere nella prossima finestra di mercato.

I nomi caldi in orbita di Juventus e Inter sono Matteo Darmian e Franck Kessié. Per loro potrebbe profilarsi un vero duello rusticano: il terzino italiano sta trovando poco spazio nel Mancheter United e sarebbe propenso a un ritorno in Serie A; il giovane talento dell'Atalanta ha ammaliato gli osservatori internazionali dopo l'ottimo inizio di stagione.

Per quanto concerne Darmian, il calciatore è tra i primi nomi nella lista interista: i nerazzurri lo seguono ormai da tempo ma devono fare i conti con il continuo pressing di Juventus e Barcellona. Qualora dovesse sfuggire, tra i nomi valutati c'è proprio lo juventino Lichtsteiner. Infine, come anticipato da Calciomercato.it, sul taccuino di bianconeri e nerazzurri c'è anche Aleix Vidal.

A centrocampo, Kessé piace a diverse squadre di Serie A. Dopo il Napoli, il Milan e la Fiorentina, si sono fatte avanti con insistenza la Juventus e ora l'Inter. Il prezzo fissato dall'Atalanta per l'ivoriano potrebbe aggirarsi sui 15 milioni di euro. Le due dirigenze proveranno a spuntarla fino alla fine.

 

M.D.A.




Commenta con Facebook