• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Roma-Inter, de Boer: "Mai più l'atteggiamento europeo! Brozovic sta sbagliando"

Roma-Inter, de Boer: "Mai più l'atteggiamento europeo! Brozovic sta sbagliando"

Calciomercato.it vi offre le parole del tecnico nerazzurro in conferenza stampa


Frank de Boer ©Getty Images

01/10/2016 12:49

INTER ROMA CONFERENZA DE BOER / MILANO - Dimenticare la debacle europea per battere la Roma. E' l'imperativo di de Boer, reduce da grandi critiche dopo la seconda sconfitta consecutiva in Europa League. Il tecnico dell'Inter in conferenza stampa commenta il momento della sua formazione in vista del big match di domani.

De Boer ha parlato prima a 'Inter Channel': "Abbiamo cancellato le scorie del match di Europa League, vogliamo riprenderci rapidamente facendo un buon risultato contro la Roma. Ho diversi ricordi nello stadio 'Olimpico': con la Nazionale perdemmo, domani non vogliamo fare lo stesso".

MOMENTO DIFFICILE - "Abbiamo parlato di questi atteggiamenti sbagliati, non voglio vedere più la gara fatta con lo Sparta Praga. Per me è solo una questione di atteggiamento, bisogna essere preparati contro ogni squadra. La partita deve essere preparata mentalmente almeno un giorno prima, non quando l'arbitro fischia il calcio di inizio. Dobbiamo cambiare questo nella nostra squadra. Contro la Roma è sempre più facile stare attenti e avere il giusto atteggiamento: è una partita di livello. Ma io voglio vedere una bella squadra non solo contro i club più forti".

LA GARA - "Simile a quella con la Juve? E' una possibilità: tutti i miei calciatori saranno pronti per giocare. E' un lusso per me essere convocato oppure no per questa gara. La Roma è una squadra fortissima perché ha in ogni zona del campo giocatori con molta qualità. Per me è una squadra molto buona, se domani non siamo pronti sarà una gara davvero difficile perché loro hanno giocatori che possono fare la differenza in ogni momento. Totti? Per me è un grande giocatore, può fare sempre gol. Quando ha un'occasione è molto difficile marcarlo perché ha tanta esperienza".

CONDIZIONI FISICHE - "Stanno tutti bene, Joao Mario e Brozovic si sono allenati molto bene. Però abbiamo molti giocatori che sono pronti per essere convocati. Devo scegliere qualcuno".

CRITICHE - "Per me non è un problema, quando si va male la stampa critica. Noi abbiamo un progetto e abbiamo bisogno di tempo. Ho visto che siamo nella direzione giusta. Contro lo Sparta Praga abbiamo fatto male, ma negli allenamenti stiamo facendo passi in avanti".

RAPPORTO COI GIOCATORI - "Prima della gara abbiamo sempre parlato con i singoli calciatori, lo stesso faccio dopo la gara. Quando un calciatore sbaglia non è un problema, ma deve capire l'errore e cambiare modo di fare. Quando la mente del calciatore è aprte per me va bene. Io voglio ascoltare i miei giocatori, soprattuto quando hanno buoni argomenti".

I RISCHI - "Le due squadre vogliono vincere ogni partita. Per me sono due formaizoni con molta qualità, è solo una questione di tempo affinché entrambe errivino a buoni livelli".

MORATTI - "La prima volta che sento parlare del suo ritorno. A me non serve a nulla sentire ciò, sto preparando una partita molto importante per noi: quando ci sono speculazioni a me non serve. Se è una cosa reale il discorso è diverso. Ma ora dobbiamo stare concentrati per la gara di domani".

BROZOVIC - "Tutti i miei giocatori devono capire che i social sono molto importanti e pericolosi. Per me lui deve capire quando usarli, in questo momento non è giusto utilizzarli come sta facendo. Questa cosa riguarda anche altri giocatori: mi è capitato anche all'Ajax, quando il mio portiere usò i social a fine primo tempo".

GRUPPO SACCATO - "Vogliamo vincere sempre ogni partita, ma in alcuni momenti devo scegliere per il meglio dei miei giocatori. Devo vedere sempre come stanno fisicmente i miei giocatori, in questo momento non tutti possono giocare ogni tre giorni. Gli allenamenti influiscono nella testa, nel fisico e nella tattica. Quando è troppo per i singoli calciatori rischiamo qualche infortunio".

 

 

M.D.A.




Commenta con Facebook