• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Serie A, Legrottaglie: "Higuain e Pogba? Nessuno vale 100 milioni. Manca talento..."

Serie A, Legrottaglie: "Higuain e Pogba? Nessuno vale 100 milioni. Manca talento..."

L'ex difensore parla del calcio italiano, in maniera critica


Legrottaglie ©Getty Images

17/09/2016 11:23

SERIE A JUVENTUS LEGROTTAGLIE MILAN SASSUOLO / TORINO - L'ex calciatore della Juventus Nicola Legrottaglie ha ormai da tempo dato inizio alla propria carriera da allenatore, che lo vede attualmente in attesa di una proposta interessante. Ecco le sue parole a 'Gazzamercato.it': "Dopo due anni, inizio a sentire la mancanza del campo. Al momento nessuna proposta da segnalare".

DIFENSORI - "In questa fase mancano i talenti in generale, non soltanto i difensori. Paghiamo una fase d'attesa. Al momento non si intravedono all'orizzonte i nuovi Del Piero, Totti o Nesta. Rugani e Romagnoli sono già lanciati e credo siano destinati a far bene. Per i difensori c'è un vantaggio. Io sono arrivato in serie A a 25 anni, loro a 21 giocano già".

SERIE A - "C'è poca programmazione, così come pazienza".

MERCATO - "Nessuno vale 100 milioni, neanche Pogba e Higuain. E' un'esagerazione. In giro per il mondo si muore di fame. Giri l'angolo e si spendono cifre simili. Serve una regolata, per tutti, anche i calciatori. Credo sia razionale porre un tetto alle spese e agli ingaggi. Con 100 milioni si può programmare, investendo nelle giovanli e altro. La linea giusta è quella del Sassuolo".

JUVENTUS - "Non credo le manchi molto per la Champions. Il progetto le ha dato ragione".

MILAN - "Impossibile trovare analogie tra il Milan del 2011 e quello attuale. C'erano campioni di valore assoluto in quella rosa. Dovrà ripartire dai giovani. Suso, Locatelli e Niang mi piacciono. Al Milan succederà quanto accaduto alla Juventus, è fisiologico un periodo del genere".

L.I.




Commenta con Facebook