• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Milan-Lazio, Filippo Inzaghi: "Sfida aperta ed equilibrata. Simone? Come un veterano"

Milan-Lazio, Filippo Inzaghi: "Sfida aperta ed equilibrata. Simone? Come un veterano"

L'allenatore del Venezia ha parlato anche del rapporto con suo fratello


Filippo Inzaghi ©Getty Images

19/09/2016 08:30

MILAN-LAZIO INTERVISTA FILIPPO INZAGHI AL CORRIERE DELLO SPORT / ROMA - L'allenatore del Venezia Filippo Inzaghi ha concesso una lunga intervista al 'Corriere dello Sport' in vista della sfida di campionato in Serie A tra il Milan e la Lazio allenata da suo fratello Simone. Calciomercato.it vi propone i passaggi salienti delle dichiarazioni di 'Super Pippo' sulle ultime news Serie A:

MILAN-LAZIO - "Sarà una partita equiibrata e aperta, con le due squadre che arrivano da due vittorie. Spero sia una bella partita, me la godrò in tv da Venezia perché non potrò essere a San Siro. E' difficile per me parlare di questa partita, i primi due risultati che chiedo, al rientro negli spogliatoi, sono sempre quelli di Lazio e Milan".

SIMONE INZAGHI - "Come ha vissuto l'estate della Lazio? Eravamo a Formentera insieme, nel suo cuore ha sempre avuto la speranza di restare sulla panchina biancoceleste, ma anche Salerno lo gratificava. Sarebbe andato volentieri. Era abbastanza rilassato, non sarebbe rimasto senza panchina. Adora la Lazio, era il suo sogno. Loro, per tanti motivi, cercavano un nome importante, ma Lotito e Tare stravedono per lui. Simone riesce a far divertire la squadra e tutti sanno quando c'è da lavorare sodo. Prepara alla grande le partite, si sta imponendo con la caparbietà e la sicurezza di un veterano".

LAZIO-PESCARA - "Il Pescara aveva giocato bene contro il Napoli che fa 4-3-3. Simone ha scelto di cambiare modo di gioco, sono cose da allenatore navigato".

KEITA BALDE DIAO - "Simone lo stima molto come giocatore. Un giovane può sbagliare. Ora si sta allenando bene e conosce la stima riposta nei suoi confronti".

ALLENARE INSIEME - "Una volta ci ho pensato, una conferenza a testa. Ma no, Simone è troppo più bravo di me, gli dovrei fare da secondo".

S.D.




Commenta con Facebook