• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI GENOA-PESCARA

PAGELLE E TABELLINO DI GENOA-PESCARA

Simeone da favola, Manaj riprende il Genoa. Edenilson e Pandev tradiscono Juric.


Rigoni © Getty Images
Davide Ritacco

25/09/2016 16:58

ECCO LE PAGELLE DI GENOA-PESCARA

 

GENOA

Perin 6 – Attento e concentrato. Non si fa sorprendere dalle rasoiate di Caprari. Anche quando il forcing del Pescara aumenta non si fa impressionare. Non può fare molto sul gol di Manaj.  

Izzo 6,5 – Molto bene in anticipo e nelle marcature preventive. Prova a pungere anche in avanti visto che la gara è bloccata.

Burdisso 6 – Il suo inizio di stagione è su ottimi livelli. Ha raggiunto una maturità che gli consente di gestire e comandare i compagni sia da leader difensivo che da capitano. Doveva però prestare maggiore attenzione su Manaj.

Gentiletti 6,5 – Da un suo anticipo secco nasce il gol di Simeone, ottima giocata e bell’assist.  

Edenilson 5 – Due falli ingenui che valgono un’espulsione che complicano i piani del Genoa e di Juric. Gara generosa ma con la squadra in vantaggio non doveva permettersi questa leggerezza.    

Rincon 6 – ‘El General’ comanda il centrocampo dei grifoni, pressando tutti e recuperando palloni importanti, specie dopo che il Genoa resta in 9.

Ntcham 5,5 – Una partita opaca. In mezzo al campo non dà lustro delle sue qualità sbagliando molti appoggi. Dal 46’ Pandev 4,5 – Buon ingresso in campo ma litiga ancora con il gol che ormai manca da quasi due anni. Non un buon segno per un attaccante, e poi un rosso inutile (per proteste) che lascia la squadra in 9. Tra l’altro, il fallo poteva starci, ma era stato lui a complicarsi la vita.    

Laxalt 6 – Solita corsa e intensità. Si è visto meno in fase offensiva anche perché la squadra è costretta a difendere ma è l’unico contropiedista con la squadra in 9.

Rigoni 6 – E’ l’incursore per eccellenza. Ad ogni pallone recuperato si butta in avanti creando sempre la giusta superiorità numerica. Leggermente penalizzato dai pochi spazi aperti dai compagni.  

Simeone 7 – Un pallone un gol. Alla prima vera occasione va subito in rete. Il giovane ‘cholito’ sblocca il match con una rete da attaccante puro. Sacrificato per l’espulsione di Edenilson. Dal 76’ Munoz 5,5 – Entra per alzare il muro difensivo per proteggere il prezioso vantaggio ma non ci riesce.    

Ocampos 6 – Stava giocando con molta voglia e la prima occasione della partita con ‘giallo’ annesso è stata sua. Sfortunato infortunio. Dal 20’ Gakpé 5,5 – Non benissimo. Dapprima entra a freddo ma anche una volta riscaldato non si vede molto in campo.

All. Juric 6 – Gioca contro una delle squadre che nello scorso campionato di B lo ha messo più in difficoltà. Sfortunato con i cambi viene tradito da Edenilson, Pandev e l’arbitro. Finisce in affanno e si rammarica per una vittoria alla portata. Lui e Oddo sono due allenatori speculari e molto preparati dal sicuro avvenire.  

 

PESCARA

Bizzarri 5,5 – Non va subito a terra sulla rasoiata  di Simeone. Attento per il resto del match.

Zampano 6 – E’ sua la ‘parata’ che nega il vantaggio al Genoa al primo affondo. Doveva essere espulso ma resta in campo e confeziona l’assist per il pareggio finale.

Campagnaro 6 – La sua esperienza è un lusso per il Pescara. Sa comandare e imporre la sua personalità anche se è un po’ lento.

Crescenzi 5,5 – Disattento sul gol di Simeone che entra in area senza problemi e lui non riesce a contrastarlo. Dal 81’ Aquilani s.v.

Biraghi 6 – Qualche buona discesa sulla sinistra. Buoni anche i suoi calci piazzati sempre ben indirizzati con il suo sinistro educato.

Brugman 6 – Va un po’ in affanno contro il centrocampo fisico del Genoa, certo migliora nella ripresa specie con gli uomini in più.  

Fornasier 6 – Buono schermo difensivo, coriaceo e ordinato ma non brilla d’iniziativa.

Memushaj 5,5 – I suoi inserimenti sono pericolosi e fatti con i  tempi giusti ma manca sempre la conclusione decisiva. Dal 70’ Manaj 7 – Con il suo ingresso in campo aumenta il peso specifico dell’attacco abruzzese e il giovane albanese non sbaglia e trova la rete del pareggio.

Benali 6 – Qualche buona giocata ma anche qualche passaggio a vuoto. Tanto movimento senza costrutto.   

Caprari 6 – E’ sicuramente il più pericoloso del primo tempo. Ci prova da ogni dove e mette apprensione Perin.

Mitrita 5 – Non benissimo l’esordio del giovane rumeno. Oddo lo richiama spesso all’ordine, girovaga per il campo senza incidere. Dal 64’ Verre 6 – Con il suo ingresso in campo Oddo prova ad avere maggiore peso offensivo e sfiora il gol vittoria proprio all’ultima azione.  

All. Oddo 6 – Dopo lo sfogo in conferenza stampa, prova a riportare tutti con i piedi per terre. Non rinuncia al gioco ma è molto più ‘provinciale’ rischiando meno e concedendo poco agli avversari. Squadra coperta e brava nel costruire. E’ un allenatore che sa il fatto suo e con un avvenire roseo.  

 

Arbitro: Irrati 4,5 – Alla prima occasione della partita diventa subito un giallo: su tiro di Ocampos sembra più Zampano di Bizzarri a parare il tiro. Grave svista anche perché aveva la visuale sgombra. Era rigore e rosso. Al 30’ proteste abruzzesi per un presunta spinta di Burdisso su Caprari, in area rossoblù; non sembrano esserci gli estremi per il penalty. Severo ma giusto il doppio giallo a Edenilson. Poco dopo ammonisce giustamente Campagnaro che però un attimo dopo colpisce il pallone con un braccio: dubbi. Al 79’ espulso Pandev per proteste per il fallo subito e non sanzionato da Benali; il macedone però protestava ragionevolmente.      

 

TABELLINO

GENOA-PESCARA 1-1

Genoa (3-4-1-2): Perin; Izzo, Burdisso, Gentiletti; Edenilson, Rincon, Ntcham (dal 46’ Pandev), Laxalt; Rigoni; Simeone (dal 75’ Munoz), Ocampos (dal 20’ Gakpé). A disp.: Lamanna, Fiamozzi, Brivio, Biraschi, Lazovic, Cofie, Zima, Ninkovic. All.: Juric.

Pescara (4-3-2-1): Bizzarri; Zampano, Campagnaro, Crescenzi (dal 81’ Aquilani), Biraghi; Memushaj (dal 70’ Manaj), Fornasier, Brugman; Mitrita (dal 64’ Verre), Benali; Caprari. A disp.: Fiorillo, Pigliacelli, Bruno, Zuparic, Cristante, Muric, Vitturini, Pepe, Pettinari. All.: Oddo.

Arbitro: Irrati di Pistoia

Marcatori: 47’ Simeone (G), 86’ Manaj (P)

Ammoniti: 50’,74’ Edenilson (G), 51’ Gakpé (G), 53’ Zampano (P), 77’ Campagnaro (P), 85’ Rigoni (G), 90’ Manaj (P)

Espulsi: 74’ Edenilson (G), 79’ Pandev (G)




Commenta con Facebook