• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Italians & Passengers > ITALIANS - Rossi in versione 'Pepito'. Sirigu e Nocerino: profondo rosso

ITALIANS - Rossi in versione 'Pepito'. Sirigu e Nocerino: profondo rosso

Le pagelle e i top/flop del fine settimana dei giocatori e allenatori italiani all'estero


Giuseppe Rossi ©Getty Images
Michele Furlan (Twitter: @MicheleFurlan1)

27/09/2016 17:37

ITALIANS PAGELLE GIOCATORI ITALIANI ESTERO EX STRANIERI SERIE A / ROMA - Torna su Calciomercato.it l'appuntamento settimanale con Italians: ecco le pagelle dei giocatori e principali allenatori italiani all'estero e i top ed i flop dell'ultimo turno di campionato. Questa settimana al top Nicola Sansone col suo Villarreal. Benissimo anche Graziano Pellé mattatore con lo Shandong Luneng, così come Giuseppe Rossi e il suo Celta Vigo. Disastro Ogbonna e Conte. Malissimo anche Thiago Motta. Follie di Sirigu e Nocerino: entrambi espulsi direttamente per due gomitate. 

 

ITALIANS - LE PAGELLE DEI GIOCATORI ITALIANI ALL'ESTERO

 

PREMIER LEAGUE


ANGELO OGBONNA (West Ham): 4 - Il West Ham sta attraversando un periodo da incubo. Nello 0-3 interno col Southampton il centrale ex Juventus è autore di una prova disastrosa. Disattento in marcatura e sempre in ritardo, viene infilato costantemente dall'attacco dei 'Saints'. 

SIMONE ZAZA (West Ham): 5,5 - La discontinuità nel corso della gara lo penalizza. Però sta cambiando atteggiamento: lotta e ci prova sempre, tanto che nella ripresa va anche vicinissimo al gol. E' sulla buona strada. 

NON HANNO GIOCATO: Matteo Darmian (Manchester United), Stefano Okaka (Watford), Fabio Borini (Sunderland), Vito Mannone (Sunderland).


DALLA PANCHINA:

ANTONIO CONTE (Chelsea): 4,5 - Seconda sconfitta di fila in campionato per il Chelsea di Antonio Conte. 'Blues' irriconoscibili all''Emirates' contro l'Arsenal: 3-0 frutto di una difesa allegra a dir poco e di un attacco sterile. 

CLAUDIO RANIERI (Leicester): 5 - Brutto ko del suo Leicester in casa del Manchester United. I valori in campo sono diversi, ma l'allenatore romano non sta riuscendo a tenere la giusta tensione dopo il clamoroso titolo dello scorso anno. Troppe distrazioni in difesa. 

FRANCESCO GUIDOLIN (Swansea): 5,5 - Lo Swansea cede in casa contro il Manchester City. I 'Citizens' di Guardiola sono nettamente più forti ma hanno sofferto non poco contro i 'Jacks' di Guidolin, che hanno mostrato un animo pugnace ma allo stesso tempo troppo discontinuo nell'arco dei 90'.

WALTER MAZZARRI (Watford): 5,5 - Il suo Watford ci prova ma non è determinato come quando ha steso il Manchester United di José Mourinho. I suoi 'Hornets' vengono stesi da un Burnley maggiormente motivato e che gioca una partita di intensità superiore. 


LIGUE 1

THIAGO MOTTA (Psg): 5 - Entra al minuto 70 e involontariamente affossa il suo Psg, già sotto di un gol a Tolosa. Il suo controllo difettoso su un comodo appoggio da rimessa laterale, infatti, lancia a rete Durmaz che chiude la gara. La squadra di Emery era anche in 10 uomini. 

NON HANNO GIOCATO: Marco Verratti (Psg), Morgan De Sanctis (Monaco), Andrea Raggi (Monaco), Mario Balotelli (Nizza).


BUNDESLIGA

GIULIO DONATI (Mainz): 5,5 - Ha sulla coscienza la rete del 3-2 del Chicharito Hernandez che gli scappa alle spalle. Per il resto una partita appena al di sotto della sufficienza: troppo timido quando si sgancia, non è certamente il peggiore in difesa. 

VINCENZO GRIFO (Friburgo): 6 - Pronti via e ha subito una grande occasione per sbloccare la gara ma non riesce a sfruttarla. Per il resto è sempre tra i migliori per atteggiamento e qualità del fraseggio, nonostante il 3-1 incassato. 

NON HANNO GIOCATO: Gianluca Curci (Mainz), Luca Caldirola (Werder Brema).


DALLA PANCHINA

CARLO ANCELOTTI (Bayern Monaco): 6,5 - Ha il merito di aver rilanciato alla grande Franck Ribery. Il suo Bayern gioca un grande calcio contro l'Amburgo e l'1-0 striminzito è frutto solamente dei tanti errori sotto misura. Le chiacchiere stanno a zero: primo a punteggio pieno dopo 5 giornate. 


LIGA


SALVATORE SIRIGU (Siviglia): 4 - Parte con una bella parata su Inaki Williams, poi non ha particolari colpe sulle due reti avversarie. Folle il gesto che porta al 3-1 dell'Athletic Bilbao: reazione con gomitata sulla schiena di Aduritz. Risultato? Rigore, rosso diretto e 3-1 avversario. 

ROBERTO SORIANO (Villarreal): 6,5 - Già un fedelissimo di Fran Escribà. Parte dalla fascia sinistra e si accentra costantemente creando grattacapi ai difensori dell'Osasuna e causando anche il calcio di rigore che porta al 2-0. Orgoglio azzurro nella Comunitat Valenciana. 

NICOLA SANSONE (Villarreal): 7 - Avvio di stagione splendido, quello di Nicola Sansone con la maglia del Villarreal. Quando sembra che la sceni gliela debba portare via Pato ecco che ci pensa lui a chiudere l'incontro con un pallonetto delizioso. E' già idolo del 'Mestalla'.

GIUSEPPE ROSSI (Celta Vigo): 7 - Il Celta Vigo rischia più volte di capitolare in casa dell'Espanyol. Al 70' però entra Giuseppe Rossi e non si fa pregare. Allo scadere, infatti, regala la vittoria ai galiziani con un tocco sotto beffardo sull'uscita del portiere Lopez. E' tornato 'Pepito'.

CRISTIANO PICCINI (Betis Siviglia): 6 - Attento e diligente in difesa, meno propositivo in fase offensiva. Nell'1-0 del suo Betis contro il Malaga offre una prestazione solida, con qualche crepa nella ripresa dovuta alla stanchezza. Sicuramente sufficiente.

NON HANNO GIOCATO: Alessio Cerci (Atletico Madrid), Daniele Bonera (Villarreal), Alberto Brignoli (Leganes). 

 

RESTO DEL MONDO

DOMENICO CRISCITO (Zenit): 6 - Il suo Zenit pareggia clamorosamente con l'Anzhi Makhachkala dopo essere stato sul doppio vantaggio. Lui ha pochi demeriti: entrambe le reti sono frutti di errori madornali di Neto prima e Witsel poi. Criscito rimane il perno della difesa di Lucescu. 

SALVATORE BOCCHETTI (Spartak Mosca): 5,5 - Lo Spartak cade in casa contro l'Ufa. Il centrale italiano si mostra più interessato a segnare la rete del pareggio che non a salvare l'eventuale raddoppio. Vedendo il collega di reparto Kutepov, però, può tranquillamente permetterselo. 

CRISTIAN PASQUATO (Krylya Sovetov Samara): 5,5 - Qualche pallone illuminante dei suoi per Mbakogu ma per il resto si dimostra apatico come la partita stessa. Poche emozioni, doveva fare di più considerato il talento a disposizione. 

GIANDOMENICO MESTO (Panathinaikos): 5,5 - Anche lui poteva fare di più così come tutto il Panathinaikos di Stramaccioni che pareggia 0-0 in casa del Panetolikos. Qualche discesa sulla fascia, qualche buon pallone ma non è sufficiente per provare a sbloccare il risultato. 

LUCA MARRONE (Zulte Waregem): 6 - Deve ancore entrare nei meccanismi di squadra e patisce l'inizio choc. Nel secondo tempo però gioca bene come frangiflutti: lotta e si guadagna palloni, garantendo un buon filtro e permettendo le ripartenze dei suoi. 

ANDREA PIRLO (New York City Fc): 6,5 - Senza rubare l'occhio dimostra però di essere in buona forma e tutta la manovra del New York City Fc ne risente positivamente. Il 4-1 non è casuale: il pallone viaggia veloce e le idee dell'ex Milan e Juventus contribuiscono. 

MARCO DONADEL (Montreal Impact): 6 - Corre per tre nella sconfitta contro i New York Red Bulls. Non sempre lucidissimo, dimostra però di essere volenteroso inseguendo ogni pallone e avversario. Immancabile il cartellino giallo. 

MATTEO MANCOSU (Montreal Impact): 5,5 - Entra al 68' e non riesce a cambiare la partita. Non ha grosse chance a disposizione contro una squadra che corre di più e che si difende con grande ordine. 

ANTONIO NOCERINO (Orlando City): 4 - Il D.C. United travolge 4-1 l'Orlando City. L'ex centrocampista del Milan la combina grossa al 66' rifilando una gomitata in pieno petto a Mullins. Rosso diretto da parte dell'arbitro, distante pochi metri. Gesto veramente inspiegabile. 

GRAZIANO PELLE' (Shandong Luneng): 7 - Migliore in campo dei suoi nella vittoria esterna contro il Beijing Guoan. Corre e apre tantissimi varchi, apre le marcature segnando l'1-0 dopo aver dettato un gran movimento. Nella ripresa si vede meno ma è fondamentale nel guadagnarsi il calcio di rigore che porta alla vittoria. 


NON HANNO GIOCATO: Ezequiel Schelotto (Sporting CP), Nicola Leali (Olympiacos), Sebastian Giovinco (Toronto Fc).

 

DALLA PANCHINA:

MASSIMO CARRERA (Spartak Mosca): 5,5 - La prima sconfitta dell'ex Juventus alla guida dello Spartak Mosca è piuttosto sfortunata. Tante le occasioni per pareggiare il gol dell'Ufa, frustrate dai legni o dalla bravura del portiere avversario. C'è da dare una registrata in difesa anche se il primato in classifica ancora regge. 

ANDREA STRAMACCIONI (Panathinaikos): 5,5 - Il Panetolikos è una squadra difficile da decifrare e Stramaccioni riesce a strappare solamente un pareggio a reti bianche. Anche lui poteva fare di più nonostante le diverse occasioni create e sfruttate male. Lo zero a zero non inficia l'ottima partenza. 


ITALIANS - TOP E FLOP 3 ITALIANI ALL'ESTERO

TOP

NICOLA SANSONE (Villarreal): 7

GIUSEPPE ROSSI (Celta Vigo): 7

GRAZIANO PELLE' (Shandong Luneng): 7

FLOP

ANGELO OGBONNA (West Ham): 4

ANTONIO NOCERINO (Orlando City): 4

SALVATORE SIRIGU (Siviglia): 4




Commenta con Facebook