• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, sindaco Sala: "Dividiamo 'San Siro'. Suning c'è, al Milan do qualche mese"

Inter, sindaco Sala: "Dividiamo 'San Siro'. Suning c'è, al Milan do qualche mese"

Il primo cittadino di Milano: "Pronti anche a cedere lo stadio di fronte a offerte importante"


San Siro tra Inter e Milan ©Getty Images
Maurizio Russo

13/10/2016 09:52

INTER MILAN SAN SIRO SALA / MILANO - "Oggi, con grande pragmatismo, noto che non c'è la volontà di fare un nuovo stadio, si è perso il momento. E l'Inter è fortemente determinata a rendere 'San Siro' più in linea con le esigenze attuali. Lancio l'idea di un 'Meazza' per due". Pensieri e parole di Giuseppe Sala. In una lunga intervista rilasciata alla 'Gazzetta dello Sport' il sindaco di Milano ha espresso le sue posizioni sui due club meneghini in merito allo stadio. Calciomercato.it vi propone i punti salienti delle sue dichiarazioni: "Lo stadio, nella mia idea, verrebbe sdoppiato con uno spazio esterno per l'Inter e uno per il Milan. Ci sono due aree utilizzabili: una quella adiacente al Trotto che oggi potrebbe essere finalmente sfruttata e l’altra sul versante opposto, su terreni di proprietà comunale. Andando avanti con la fantasia si può immaginare di dividere idealmente lo stadio con tribune autorità e sky box da entrambi i lati e due ingressi separati. Metà stadio nerazzurro e l'altra metà rossonero".

Le news Inter riportavano anche l'idea di comprare l'impianto del 'Meazza'. A tal proposito Sala appare possibilista: "Il Comune sarebbe disponibile anche a cedere l'impianto, di fronte a un'offerta seria. Altrimenti potremmo rinnovare la convenzione con le due società a lungo termine: già adesso una parte dell'affitto viene scontata per le spese destinate alle migliorie, siamo pronti a ridurre ulteriormente il canone, purché si faccia un investimento per trasformare 'San Siro'. Costi per i club? Molto meno di un centinaio di milioni".

La trattativa va avanti, ma su due binari che viaggiano a velocità molto diverse, con l'Inter già pronta a chiudere ed il Milan ancora in alto mare: "Se fosse per Suning si siederebbe al tavolo già domattina. Zhang Jindong è un imprenditore serio, concreto, che sta coi piedi per terra, sono sicuro che la proprietà nerazzurra investirà in maniera significativa sull'Inter e sul territorio. Ai manager di Suning piace 'San Siro', ne apprezzano il fascino, la storia, il suo tratto iconico che è 'vendibile' in tutto il mondo. Ne ho parlato con loro anche dopo Inter-Juve e c'è la massima disponibilità a investire sull'impianto, ma sono in attesa di capire cosa succederà al Milan. Capisco la situazione rossonera, non mi è chiara, aspettiamo e vediamo come evolve. Possiamo aspettare qualche mese - avverte in conclusione Sala - dopodiché l'amministrazione comunale avrebbe il dovere di agire e, di conseguenza, si metterebbe a discutere direttamente con l'Inter".




Commenta con Facebook