• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan, Tassotti elogia il 'progetto giovani'

Milan, Tassotti elogia il 'progetto giovani'

L'ex tecnico milanista ha fatto il punto sui rossoneri e ha lanciato un messaggio a Montolivo


Mauro Tassotti ©Getty Images

13/10/2016 14:47

MILAN TASSOTTI MONTOLIVO / MILANO - Mauro Tassotti torna a parlare di Milan. L'attuale vice allenatore dell'Ucraina ha rilasciato un'intervista alla TV dei rossoneri: "Le partite del campionato italiano sono tutte difficili. Il Chievo è in ottima forma però il Milan sta facendo molto bene sotto il profilo dei risultati, forse sul piano del gioco si può ancora migliorare.  Era importante partire bene e rimanere attaccati alle prime posizioni, perché poi gli obbiettivi possono cambiare nel corso della stagione. Per cercare di riportare la gente allo stadio la squadra deve giocare bene e ottenere buoni risultati e quest'anno ci sta riuscendo".

MONTOLIVO - "E' un giocatore importante, anche se è stato spesso criticato. Ha dato tantissimo alla Nazionale, dove ha avuto purtroppo due infortuni. Mi auguro di vederlo presto di nuovo in campo, perché è importante per il Milan e per la Nazionale".

LOCATELLI - "Non lo vedo da un po', l'ultima volta è stato l'anno scorso nella Fase Finale del Campionato Primavera. Non bisogna dimenticare che ha soltanto 18 anni. Fare il titolare non è semplice. Però è un giocatore che ha qualità importanti, le ha già dimostrate, è un ragazzo serio. Lui così come Calabria, Donnarumma, Abate e Antonelli provengono tutti dal settore giovanile e sono titolari in prima squadra. Deve essere un orgoglio per il club".

LA DIFESA - "Delle volte è un caso non prendere gol, altre volte se non ti tirano in porta forse non è un caso, vuol dire che la fase difensiva è quella giusta. In difesa ci sono molti ragazzi del settore giovanile, fa piacere anche a me che ho allenato per parecchi anni i giovani e sono rimasto molto legato a quell'ambiente. Credo faccia piacere anche al Presidente".

 

M.D.A.




Commenta con Facebook