• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > LA MOVIOLA DI CM.IT: Contatto Orban-Milik da rigore, Adnan trattiene Babacar

LA MOVIOLA DI CM.IT: Contatto Orban-Milik da rigore, Adnan trattiene Babacar

Damato non sanziona la trattenuta e fa infuriare il Napoli. Mazzoleni concede il penalty in Udinese-Fiorentina


Sarri ©Getty Images
Emiliano Forte

22/09/2016 07:45

MOVIOLA, MILIK BABACAR / MILANO – Con la 5a giornata la Serie A ritrova l'appuntamento del mercoledì sera ed i casi da moviola più discussi si concentrano tutti nella sfida di Marassi tra Genoa e Napoli diretta da Antonio Damato. Il match si è concluso con un pari senza gol, ma il Napoli di Sarri non ci sta e protesta per due i rigori richiesti ma non accordati dal direttore di gara. Il primo episodio contestato si riferisce ad un sospetto mani in area del rossoblu Ocampos mentre il secondo riguarda il contatto Orban-Milik sul quale Damato ha deciso di sorvolare. In Udinese-Fiorentina Mazzoleni è più severo e punisce la trattenute in area di Adnan su Babacar con un calcio di rigore per i viola. A Pescara il Torino termina in 9 uomini la sua gara in seguito al doppio giallo rimediato da Acquah e al rosso diretto col quale Banti ha sanzionato un fallo di Vives.

 

MILAN-LAZIO 2-0, arbitro Massa 5,5Dopo 6 minuti Niang lanciato a rete entra in contatto con Bastos e finisce a terra con l'arbitro che lascia correre. In effetti è l'attaccante rossonero a toccare la gamba dell'avversario per poi inciampare. Sul finire del primo tempo Massa annulla una rete a Kucka colpevole di aver colpito il portiere Strakosha all'interno dell'area piccola. Decisione corretta. Regolare la rete di Bacca così come è netto il rigore concesso ai rossoneri dopo il mani in area di Radu. Nel complesso una direzione priva di errori grossolani quella di Massa anche se non esente da sbavature e sviste. Nei 90 minuti ha lasciato correre fin troppo sorvolando anche su interventi che andavano sanzionati.

 

BOLOGNA-SAMPDORIA 2-0, arbitro Calvarese 6E' il minuto 34 quando i blucerchiati chiedono la massima punizione per il contatto in area rossoblu tra Gastaldello e Praet. Calvarese lascia correre e le immagini gli danno ragione visto che il difensore del Bologna entra sul pallone senza commettere fallo. Nella ripresa giuste le espulsioni di Barreto e Di Francesco, autori di due brutti falli rispettivamente su Nagy e Linetty.

 

JUVENTUS-CAGLIARI 4-0, arbitro Mariani 6Nel corso del primo tempo Murru viene atterrato in area da Lemina ma il gioco era già stato interrotto dal direttore di gara per il fuorigioco dello stesso difensore rossoblu. Il replay dà ragione a Mariani ed al suo collaboratore.

 

ROMA-CROTONE 4-0, arbitro Russo 6 – Match privo di grosse insidie per il fischietto di Avellino che si trova di fronte ad una scelta complicata solo in occasione del rigore concesso al Crotone sul risultato di 4-0 per i padroni di casa. L'episodio incriminato vede protagonisti Florenzi e Falcinelli, con le immagini che evidenziano un contatto anche se non è facile stabilirne l'entità.

 

EMPOLI-INTER 0-2, arbitro Guida 6,5Dirige con autorevolezza tenendo sempre in pugno la gara. E' il 35esimo minuto quando viene giustamente annullata una rete a Maccarone, colto in posizione di fuorigioco sugli sviluppi di un calcio d'angolo.

 

GENOA-NAPOLI 0-0, arbitro Damato 5A Marassi gli episodi che hanno fatto discutere e sui quali si è pronunciato anche Sarri sono due: il primo è uno stop di petto di Ocampos in area con le braccia alte che vanno ad impattare il pallone mentre il secondo è un contatto dubbio tra Orban e Milik nel corso del minuto 69. In entrambi i casi Damato ha lasciato correre provocando non poche polemiche. Sul mani di Ocampos, che avviene dopo lo stop di petto, la decisione non è semplice come sembra, anche se il penalty poteva essere concesso. Per quanto riguarda l'entrata di Orban su Milik i dubbi sono pochi e Damato avrebbe dovuto sanzionare l'intervento con un tiro dal dischetto in favore del Napoli.

 

CHIEVO-SASSUOLO 2-1, arbitro Giacomelli 5,5 Al Bentegodi va in scena un confronto che  rimane sostanzialmente corretto fino al 90esimo.  Solo qualche imprecisione di Giacomelli da segnalare, come un fuorigioco ingiustamente segnalato a Iemmello al 35esimo oppure il mancato giallo a Peluso per un brutto intervento ai danni di Castro. 

 

UDINESE-FIORENTINA 2-2, arbitro Mazzoleni 6Da rivedere l'1-0 firmato da Zapata con il colombiano che sembra partire da posizione di leggero offside. Chiamata comunque non semplice per il direttore di gara ed il guardalinee. Nella ripresa Mazzoleni punisce giustamente  la trattenuta di Adnan su Babacar con il calcio di rigore poi trasformato da Bernardeschi.

 

PESCARA-TORINO 0-0, arbitro Banti 6,5 Corretti entrambi i cartellini gialli mostrati ad Acquah nel corso del primo tempo da Banti. Nella ripresa viene ammonito per simulazione Martinez: anche in questo caso l'arbitro vede bene visto che l'attaccante granata si lascia cadere prima di subire l'intervento di Bizzarri. E' il minuto 78 quando arriva il rosso diretto per Vives, che colpisce l'avversario senza possibilità di arrivare sul pallone. Decisione severa ma condivisibile.

 

ATALANTA-PALERMO 0-1, arbitro Ghersini 7Unico episodio nel finale quando in area rosanero Kessié entra in contatto con Aalesami: per Ghersini il fallo è del centrocampista nerazzurro reo di aver spinto l'avversario. Giusta l'interpretazione del fischietto ligure.




Commenta con Facebook