• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > PAGELLE E TABELLINO DI DINAMO ZAGABRIA-JUVENTUS

PAGELLE E TABELLINO DI DINAMO ZAGABRIA-JUVENTUS

Dybala si sblocca e i neo acquisti Pjanic, Higuain e Alves regalano il primo successo in Champions alla Juventus


Higuain ©Getty Images
Davide Ritacco

27/09/2016 22:40

ECCO LE PAGELLE DI DINAMO ZAGABRIA-JUVENTUS

 

DINAMO ZAGABRIA

Semper 4,5 – Male sul tiro deviato di Alves, incerto sul gol primo gol di Pjanic ma anche sul destro di Higuain non è perfetto. Il siluro di Dybala è imparabile. Si parla molto bene di lui ed il futuro sarà dalla sua parte, stasera però, ha lasciato molto a desiderare.

Situm 5,5 – E’ meno difensore ed infatti quando può spingere le sue qualità da ala pura si intravedono ma non è abbastanza.  

Sigali 4,5 – Viene ingannato dal rimbalzo del pallone e dal mancato intervento di Schildenfeld ma il suo errore spiana la strada a Pjanic e fa saltare tutti i piani della Dinamo.

Schildenfeld 4 – Clamoroso il buco che porta al gol di Pjanic, poco dopo rischia di riscattarsi colpendo la traversa con un colpo di testa. Continua a fare errori gravi per tutta la partita.  

Pivaric 5 – Dalla sua parte imperversano Dani Alves, Khedira e volte Dybala e per questo la sua serata è un incubo.

Antolic 5,5 – Il capitano è l’ultimo a mollare. E’ un lottatore nato e prova a pressare tutti ma è troppo solo. Dal 72’ Machado 5,5 – Il portoghese escluso un po’ a sorpresa alla vigilia entra in un momento molto difficile con la squadra demoralizzata.    

Benkovic 5 – Il giovane di belle speranze, parte bene da centrocampista ma dopo il vantaggio bianconero si abbassa come difensore centrale dove ha giusto il tempo di perdersi Higuain per il secondo gol juventino.    

Jonas 4,5 – E’ talmente impalpabile che Sopic lo toglie dal campo dopo tre minuti dall’inizio del secondo tempo. Evidentemente il suo atteggiamento non è stato convincente. Dal 48’ Folic 5 – Il suo ingresso non sposta certo gli equilibri ma è quantomeno più mobile di chi lo ha preceduto.  

Fernandes 5 – Prestazione incolore per l’attaccante cileno. Non riesce a superare quasi mai Evra. Dal 58’ Hodzic 5 – Rientra dopo un lungo stop. Sarebbe il bomber della squadra ma nessuno se ne accorge.

Soudani 5,5 – E’ il più frenetico degli attaccanti della Dinamo. Lotta da solo contro tutta la difesa bianconera riuscendo anche a tenerli sotto pressione anche se non conclude mai.   

Pavicic 5 – Praticamente inesistente. Barzagli si diverte con lui anticipandolo a piacimento.  

All. Sopic 5 – L’allenatore con la valigia (allenatore in seconda del dimissionario Kranjar dovrebbe lasciare spazio a Penev) al suo esordio in Champions, ha già fatto scelte specifiche e importanti: fuori la stellina Coric (non soddisfatto dal suo atteggiamento) e dentro una squadra sempre giovane ma con maggiore grinta. Per sua sfortuna incontra una Juventus agguerrita e affamata e dopo mezz’ora è già sotto di due reti. Temendo una goleada prova a cambiare qualcosa ma l’atteggiamento difensivo non basta e la squadra si demoralizza immediatamente.   

 

JUVENTUS

Buffon 6 – Poco, pochissimo lavoro per lui, piccolo spavento sulla traversa di Schildenfeld poi nulla più.

Barzagli 6,5 – Deve controllare Pavicic ma dalla sua zona non passa mai nessuno, quando ci provano mette in mostra la sua classe ed esperienza facendo desistere anche i più impavidi. Dal 68’ Pjaca 6,5 – Entra fra gli applausi dei suoi ex tifosi e l’aria di casa gli fa mettere in mostra tutte le sue qualità in quello che fino a pochi mesi fa era il suo stadio.

Bonucci 6,5 – Da un suo classico lancio di 50m nasce il gol di Pjanic. Si prende cura di Soudani non lasciandogli un metro.  

Chiellini 6,5 – Non ha un gran da fare ma è molto reattivo e attento e dimostra di aver mollato gli ormeggi dopo un inizio di stagione un po’ ancorato.

Dani Alves 6,5 – Supporta la manovra dando respiro sulla destra del quale come spesso gli capita è il padrone. Quando Allegri passa al 4-3-3 si gestisce bene con Cuadrado e trova il secondo gol consecutivo con deviazione.  

Khedira 6 – In una serata abbastanza tranquilla, il tedesco si prende qualche pausa di troppo. Spreca anche qualche occasione sotto porta. Poco lucido.

Hernanes 6 – E’ lì in cabina di regia che il brasiliano vuole emergere ed proprio lì dove si dirige il gioco che Allegri ha bisogno di un faro in attesa del rientro di Marchisio ma al di là della buona volontà manca ancora qualcosa.

Pjanic 7,5 – E’ tra i più attesi nelle fila bianconere e non tradisce: gol e assist (e che assist). Da mezz’ala sinistra si sente più a suo agio. Allegri disegna per lui un ruolo specifico liberandolo da marcature e spostandolo qualche metro più avanti, quasi a ridosso delle punte. Lascia il campo per un piccolo risentimento. Dal 46’ Cuadrado 6 – Schierato da interno di centrocampo non sfigura anche se non può dare sfogo alla sua velocità ed infatti con l’ingresso di Pjaca, Allegri sperimenta il 4-3-3.   

Evra 6,5 – Insuperabile. Bella prova tonica ed ha pure la forza di attaccare alto mettendo pressione agli avversari.   

Dybala 7 – Si sblocca e lo fa in un modo meraviglioso: sinistro angolato da circa trenta metri. Un’ulteriore buona notizia per i tifosi Juventini che adesso possono contare anche sul ritorno del loro bomber.   

Higuain 7 – Arriva il primo gol in Champions con la maglia della Juventus che è anche il primo gol in trasferta della stagione. Bellissima la rete con stop e tiro al volo. Il pipita sa fare tutto e duettare bene con i compagni, a dimostrazione che l’affiatamento sta crescendo sempre più. Dal 68’ Mandzukic 6 – Altro ex della partita, ex compagno anche di Sopic allenatore della Dinamo. Avrebbe l’occasione di fare male alla ‘sua’ Dinamo ma calcia male sotto porta.  

All. Allegri 6,5 – Dopo aver richiamato tutti all’ordine in conferenza stampa, rilancia Dybala e lascia fuori Alex Sandro per equilibrare la squadra e scivolare alla difesa a 4. Il coefficiente di difficoltà del match non è elevatissimo ma le intuizioni di Pjanic (più vicino alla porta) e la novità Cuadrado da interno fanno passare una serata tranquilla e trovare i primi tre punti in questa Champions. Ha avuto tutte le risposte che voleva concedendo anche la passerella a Pjaca e Mandzukic: il ritorno al gol di Dybala, la rete in trasferta di Higuain, rete inviolata ma soprattutto i primi punti pesanti in Champions. Piccolo campanello d’allarme è lo stop di Pjanic.

 

Arbitro: Moreira de Sousa 6,5 – Gara molto semplice da arbitrare. Non deve rincorrere nemmeno ai cartellini per gestire una gara correttissima. Dubbi di posizione di off-side sia di Pjanic che di Higuain in occasione dei primi due gol ma entrambe le segnature sono regolari.

 

TABELLINO

DINAMO ZAGABRIA-JUVENTUS 0-4

Dinamo Zagabria (4-3-3): Semper; Situm, Sigali, Schildenfeld, Pivaric; Antolic (dal 73’ Machado), Benkovic, Jonas (dal 48’ Fiolic); Soudani, Fernandes (dal 58’ Hodzic), Pavicic. A disp.: Livakovic, Henriquez, Gojak, Peric. All.: Sopic.

Juventus (3-5-2): Buffon; Barzagli (dal 68’ Pjaca), Bonucci, Chiellini; Dani Alves, Khedira, Hernanes, Pjanic (dal 46’ Cuadrado), Evra; Dybala, Higuain (dal 71’ Mandzukic). A disp.: Neto, Alex Sandro, Lemina, Sturaro. All.: Allegri

Arbitro: Manuel Jorge Neves Moreira de Sousa (POR)

Marcatori: 24’ Pjanic (J), 31’ Higuain (J), 57’ Dybala (J), 85’ Semper (aut.) (J)

Ammoniti: -

Espulsi: -




Commenta con Facebook