• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma-Inter, De Rossi e quell'esultanza rabbiosa: tifosi spaccati

Roma-Inter, De Rossi e quell'esultanza rabbiosa: tifosi spaccati

Il vice-capitano divide i sostenitori giallorossi


Daniele De Rossi © Getty Images

03/10/2016 13:22

ROMA DE ROSSI ESULTANZA TIFOSI DIVISI/ ROMA - Continua a far discutere l'esultanza polemica di Daniele De Rossi durante Roma-Inter: il centrocampista giallorosso, dopo il gol di Dzeko, è stato pizzicato dalle telecamere rivolgere un labiale pesante nei confronti dei tifosi romanisti accorsi all'Olimpico, rei di essere troppo critici nei confronti dell'attaccante bosniaco. Un gesto forte da parte di capita-futuro che ha spaccato letteralmente in due la tifoseria giallorossa. Tanti i sostenitori della Roma che si sono scagliati contro di lui, memori anche dell'espulsione diretta rimediata nel preliminare di Champions League contro il Porto che ha di fatto precluso a Spalletti e compagni l'accesso alla fase a gironi dell massima competizione europea per club. Altrettanti, invece, quelli che stanno spezzando lance a suo favore, perché ha difeso un compagno di squadra come Dzeko bersaglio di critiche eccessive, visto che il bosniaco ex Manchester City è già a quota 5 gol in 7 partite di campionato. "Daniè sei romanista ma ieri hai sbagliato a insultare i tifosi.Non serve che poi prendi le parti sulla curva" scrive un tifoso romanista su Facebook; "De Rossi uomo vero" commenta invece un altro sul profilo ufficiale della Roma.

IN DIFESA DI DZEKO - Nel post-partita, a caldo, De Rossi ha spiegato così quell'esultanza rabbiosa: "Le parole durante l'esultanza? Non mi ricordo sinceramente, ero contento, lo sono anche ora, specialmente quando segna uno come lui - ha spiegato De Rossi anche ai microfoni di Calciomercato.it -  Dzeko viene spesso contestato e merita di essere felice. La stessa reazione l'avrei avuta se avesse segnato Iturbe, così come quando segna Francesco, il genio 40enne". 

DE ROSSI SI SCHIERA CON LA CURVA - Una presa di posizione chiara, così come quella sulle barriere in Curva Sud che sta privando la Roma della spinta dei suoi tifosi: "Bisogna fare qualcosa di più per i tifosi: devono tornare allo stadio. Hanno ragione, bisogna fare qualcosa perché devono tornare allo stadio, o come ha detto Baldissoni andare a giocare da un’altra parte. Due pesi e due misure non si fa. Mi ricordo con nostalgia i tempi dei 60.000 allo stadio: ne abbiamo bisogno. Senza la Curva Sud non è la stessa cos". Parole forti queste che, al contrario dell'esultanza al gol di Dzeko, hanno unito tutti i tifosi della Roma. De Rossi è così, pregi e difetti: nella stessa serata, con gesti e parole, può dividere e unire.

S.F.




Commenta con Facebook