• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Napoli-Benfica, Sarri ha 'trovato' il nuovo bomber

Napoli-Benfica, Sarri ha 'trovato' il nuovo bomber

Il tecnico dei partenopei in conferenza stampa alla vigilia dell'atteso match di Champions League


Sarri ©Getty Images
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

27/09/2016 15:32

DIRETTA CONFERENZA STAMPA SARRI NAPOLI BENFICA LIVE / CASTEL VOLTURNO - Dopo il 2-1 a Kiev contro la Dinamo, il Napoli è pronto per la seconda gara della fase a gironi della Champions League. L'avversario di domani dei partenopei, sarà il Benfica di Rui Vitoria. Il tecnico degli azzurri, Maurizio Sarri, è protagonista della consueta conferenza stampa delle vigilia che Calciomercato.it ha seguito per voi.

Il tecnico azzurro parla delle news Napoli partendo dalle condizioni del gruppo: "Credo che i ragazzi siano pronti, difficile in questo momento della stagione accusare le tre partite. Sanno le difficoltà delle partite ma sono pronti. Oggi sarà l'allenamento importante". 

BENFICA - "E' una squadra forte, non li ho mai visti in affanno. Hanno grande tecnica, grande gestione della palla ma non solo questo: hanno un ottimo livello di organizzazione con una fase offensiva molto codificata. Si sta parlando di una delle squadre al top europeo, lo scorso anno hanno fatto tremare il Bayern Monaco: è una partita insidiosa, pericolosa, ma noi dobbiamo fare la meglio quello che sappiamo fare senza porci troppe domande". 

CRESCITA - "Sicuramente dobbiamo crescere e abbiamo margini di miglioramento enorme e mi aspetto passi avanti". 

TIFOSI ALLO STADIO - "C'è da dire poco ai tifosi del Napoli: ci hanno sempre aiutato, continueranno a farlo, domani facciamo affidamento su di loro perché è una partita difficile ma è inutile chiederlo perché ce la daranno a prescindere". 

OTTIMA PARTENZA - "La premessa è difficile da mantenere: bisogna vincere le prossime due in casa e in campionato mancano 32 partite. Le classifiche a questo punto hanno poco significato: lo scorso anno in campionato era in testa l'Inter largamente e poi la stagione è andata in maniera diversa. Se si parte sulla carta, la Juventus è palesamente la favorita allo Scudetto ma siamo qui a parlare di Champions. Loro sono stati sfortunati contro il Besiktas". 

PRIORITA' CHAMPIONS - "Vediamo l'allenamento di oggi e le valutazioni mediche su come sono usciti i calciatori dalla partita di sabato e poi vedremo le decisioni finali. L'allenamento di oggi è determinante ma voglio parlare con lo staff medico per avere dei riscontri sul grado di recupero su chi ha giocato sabato". 

PORTOGALLO VS ITALIA - "Gli ultimi risultati dicono che sono avanti, ma il livello medio del calcio italiano è superiore di quello portoghese. Loro hanno squadra di grande livello europeo e quando si gioca con una delle tre grandi di Portogallo sono sempre partite difficili". 

GONZALO GUEDES - "Hanno due difensori centrali che impostano l'azione, centrocampisti in grado di gestire la palla a livello elevato, molto talentuosi. Non sarà facile tenere in mano la partita, loro davanti un attaccante giovane che mi piace tantissimo e che mi ha fatto un'impressione straordinaria, Gonzalo Guedes".

PIU' SQUADRA - "Non è che noi giocavamo per Higuain, lui ha la capacità di essere catalizzatore di gioco, si fa cercare continuamente dalla squadra. Ora si deve giocare in maniera diversa negli ultimi 25 metri e per ora i ragazzi lo stanno facendo abbastanza bene, le nuove richieste mi sembra siano state assorbite: siamo a buon punto, ma ho sempre la speranza di avere tantissimi margini di miglioramento dal punto di vista tecnica, tattico e della personalità". 

 




Commenta con Facebook