• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus, Dani Alves: "Sono qui per la Champions. Troppa pressione su Higuain"

Juventus, Dani Alves: "Sono qui per la Champions. Troppa pressione su Higuain"

Ecco le parole del difensore di Allegri, che ha le idee chiare sugli obiettivi stagionali


Dani Alves ©Getty Images

30/09/2016 13:52

SERIE A JUVENTUS CHAMPIONS DANI ALVES / TORINO - Nell'ultimo turno, contro la Dinamo Zagabria, la Juventus ha ottenuto la prima vittoria stagionale in Champions League, dopo il pareggio dell'esordio casalingo. Di questo e delle prospettive dei bianconeri ha parlato a 'Sky Sport' il difensore ex Barcellona, Dani Alves: "Siamo in grado di vincere questa Champions League. Sono venuto qui a Torino proprio per dare una mano ai bianconeri per vincere questo trofeo. La Champions è però una competizione nella quale ogni dettaglio dev'essere curato. Proprio per questo è necessario migliorare sotto alcuni aspetti. Sappiamo bene cosa dobbiamo fare quando scendiamo in campo".

HIGUAIN - "E' un giocatore in grado di fare la differenza, perché i numeri parlano per lui. E' sbagliato però addossare un peso eccessivo sulle spalle di un solo giocatore. Siamo un gruppo con tanti bravi calciatori e per questo non puntiamo sul solo Higuain. Ovvio però che lui possa farci fare il salto di qualità".

FILM - "Se fosse un film, la Juventus sarebbe di genere avventura, dal momento che per avventura intendo voglia di migliorarsi. Questa Juventus vuole farlo giorno dopo giorno".

LIGA-SERIE A - "Per me il calcio è uguale ovunque. La differenza tra serie A e Liga è l'organizzazione tattica, che qui è molto rigorosa. Tutte le squadre lavorano molto difensivamente e per questo vincere è difficile".

STILE - "Normalmente giocavo a quattro e ora a tre, dunque devo adattarmi ma continuerò a insistere. Faccio parte della squadra, lavoro bene e mi metto a disposizione".

L.I.




Commenta con Facebook