• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI CAGLIARI-SAMPDORIA

PAGELLE E TABELLINO DI CAGLIARI-SAMPDORIA

Viviano, che papera! Rientro da favola per Melchiorri. Joao Pedro e Padoin i migliori


Padoin ©Getty Images
Valerio Pantone

26/09/2016 23:01

Ecco le pagelle di CAGLIARI-SAMPDORIA:

 

CAGLIARI

Storari 6 – Si fa trovare pronto al 25esimo dalla traiettoria velenosa di Cigarini da circa trenta metri, poi un contrasto con Muriel lo costringe a lasciare il campo anzitempo. Sfortunato. Dal 33’ Rafael 6 – Qualche brivido di troppo con il pallone tra i piedi, non può nulla sul gol dell’1-1 di Bruno Fernandes. Poco impegnato dagli avversari.

Pisacane 6 – Bloccato nella linea difensiva, chiude bene tutti i varchi agli avanti blucerchiati che provano a sfondare nella sua fascia di competenza.

Ceppitelli 6,5 – Si oppone alla grande sul tentativo sottomisura di Quagliarella, disimpegnandosi sempre molto bene anche nelle situazioni più complicate.

Bruno Alves 6,5 – Ormai non è più una notizia il suo voto in pagella. Muro invalicabile della difesa sarda e già idolo del Sant’Elia, il portoghese telecomanda quasi con il joystick i suoi compagni di reparto, Murru a parte, che non sbagliano niente.

Murru 5 – Impegna in avvio di gara Viviano con un bolide dalla distanza, poi però rischia tantissimo trattenendo leggermente Alvarez nella propria area di rigore. Dalla sua fascia arriva anche il pari momentaneo di Bruno Fernandes.

Isla 6,5 – Innesca subito un’ottima chance per Sau, confermando i progressi delle ultime settimane, Juventus a parte. Nella ripresa avvia un’ottima ripartenza per Tachtsidis che però calcia alto.

Tachtsidis 6 – La vivacità di Alvarez gli complica non poco la serata. Il greco, infatti, fatica ad impostare la manovra anche se è bravo a non farsi mai trovare fuori posizione. Da un suo lancio ha il via l’azione del vantaggio sardo.

Padoin 7 – Guardingo per lunghi tratti della prima frazione, si accende improvvisamente al 38esimo, prima beffando Pereira sull’out di destra e poi servendo a Joao Pedro una palla al bacio da spingere in fondo al sacco. Gran merito del gol, in pratica, è suo. Tatticamente prezioso.

Joao Pedro 7 – Un altro giocatore rispetto all’infausta trasferta di Torino, entra immediatamente nel vivo del gioco, regalando anche diverse giocate interessanti. Piomba come un falco sull’assist invitante di Padoin, firmando così la sua prima rete in campionato. Dall’83’ Barella s.v.

Sau 6 – Non la sua prestazione migliore da inizio stagione, specie al Sant’Elia, si guadagna la fascia da capitano, affidatagli da Rastelli in settimana, con una prova tutta sostanza e sacrificio. Dal 74’ Melchiorri 7 – Torna dopo cinque mesi di stop e alla prima occasione non perdona il clamoroso svarione di Viviano, regalando la vittoria in extremis al Cagliari. Rientro da favola.

Borriello 6 – Lotta molto con i centrali sampdoriani che non gli concedono grandi chance per andare a rete. Viste le difficoltà della partita, si rende utilissimo nel tenere alta la squadra e nel favorire gli inserimenti senza palla dei centrocampisti.

All. Rastelli 6,5 – Dopo lo batosta di Torino, la sua squadra riparte dal successo con l’Atalanta dimostrando di essere tutt’altra squadra davanti i propri tifosi. Nel finale però cala visibilmente e soltanto la papera di Viviano gli permette di centrare la seconda vittoria casalinga di fila. Quando la fortuna aiuta gli audaci…

 

SAMPDORIA

Viviano 4 – Reattivo sul tentativo dalla distanza di Murru, non riesce ad opporsi al tiro sottomisura di Joao Pedro che porta in vantaggio il Cagliari. Incredibile l’errore nel finale che regala la rete da tre punti al Cagliari.

Pereira 5 – Poco intraprendente in fase di spinta, si fa saltare con troppa facilità da Padoin in occasione del vantaggio dei padroni di casa. Dal 75’ Budimir 5,5 – Lotta molto su ogni pallone ma incide poco.

Silvestre 5,5 – Molto concentrato nella marcatura su Borriello, arriva in leggero ritardo nella chiusura su Padoin, nell’azione dell’1-0. Non sempre impeccabile anche in anticipo sul numero undici rossoblu. Migliora nel finale di gara.

Škriniar 5 – Giampaolo lo promuove ancora titolare, ma anche stavolta si fa anticipare da Joao Pedro nel momento decisivo. Pericoloso in attacco sui calci da fermo, quando sembra di essere all’altezza della situazione delude (vedi Roma, Milan e Bologna).

Regini 5,5 – Sorpreso dalla partenza fulminea di Isla, si affaccia nella metà campo avversaria senza mai trovare la soluzione più azzeccata.

Linetty 5,5 – Troppo impreciso rispetto alle prime convincenti apparizioni, appare in leggero calo di condizione, un po’ come tutta la Samp. Nel finale di partita, risorge con l'assist vincente per Bruno Fernandes, ma non basta. 

Cigarini 5 – Rispetto a Torreira garantisce meno dinamismo in fase di interdizione ma allo stesso tempo più precisione nel fraseggio stretto, almeno nel primo tempo. Nella ripresa, infatti, abbassa troppo il ritmo e fa fatica.

Praet 5,5 – Impiegato nel ruolo di mezz’ala, prima a sinistra poi a destra, non incide come a Bologna, dimostrando di non aver ancora il giusto affiatamento con i compagni. Dall’80’ Bruno Fernandes 6,5 – Incide subito firmando la rete del momentaneo pareggio. L’erroraccio di Viviano strozza l’urlo del suo gol.

Alvarez 6,5 – Molto mobile su tutto il fronte offensivo, mette molta pressione a Tachtsidis che fatica a prendere il possesso del centrocampo. Prima dell’intervallo suggerisce Praet che per poco non trova il pareggio.

Quagliarella 5,5 – Ha una buona opportunità ma Ceppitelli è bravo a murarlo. L’unico squillo di una partita avara di sussulti degni del suo nome. Più combattivo nella seconda frazione ma non basta per raggiungere la sufficienza.

Muriel 5 – E’ l’incubo principale della difesa sarda che però per lunghi tratti dell’incontro lo controlla agevolmente. Il colombiano allora si innervosisce, vedi l’ammonizione quasi senza motivo, e così la sua prestazione delude. Dal 55’ Shick 6,5 – Gioca praticamente a tutto, cercando di darsi da fare come può. Riconquista, forse il fallo, il pallone dal quale inizia l’azione del pari di Fernandes.

All. Giampaolo 5,5 – A differenza delle ultime tre sconfitte, la sua squadra parte con il freno a mano tirato, ma quando sembra aver trovato le giuste contromisure si ritrova improvvisamente in svantaggio. Nella ripresa lo sciagurato svarione di Viviano gli nega la gioia del momentaneo pareggio. A questa Samp, di certo, la sfortuna non manca.

 

Arbitro Gavillucci 6 – Al nono corretta la posizione di off-side segnalata nei confronti di Joao Pedro, mentre al 30esimo resta qualche dubbio sul contatto in area cagliaritana tra Alvarez e Murru: il difensore sardo trattiene leggermente l’argentino che però si lascia andare con troppa facilità. L’arbitro lascia proseguire tra le timide proteste doriane. Nella ripresa Shick chiede un fallo di mano dopo un tiro dal limite dell’area, ma il replay sembra dare ragione al direttore di gara. A quattro minuti dal termine, il Cagliari protesta per il fallo di Shick ai danni di Barella non sanzionato dall’arbitro: nel proseguo dell’azione la Samp trova il pareggio.

 

TABELLINO

CAGLIARI-SAMPDORIA 2-1

Cagliari (4-3-1-2): Storari (dal 33’ Rafael); Pisacane, Ceppitelli, Bruno Alves, Murru; Isla, Tachtsidis, Padoin; João Pedro (dall’83’ Barella); Borriello, Sau (dal 74’ Melchiorri). A disp.: Colombo, Capuano, Bittante, Salamon, Di Gennaro, Munari, Giannetti. All. Rastelli.

Sampdoria (4-3-1-2): Viviano; Pereira (dal 75’ Budimir), Silvestre, Škriniar, Regini; Linetty, Cigarini, Praet (dall’80’ Bruno Fernandes); R. Álvarez; Muriel (dal 55’ Shick), Quagliarella. A disp.: Puggioni, Krapikas, Amuzie, Dodô, Eramo, Krajnc, Palombo, Torreira, Đuričić. All.: Giampaolo.

Arbitro: Gavillucci di Latina

Marcatori: 37’ Joao Pedro (C), 86’ Bruno Fernandes (S), 87’ Merlchiorri (C)

Ammoniti: 19’ Muriel (S), 49’ Skriniar (S), 65’ Cigarini (S), 69’ Isla (C)

Espulsi




Commenta con Facebook