• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Fiorentina > Calciomercato Fiorentina, i nuovi non giocano: da Toledo a Diks, ecco le scelte di Sousa

Calciomercato Fiorentina, i nuovi non giocano: da Toledo a Diks, ecco le scelte di Sousa

In quattro non hanno ancora giocato neanche un minuto, ma anche altri si sono visti poco


Paulo Sousa ©Getty Images

06/10/2016 14:40

CALCIOMERCATO FIORENTINA HAGI DRAGOWSKI TOLEDO DIKS CRISTOFORO DE MAIO / FIRENZE - Tempo di primissimi bilanci in casa Fiorentina arrivati alla seconda pausa per le Nazionali e con un paio di mesi di stagione alle spalle. La classifica - seppur si consideri la gara in meno - non sorride ai viola di mister Sousa, relegati nella seconda metà della graduatoria. In Europa League il quadro è migliore: un punto contro il Paok, tre con goleada contro il Qarabag.

Quello che è saltato all'occhio di molti però è stato lo scarso (o assente) minutaggio dei nuovi acquisti estivi. Quattro di essi non hanno ancora esordito in prima squadra: Hagi, Dragowski, Toledo e Diks; altri hanno avuto pochissimi minuti come Maxi Olivera, Cristoforo e De Maio. Solo Salcedo, Milic Sanchez si sono ritagliati maggior spazio, oltre il rientrate Tello

Sul minutaggio pesa sia l'esperienza a livello internazionale, sia l'anagrafe: i quattro che non hanno mai giocato infatti hanno tutti 20 anni o meno, pochi per potersi imporre da subito. Con il passare della stagione senza dubbio avranno qualche chance, inizialmente in Coppa Italia o Europa League. Maxi Olivera si sta invece giocando il posto a sinistra con Milic, perdendo nello scontro diretto, ma l'inserimento continua e sull'uruguaiano ha garantito in primis Corvino. Cristoforo ha messo piede in campo solo in Europa, ma la prestazione è stata assolutamente convincente al netto dell'avversaria non irresistibile: lo rivedremo. De Maio ad oggi ha forse deluso più degli altri, tanto da giocare meno di Salcedo, ma non è ancora bocciato.

O.P.




Commenta con Facebook