• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-INTER

PAGELLE E TABELLINO DI ROMA-INTER

Risorge Dzeko, stecca Joao Mario. Handanovic evita il peggio, Manolas decisivo


Roma ©Getty Images
Valerio Pantone

02/10/2016 22:45

Ecco le pagelle di ROMA-INTER:

 

 

ROMA

Szczesny 6,5 – E’ una partita senza esclusioni di colpi con continui capovolgimenti di fronte. Sorpreso ma fortunato sul palo colto da Banega, è l’emblema della reattività sul sinistro improvviso ad incrociare di Candreva che fa urlare al gol la panchina dell’Inter.

Bruno Peres 6,5 – Da una sua percussione sulla destra e da un assist perfetto per Dzeko nasce il vantaggio della Roma. Spinge molto limitando al massimo le iniziative di Perisic.

Manolas 7 – Un errore iniziale in disimpegno favorisce la ripartenza dell’Inter e il palo di Banega. Poi però rimedia subito con diverse chiusure preziose, specie su Icardi. Grazie anche all’argentino trova di testa la rete del 2-1.

Fazio 6,5Regge bene il confronto con Icardi, specialmente sulle palle alte. Provvidenziale nel finale ancora sull’argentino.

Juan Jesus 5 – Tornato titolare già in settimana nella gara di Europa League, viene confermato a sinistra ma fa più volte infuriare Spalletti dal momento che concede troppo spazio a Candreva. Più concentrato nella ripresa ma ancora non basta per arrivare alla sufficienza.    

De Rossi 6,5 – Primo tempo sopra le righe, con diverse palloni conquistati che infiammano l’Olimpico. Apprezzabile anche nei secondi quarantacinque minuti, eccetto sul gol di Banega dove si lascia dribblare dall’argentino.

Strootman 6,5 – Più preciso nei passaggi rispetto ad altre apparizioni, conferma di essere in crescendo dal punto di vista della condizione.

Salah 6 - La fascia sinistra dell’Inter diventa presto regno di conquista. Da lì arriva la rete di Dzeko, grazie anche ad una sua intuizione. Potrebbe punire i nerazzurri in almeno due circostanze, ma una volta il palo una volta Handanovic gli dicono di no. Gli manca ancora la freddezza sotto porta. Dal 70’ El Shaarawy 6 – Agevola il compito a Juan Jesus andando in raddoppio su Perisic che staziona nella ripresa su quella fascia.

Florenzi 6,5 – Schierato a sorpresa al posto di Nainggolan nel ruolo di trequartista, fatica un po’ ad entrare in partita anche se si rende utile in fase di non possesso. Sul finale di tempo sbaglia da posizione favorevole il possibile 2-0. Generoso anche nel secondo tempo, diventa determinante sui palloni da fermo, come in occasione del vantaggio di Manolas. Dall’89’ Nainggolan s.v.

Perotti 6 – Costringe Ansaldi a restare bloccato, tentando sempre la giocata di qualità che gli chiede Spalletti. Cala leggermente nel secondo tempo. Dal 79’ Paredes s.v.

Dzeko 7,5 – Dopo le critiche di Torino, sblocca subito l’incontro sfruttando al meglio il cross invitante di Bruno Peres. Vince spesso i duelli fisici con Miranda, vestendo anche egregiamente i panni dell’assist man. Soltanto un super Handanovic gli nega nel finale la meritata doppietta.

All. Spalletti 7 – Lascia fuori Nainggolan, preferendogli Florenzi. La scelta sembra indovinata anche perché la squadra ha decisamente un altro approccio rispetto a Torino e soprattutto, trova la serata di riscatto di Dzeko, un giocatore sul quale il tecnico di Certaldo continua a crederci. Qualche sbavatura ancora in difesa, ma il risultato alla fine lo premia soltanto perché davanti la Roma è ancora poco cinica.

 

INTER

Handanovic 7 – Non può nulla sul gol di Dzeko, si vede arrivare con troppa frequenza gli avanti romanisti davanti alla porta. Fondamentale la parata in uscita bassa su Salah che fallisce il 2-0, e poi nei minuti finale con una parata fenomenale su Dzeko.

Ansaldi 5,5 – Perotti lo punta e lui è costretto a restare basso. Cerca timidamente di uscire dal guscio difensivo ma senza troppa convinzione. Dal 62’ Nagatomo 6 – Si fa subito apprezzare per un’ottima incursione a sinistra non sfruttata da Gnoukouri. Poi più nulla.

Miranda 5 – Non sembra lui questa sera, soffre troppo Dzeko che appare in serata di grazia. La difesa nerazzurra, inoltre, è spesso bucata centralmente. Prima dell’intervallo sfiora di testa la rete del pari.

Murillo 5 –  Arriva in ritardo nell’anticipo su Dzeko, in occasione del vantaggio giallorosso. Costantemente sovrastato dal bosniaco, fatica a raddoppiare in marcatura su Salah.

Santon 6 – Sarà anche per la scarsa copertura di Perisic, ma dalla sua parte Salah fa praticamente quello vuole, nonostante gli errore sotto porta. Più intraprendente nella ripresa quando de Boer lo sposta a destra con l’ingresso di Nagatomo.

Joao Mario 5 – Con lui in campo solitamente è un’altra Inter in fase offensiva, specie nel palleggio. Una disattenzione a centrocampo per poco non costa il raddoppio di Salah. Da lì in poi perde un po’ di lucidità e finisce per deludere anche perché non in perfette condizioni fisiche. Dal 60’ Gnoukouri 5,5 – Spreca una buon cross di Nagatomo, poi entra più nel vivo della manovra senza però eccellere.

Medel 5,5 – Un po’ in difficoltà nel recupero della palla, non garantisce un ottimo filtro in mezzo al campo.

Candreva 6 – Il giocatore interista più fischiato in virtù del suo recente passato nella Lazio, si divora la chance del pari sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Prova a riscattarsi poco dopo, ma Szczesny si supera con un super intervento. Dal 70’ Jovetic 5 – de Boer gli offre una chance per farsi vedere, ma lui la spreca regalando di fatto la punizione dalla quale nasce il 2-1 di Manolas.

Banega 6,5 – Prova a scuotere in avvio i nerazzurri con un destro fulmineo che si stampa sul palo interno. Dai suoi piedi nascono sempre azioni interessanti. In una di questa trova ed ottiene il triangolo con Icardi prima di firmare l’1-1.

Perisic 5 – Aiuta poco Santon in fase di ripiego, ma allo stesso tempo punge raramente la corsia di Bruno Peres, perdendo spesso il duello ravvicinato con il brasiliano.

Icardi 5,5 – E’ per lunghi tratti della gara oscurato dai centrali giallorossi, poi però, entra nel pari dei nerazzurri trovando l’1-2 decisivo con Banega. Sfortunato nella deviazione decisivo sulla rete di Manolas.

All. de Boer 5 – Recupera Joao Mario e rilancia il tridente con Candreva-Icardi e Perisic. La difesa però soffre troppo la serata show di Dzeko e il centrocampo non fa il giusto filtro. Prova a rimediare nella ripresa, ma i cambi non incidono. C'è molto da lavorare.

 

Arbitro Banti 6 – Lascia correre molto il gioco, evitando anche di estrarre il cartellino giallo in un paio di falli al limite. Ad inizio ripresa vede male un angolo in favore dell’Inter, nonostante la segnalazione corretta dell’assistente. All’80esimo ottima la chiamata del guardalinee sul fuorigioco di Jovetic lanciato a rete.

 

TABELLINO

ROMA-INTER 2-1

Roma (4-2-3-1): Szczesny; Bruno Peres, Manolas, Fazio, Juan Jesus; De Rossi, Strootman; Salah (dal 70’ El Shaarawy), Florenzi (dall’89’ Nainggolan), Perotti (dal 79’ Paredes); Dzeko. A disp: Alisson, Lobont, Emerson, Seck, Gerson, Totti, Iturbe. All.: Luciano Spalletti.

INTER (4-2-3-1): Handanovic; Ansaldi (dal 62’ Nagatomo), Miranda, Murillo, Santon; Joao Mario (dal 60’ Gnoukouri), Medel; Candreva (dal 70’ Jovetic), Banega, Perisic; Icardi. A disp.: Carrizo, Berni, Ranocchia, D’Ambrosio, Miangue, Felipe Melo, Kondogbia, Eder, Palacio, Gabriel Barbosa. All. De Boer.

Arbitro: Banti di Livorno

Marcatori: 5’ Dzeko (R), 72’ Banega (I), 76’ Manolas (R)

Ammoniti: 24’ Santon (I), 36’ Ansaldi (I), 64’ Juan Jesus (R)

Espulsi




Commenta con Facebook