• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > I Craque del momento > I CRAQUE DEL MOMENTO - Glik, a Montecarlo non ha perso il vizietto

I CRAQUE DEL MOMENTO - Glik, a Montecarlo non ha perso il vizietto

L'ex difensore del Torino continua a fare gol anche al Monaco


Kamil Glik © Getty Images
Maurizio Russo

29/09/2016 12:55

I CRAQUE DEL MOMENTO GLIK MONACO / MONTECARLO - Quando di mestiere fai il difensore, il tuo compito principale sarebbe quello di non far segnare gli avversari. Ma la storia del calcio presenta diversi esempi di difensori-goleador che spesso risultano decisivi anche in fase offensiva. Uno di questi è Kamil Glik: il centrale polacco del Monaco nella stagione 2014-15, quando vestiva la maglia del Torino, andò vicino a battere il record di reti realizzate in Serie A da un difensore stabilito da Marco Materazzi, fermandosi però a quota 7 soprattutto perché non tirava i calci di rigore. E il passaggio dall'Italia alla Francia la scorsa estate non ha fatto perdere a Glik il suo 'vizietto': in questo avvio di stagione con il club del Principato sono già tre i gol realizzati dall'ex barese.

DUE GOL (E MEZZO) IN TRE GIORNI - Nell'ultima settimana Kamil Glik è stato tra gli assoluti protagonisti sul panorama calcistico internazionale. Dapprima è stato decisivo nella vittoria in rimonta in Ligue 1 contro l'Angers: con un destro in mischia sugli sviluppi di un calcio d'angolo ha siglato il gol del pareggio e poi di testa su un calcio di punizione ha propiziato l'autogol che è valso il 2-1 finale. Ma la vera perla l'ha riservata per la vetrina più prestigiosa: la Champions League. All'ultimo minuto di recupero del match casalingo contro il Bayer Leverkusen il difensore polacco, trasformatosi in attaccante, ha raccolto un pallone al limite dell'area e l'ha scagliato con un esterno destro a giro sotto l'incrocio dei pali. Un pareggio che permette al Monaco di restare primo nel suo girone.

CHAMPIONS NEL DESTINO - A 28 anni Glik è finalmente riuscito a coronare il sogno di ogni calciatore di giocare la Champions League. Una competizione che, se si guarda all'ultima sessione di calciomercato, era proprio nel destino del polacco. Accasatosi già a luglio al Monaco, l'ex difensore del Torino aveva avuto ad inizio estate altre proposte estere, sempre di club che militano nella massima competizione europea: dai turchi del Besiktas agli inglesi del Leicester




Commenta con Facebook