• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma, Batistuta: "Che rabbia vedere Totti in campo!" E su Higuain e Icardi...

Roma, Batistuta: "Che rabbia vedere Totti in campo!" E su Higuain e Icardi...

Il 'Re Leone' è a Firenze per una partita benefica


Gabriel Batistuta (Getty Images)
Andrea Corti (@cortionline)

30/09/2016 17:22

ROMA BATISTUTA TOTTI HIGUAIN ICARDI / FIRENZE - E' stato di sicuro uno dei giocatori simbolo della storia della Fiorentina, e quando torna a Firenze per Gabriel Batistuta è sempre un bagno di folla. Il 'Re Leone', nel corso della presentazione di una partita di beneficienza prima della quale gli verrà conferita la cittadinanza onoraria, ha parlato a 360 gradi, a partire dallo straordinario momento del quarantenne Francesco Totti, suo ec compagno in giallorosso, che sta monopolizzando le news Roma di questi giorni. Queste le parole di Batistuta, riportate da 'gazzetta.it' "Vedere giocare ancora Francesco mi fa rabbia (ride, ndr). Francesco è un grande, come ragazzo e come giocatore. Come calciatore lo conoscono tutti, come uomo lo conoscono in pochi, io sono fortunato in questo e posso dire che è una brava persona".

ARGENTINI - Poi Batistuta ha parlato di due suoi connazionali grandi protagonisti in campo e nell'ultima sessione di calciomercato: "Higuain il mio erede? Lo dice la stampa. Io sono stato io e sono felice di essere stato quello che sono stato. Forse Higuain è meglio, forse peggio, non lo so. Quanto a Icardi, non possono giocare tutti in nazionale. In questo momento non ha posto, anche se è un grandissimo, ma non lo ha neanche Tevez. Purtroppo questo è il calcio, non si può giocare solo con gli attaccanti".

FIRENZE - "Invitarmi a Firenze è stato facile. Per me è sempre un piacere essere qua, mi sento a casa. L'ho detto più volte. Ora devo provare a giocare lunedì, ci proverò. Entrare al Franchi mi farà venire un'altra volta la pelle d'oca come quando ero giocatore. Spero di trovare tanta gente e che lo stadio sia pieno. Sono felicissimo e non vedo l'ora che arrivi lunedì per diventare cittadino fiorentino. Una cosa che ho sempre sognato e che mi emoziona. Proverò a parlare lunedì ma non so se ci riuscirò".




Commenta con Facebook