• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Calciomercato Milan, il closing si avvicina. Da Isco a Donnarumma: si può sognare in grande

Calciomercato Milan, il closing si avvicina. Da Isco a Donnarumma: si può sognare in grande

I cinesi - una volta completato l’organigramma societario - saranno chiamati ad un atto di forza già a gennaio


Isco-Donnarumma.jpg
Martin Sartorio ( Twitter: @SartorioMartin)

13/10/2016 12:36

CALCIOMERCATO MILAN CINA DONNARUMMA ISCO MONTELLA CHAMPIONS LEAGUE MALDINI/ ROMA - Il giorno della svolta ormai è vicino. In casa Milan si contano i giorni per il 'passaggio di consegne'. Dopo il preliminare firmato ad agosto, con la caparra di 100 milioni di euro versata a settembre, l'inizio di una nuova era, targata Sino-Europe, è davvero alle porte. I cinesi - secondo i rumors di questi giorni - sbarcheranno a Milano nel corso della prossima settimana per consegnare a Fininvest la lista con i nomi che prenderanno parte alla cordata. Dagli ambienti milanesi filtra grande ottimismo e il closing dovrebbe arrivare entro il 20 novembre, giorno in cui si disputerà il derby, il primo derby 'made in China'. La trattativa è stata lunga e burrascosa, piena di intoppi e vicissitudini varie. Non ultimo il caso Maldini, che ha fatto tanto discutere. I nuovi proprietari del Milan, la Sino-Europe, sono così chiamati a dare un segnale forte già durante il calciomercato di gennaio per mettere a tacere tutte le voci, dando anche la possibilità a Montella di avere una squadra che possa centrare l'Europa.

 

MILAN - IL CLOSING SI AVVICINA: DUE 'COLOSSI' TRA GLI INVESTITORI MA CERCASI NUOVA 'BANDIERA'

Ormai non sembrano esserci più dubbi. Silvio Berlusconi cederà il Milan ai cinesi. La Sino-Europe ha deciso di accelerare i tempi per chiudere definitivamente l'affare entro la metà di novembre. I dubbi, circolati nei giorni scorsi, sembrano ormai definitivamente spariti. A rassicurare l'ambiente rossonero è soprattutto la presenza, quasi certa, di due 'colossi' all'interno della cordata. Oltre ai già noti Yonghong Li e Haixia Capital tra gli acquirenti sembrano esserci anche Tcl Corporation, azienda dell'elettronica di consumo, terzo produttore mondiale di televisori, e il gruppo China Huarong Asset Management, una delle più grandi società finanziarie pubbliche. Due nomi, questi, che finalmente lasciano ben sperare e fanno tornare il sorriso ai tifosi turbati dalla vicenda Maldini. Nei giorni scorsi Paolo Maldini ha detto no definitivamente al Milan cinese. L'arrivo di una bandiera storica, come l'ex terzino, avrebbe certamente portato un po' di tranquillità ad un ambiente, scosso da anni dalla varie diatribe societarie. Ad oggi quindi si ripartirà da certamente dall'amministratore delegato, Fassone, e dal ds Mirabelli. La ricerca di una bandiera sembrava essere tramontata dopo il no di Maldini ma in queste ore è tornato d’attualità il nome di Massimo Ambrosini da inserire nell'organigramma societario del nuovo Milan. Il ruolo sarebbe diverso da quello offerto all'ex numero 3. Niente più direttore tecnico bensì club manager. Non va scartata, inoltre, la possibilità Albertini. Una volta sistemato l'organigramma societario si potrà pensare con forza al calciomercato.

 

DA DONNARUMMA AL 'VICE' MONTOLIVO: UN CALCIOMERCATO IMPORTANTE PER L'EUROPA

Il futuro di Gigio Donnarumma non fa dormire sonni tranquilli ai tifosi del Milan. Il nuovo fenomeno del calcio italiano ha un contratto in scadenza nel 2018 e il suo agente, Mino Raiola, non ha escluso la possibilità di vedere il portiere lontano da Milano. Ad avere messo gli occhi sull’erede di Buffon sono davvero in tanti. C’è soprattutto la Juventus, che deve fare i conti proprio con la successione dell’ex Parma, che il prossimo gennaio compirà 39 anni. Nelle ultime ore va registrato anche l’interesse del Chelsea di Conte per Donnarumma. Le offerte, come è ben chiaro, non mancano: il primo importante passo che sarà chiamata a fare la nuova società sarà proprio quello di blindare la nuova stella rossonera. Il calciomercato Milan non può che ripartire da qui. Poi, chiaramente, si penserà a rinforzare una squadra, che ha l’esigenza di nuovi innesti fin da subito per puntare all’Europa.  Se davvero i cinesi saranno disposti ad utilizzare 100 milioni di euro per il mercato sarà possibile sognare in grande. Isco è il nome in cima alla lista dei desideri del Milan. Per lo spagnolo bisognerà però battere la concorrenza della Juventus e delle squadre inglesi. Per il sostituto di Montolivo, invece, si guarda al passato con Paredes della Roma che torna decisamente di moda. Così come Badelj, per il quale la Fiorentina ha già rifiutato due offerte del Milan. Si defila, invece, Fabregas, che non sembra convincere in pieno Vincenzo Montella. Se a gennaio la classifica dovesse sorridere non sono da escludere anche gli arrivi di un centrale (Rodrigo Caio, che ha cambiato procuratore) e un attaccante esterno (si è fatto il nome di Depay) per far rifiatare Niang e Suso. I tifosi del Milan vogliono tornare a sognare in grande, i cinesi non possono deluderli.




Commenta con Facebook