• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Fiorentina-Milan, Montella risponde a Sousa: "Ha la cultura del sospetto!"

Fiorentina-Milan, Montella risponde a Sousa: "Ha la cultura del sospetto!"

Botta e risposta tra i due tecnici dopo il pareggio a reti inviolate


Sousa e Montella ©Getty Images

25/09/2016 23:06

FIORENTINA MILAN MONTELLA SOUSA / FIRENZE - Vincenzo Montella analizza il pareggio a reti inviolate tra Fiorentina e Milan. Il tecnico rossonero ha prima risposto alla polemica di Sousa. L'allenatore viola, infatti, si è lamentato per una mancanza di equità nell'analisi della moviola in televisione. Montella non è d'accordo: "Con Paulo c'è grande rispetto e stima professionale - dice a 'Premium Sport' - Mi sembra che abbia imparato benissimo la cultura del sospetto che c'è in questo paese e mi riferisco anche alle sue dichiarazioni sul calendario. Sarebbe più opportuno parlare di calcio come ci hanno detto di fare a Coverciano. Non entro in polemica perché non ho cultura del sospetto. Sono sorpreso dalle sue parole".

LA GARA - "E' stata una partita equilibrata, la Fiorentina ha fatto meglio in alcuni frangenti e soprattutto nel primo tempo, dove ci è mancato coraggio. Noi però abbiamo avuto più occasioni. Oggi avevamo un po' di timore ed eravamo passivi, nella ripresa le squadre si sono allungate e abbiamo fatto meglio. La partita l'ho vissuta insieme ai ragazzi come un esame universitario. Siamo promossi ma con un voto basso...".

TATTICA - "Oggi quando avevamo libertà mentale riuscivamo sempre a fare occasioni chiarissime. L'importante è puntare ad avere occasioni con più continuità. I terzini li abbiamo spesso molto alti e quindi a volte andiamo in difficoltà in fase difensiva. In alcune circostanze potevamo fare più pressione per agevolare la difesa".

MONTOLIVO - "Magari un po’ di applausi erano anche per lui e un po’ di fischi per me. Scherzi a parte, io sono sempre contento di tornare a Firenze, gli anni che ho passato qui sono stati ricchi di soddisfazioni".

MERCATO - "Se a gennaio arrivano nuovi calciatori, l'importante è che aumentino la qualità della squadra".

 

M.D.A.




Commenta con Facebook