• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI EMPOLI-JUVENTUS

PAGELLE E TABELLINO DI EMPOLI-JUVENTUS

Dybala e' decisivo, Higuain spietato. Cuadrado anarchico. Skorupski fa quel che puo', il tridente toscano delude


Higuain ©Getty Images
Stefano Carnevali (Twitter: @stefano_kaiser)

02/10/2016 14:22

Ecco le pagelle di EMPOLI-JUVENTUS: 

 

EMPOLI

Skorupski 7 - Fa alzare più di un sopracciglio all'inizio. Troppe uscite mancate, troppi piazzamenti errati. Al 20’ solo il palo lo salva dopo una maldestra deviazione su un cross sballato di Cuadrado. Poi però cresce: molto bravo al 33’, sempre sul Colombiano. Miracoloso su Higuain 64'. Poche possibilità sui gol. 

Zambelli 5 - Partita difensiva. Frena a lungo Alex Sandro e, con il passare dei minuti, prende addirittura il sopravvento. Ripresa meno positiva, culminata con l'erroraccio per il terzo gol di Higuain.

Bellusci 5,5 - Guida il reparto con personalità, anche se qualche errore lo commette. Efficace in avvio di ripresa su Higuain. Crolla anche lui dopo lo svantaggio. 

Cosic 6,5 - Non sarà molto bello da vedere, ma è decisamente efficace. Grande salvataggio su Higuain al 43’. Mura l'Argentino anche in avvio di secondo tempo. Il meno colpevole nel crollo del secondo tempo.

Pasqual 5,5 - Cerca di fare gioco ma, con il passare dei minuti, soffre Cuadrado oltre il lecito per via della differenza di passo. Un po' meglio nella ripresa, quando la Juve sfonda altrove. 

Croce 6 - Dà un occhio a Cuadrado e uno a Khedira. All'inizio se la cava, poi però abbandona Pasqual a sé stesso. Torna viglie nella prima parte della ripresa, rinunciando a spingere.

Mauri 5 - Fa fatica. Spesso in ritardo sulle ‘seconde palle’ che vengono respinte dalla difesa, non riesce a compensare in fase di costruzione. Travolto nel secondo tempo, rischia anche il rosso.

Tello 6 - Lotta con coraggio, cercando di fare filtro. Risultati alterni, ma non molla mai. Poco propenso a accompagnare l'azione. Dal 67' Mchelidze 5 - Come al solito il suo apporto alla causa è praticamente irrilevante. 

Krunic 5 - Buona tecnica, ma fatica a ‘vedere’ il gioco e a dialogare con le punte. Troppi i passaggi sbagliati, eccessive le letture errate dell’azione. Scompare nella ripresa. Dal 72' Dioussé  5,5 - La Juve ha già fatto propria la parita. Poche occasioni per costruire gioco. 

Pucciarelli 5,5 - Fa tante cose bene, perdendosi sempre sul più bello: la rifinitura, la conclusione non sono mai precise. 

Maccarone 5 - Non granché. Non riesce a dialogare con i compagni, né a produrre veri grattacapi alla retroguardia bianconera.  Dal 61' Marilungo 5,5 - Dopo il suo ingresso la Juve sfonda e l'Empoli crolla. Lui non riesce mai a entrare in partita. 

All. Martusciello 5,5 - Rinuncia a Saponara e schiera un Empoli ordinato e coriaceo. Troppa poca qualità in avanti dove, forse, serviva da subito l’ex trequartista del Milan. Per tutto il primo tempo, però, l’efficacia difensiva è di alto livello: l’Empoli concede qualcosa solo alle giocate individuali. Quando Dybala segna è la fine: la squadra crolla e presta il fianco a tutte le iniziative della Juventus.

 

JUVENTUS

Buffon 6 - L’Empoli è troppo poco incisivo per arrivare a impensierirlo seriamente. I Toscani, però, sono spesso dalle sue parti. Al 41’ la prima - e unica - parata complicata. 

Barzagli 6  - Diciamo che Barzagli non è il compagni ideale per avere una mano in difesa. Incappa in una primo tempo meno semplice del previsto, che condisce anche con alcuni piccoli errori che di solito non gli appartengono. Ripresa sicura. 

Bonucci 6,5 - Il regista occulto dei bianconeri. Gioca con enorme sicurezza ed efficacia in entrambe le fasi. 

Chiellini 6,5 - Difensivamente è sicuro, in avanti si appoggia sempre ai compagni deputati a costruire il gioco. 

Cuadrado 6 - Corpo estraneo alla squadra. È soluzione efficace, ma gioca ‘per conto proprio’. Prestazione tanto attiva quanto scapestrata: emblematico il gol clamoroso fallito al 35’. Secondo tempo meno intraprendente. Anarchico.

Khedira 5,5 - Dopo pochi minuti spreca un’occasione clamorosa e poi si dimostra molto meno preciso del solito. Comincia bene il secondo tempo, poi Allegri lo toglie e lui non gradisce. Dal 62' Lemina 6 - Dinamismo maggiore. Utile in un pomeriggio complicato. Entra nell'azione del 2-0. Tremendamente egoista al 74' quando priva Pjaca di un logico assist. 

Hernanes 6 - Posizionato nel cuore della manovra, alterna buone cose a lunghi passaggi a vuoto. Dopo il vantaggio cresce anche lui. 

Pjanic 5,5 - L’assist per Khedira, dopo pochi minuti, sembra far presagire un pomeriggio frizzante. Rapidamente, però, torna nel grigiore che ha contraddistinto le sue ultime uscite. Si rivede al 35’ quando concede il bis, mandando in porta Cuadrado. Poco anche nella ripresa. Gira al minimo, con solo due giocate in 81 minuti. Dall'81' Sturaro s.v.

Alex Sandro 5,5 - Deludente. Non riesce mai a ‘sfondare’ e commette errori di lettura delle occasioni francamente ingiustificabili. Progressivamente, comincia a soffrire la spinta di Zambelli. Effettua anche due retropassaggi rischiosissimi. Ha comunque il merito di servire l'assist per il gol di Dybala: unico, determinante, guizzo in un pomeriggio negativo. 

Dybala 7  - Sembra sempre in debito d’ossigeno: gli manca la forza per concludere, così come la brillantezza per puntare il diretto avversario. L'unico lampo, però, è decisivo e vale il gol dell'1-0. È grazie a lui se poi la Juventus dialaga: letale come solo i campioni sanno essere. Dal 72' Pjaca 6,5 - Attitudine positiva: frizzante e generoso, il giocatore c'è. Gli mancano solo i minuti. Solo Skorupski lo ferma a 5' dalla fine. 

Higuain 7 - Stritolato dalla compattezza delle linee empolesi, soffre anche il dialogo pressoché inesistente con gli altri giocatori offensivi della Juve. Il suo unico tiro che arriva in porta è al 43’ ed è un pallonetto molto difficile che Cosic ribatte. Il giocare così pochi palloni fa sì che sia meno sicuro nelle occasioni che ha: al 50' riceve una bella palla da Khedira ma invece che calciare subito, si perde in dribbling di troppo e viene murato. Sbaglia un altro gol al 64', ma quando la partita si sblocca, ha spazi differenti e chiude il match con una doppietta spietata. 

All. Allegri 6,5 - Primo tempo negativo. I Bianconeri sono lenti e poco brillanti. Solo giocate individuali. Il tasso tecnico è però elevatissimo, così come la consapevolezza dei propri mezzi: quando l'Empoli molla un attimo, la Juve sfonda con estrema forza e fa suo il match. Forti, spietati.

 

Arbitro: Mazzoleni 6,5 - Tra l’ottavo e il nono due decisioni discusse: giudica regolare la posizione di Khedira (che poi calcerà sulla traversa) e concede una punizione dal limite a favore della Juve per un mani di Pucciarelli, che non ammonisce. Tutto giusto, per la dinamica delle azioni. Qualche dubbio in più per la ‘sbandierata’ ai danni di Dybala (che comunque era stato fermato da Skorupski) al 33’. Al 37’ ostacola Croce al limite dell’area empolese: Pjanic recupera il pallone e lui ferma il gioco, concedendo una punizione a favore dei Toscani. Decisione quantomeno singolare. Sbaglia al 50': per ammonire Hernanes non concede il vantaggio all'Empoli. Bravo al 54' quando non abbocca alla sceneggiata di Pjanic e assegna 'solo' una punizione 'a 2' dal limite. Poteva però ammonire Bellusci per la reazione scomposta. Corretto annullare il gol della Juventus al 58': Cuadrado pare in posizione irregolare, prima di servire Higuain. Molto bravo al 60', quando corregge il guardalinee e non concede un corner, che non c'era, alla Juve. Grazia nel finale Mauri: poteva starci un secondo giallo. 

 

TABELLINO

EMPOLI-JUVENTUS 0-3

EMPOLI (4-3-1-2): Skorupski; Zambelli, Bellusci, Cosic, Pasqual; Tello (67' Mchelidze), Mauri, Croce; Krunic (73' Dioussé); Pucciarelli, Maccarone (61' Marilungo). All: Martusciello. A DISP: Saponara, Pereira, Pugliesi, Gilardino, Büchel, Dimarco, Pelagotti, Veseli, Maiello

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Barzagli, Bonucci, Chiellini; Cuadrado, Khedira (62' Lemina), Hernanes, Pjanic (82' Sturaro), A. Sandro; Dybala (72' Pjaca), Higuain. All. Allegri. A DISP: Neto, Evra, Dani Alves, Audero, Lichtsteiner, Mandzukic

Arbitro: Mazzoleni

Marcatori: 65' Dybala, 67' e 70' Higuain

Ammoniti: 50' Hernanes (J); 62' Pasqual, 69' Mauri (E)

Espulsi

Note




Commenta con Facebook