• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-PESCARA

PAGELLE E TABELLINO DI LAZIO-PESCARA

Milinkovic-Savic padrone in mezzo al campo. Memushaj errore che pesa


Ciro Immobile ©Getty Images
Giorgio Elia

17/09/2016 19:59

Ecco le pagelle di LAZIO-PESCARA.

LAZIO

Marchetti 6,5 - Salva la porta in un paio di circostanze e viene graziato dalla scarsa mira di Memushaj. 

Bastos 5 - Primi trenta minuti di gioco ad alti livelli poi l'ingenuità con il fallo da rigore su Caprari, per sua fortuna sbagliato da Memushaj.

De Vrij 6,5 - Costretto a concedere qualcosa a Caprari sotto il profilo della velocità, riesce ad ovviare con il suo senso della posizione. Sontuoso nella ripresa.

Radu 6,5 - Ricopre il suo ruolo e i suoi compiti senza particolari sbavature. Incorona la partita con la rete del 2-0.

Anderson 6,5 - Svogliato, indolente e privo di spirito di abnegazione in alcuni frangenti, incontenibile in altri. Il brasiliano non appare digerire il dirottamento sulla fascia, ma riesce comunque a lasciare il segno con l'assist preciso per Milinkovic-Savic. Dal 74' Basta s.v.

Parolo 5 - Un errore sotto porta non da lui sul risultato fermo sullo 0-0, segnale di un pomeriggio nel quale risente della mancanza di lucidità in fase di finalizzazione anche per via delle ripetute parate di Bizarri. 

Cataldi 5,5 - Ha il difficile compito di sostituire Biglia in cabina di regia e non riesce a non far rimpiangere l'argentino. Nonostante l'impegno non riesce a dettare al meglio i tempi della manovra. 

Milinkovic-Savic 7 - Uno dei più attivi e continui del centrocampo biancoceleste. Partecipa attivamente alla costruzione del gioco, inserendosi anche in area di rigore e mandando al tiro i compagni. Non è un caso che arrivi da lui la rete che sblocca il match. Dal 81' Murgia s.v.

Lulic 6 - Molto impreciso nel primo tempo commette diversi errori in fase di palleggio, non riuscendo così ad esser funzionale nello sviluppo del gioco. Si sveglia nella ripresa, invitando al tiro Djordjevic con un suggerimento con i giri contati.

Immobile 6,5 - Ci prova continuamente poi riesce a trovare il bersaglio con la preziosa assistenza di Keita. 

Djordjevic 5,5 - I ripiegamenti fino alla propria area di rigore sono la testimonianza della sua voglia di mettersi in mostra. Chiamato poi a fare il suo mestiere però non riescere a metterla dentro chiuso da Bizzarri. Dal 60' Keita 6,5 - La sua velocità fa saltare il banco della squadra di Oddo. Preciso e intelligente l'assist per il 3-0 di Immobile. 

Allenatore Inzaghi S. 7 - Cambia la partita in corsa con gli nnesti della ripresa, facendo così aumentare i giri della sua squadra. 

PESCARA

BIzzarri 6,5 - Qualche intervento determinante a tenere sempre in partita i suoi. Bellissimo soprattutto quello su Djordjevic. Rischia di rovinar tutto con un errore in uscita che stava per favorire Immobile. Nulla può sulle due reti avversarie. 

Zampano 6 - Molto attento a destra, resta più ancorato anche per la maggiore spinta a sinistra di Biraghi. 

Campagnaro 6 - La sua esperienza in area di rigore è risorsa importante per la sua squadra. Poi però si perde anche lui nelle difficoltà patite dalla squadra. 

Gyomber 5 - Poco mobile rischia in un paio di circostanze di pagare il conto dei suoi errori. Esce per infortunio. Dal 49' Fornasier 5 - Soffre Immobile e la fisicità dei centrocampisti avversari. 

Biraghi 6 - Uno statuffo a sinistra con le sue sortite che offrono un'ottima alternativa al gioco dela squadra. In difesa soffre gli strappi di Anderson e Keita. 

Cristante 6 - Aumenta il tasso tecnico della squadra in mezzo al campo sfiorando la rete con una gran botta che impegna Marchetti. Nella ripresa qualche errore di gestione che fa correre qualche rischio ai suoi. Dal 73' Mitrita s.v.

Brugman 6 - Una regia senza acuti ma comunque con ordine e precisione. 

Memushaj 5 - Rigorista scelto fin dalla passata stagione pensa solo alla potenza non badando alla precisione, caldiando a lato la sfera. Errore pesante. 

Benali 6 - La sua posizione tra le linee insieme a quella di Verre è di difficile lettura per la retroguardia avversaria, con la sua velocità di passo unita alla capacità nella gestione del pallone. Dal 46' s.t. Manaj 5,5 - "Murato" dalla difesa prima, calcia poi centralmente sprecando un buon contropiede.  

Verre 6 - Al pari di Benali è protagonista di una buona prestazione a supporto del "falso nueve" Caprari. 

Caprari 7 - Nessuno dei centrali della linea a tre di Inzaghi riesce a prendergli le misure. Si procura il rigore poi fallito ma Memushaj e prova senza fortuna la via della rete. 

Allenatore Oddo 5,5 - La sua squadra si mostra ordinata e con una chiara idea di gioco fino alla rete dell'1-0 di Milinkovic-Savic. Poi si scioglie come neve al sole. 

Arbitro  Maresca 6,5 - Buona la gestione della gara con l'ottima lettura sul fallo di rigore di Bastos su Caprari. 

TABELLINO

LAZIO-PESCARA 3-0

LAZIO (4-3-3): Marchetti; Bastos, De Vrij, Anderson(dal 74' Basta); Parolo, Cataldi, Milinkovic-Savic(dal 81' Murgia); Lulic, Immobile, Djordjevic(dal 60' Keita). A disp.: Vargic, Strakosha, Hoedt, Wallace, Lukaku, Patric, Luis Alberto, Lombardi, Kishna. All. Inzaghi 

PESCARA (4-3-2-1): Bizzarri; Zampano, Campagnaro, Gyomber(dal 49' Fornasier), Biraghi; Brugman, Cristante(dal 73' Mitrita), Memushaj; Verre, Benali(dal 46' s.t. Manaj); Caprari. A disp.: Fiorillo, Pigliacelli, Bruno, Zuparic, Crescenzi, Aquilani, Vitturini, Pettinari, Pepe. All. Oddo

Arbitro: Maresca

Marcatori: 68' Milinkovic-Savic(L), 72' Radu(L), 76' Immobile(L) 

Ammoniti: 16' Campagnaro(P), 28' Verre(P), 34' Bastos(L), 49' Radu(L)

 




Commenta con Facebook