• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Serie A > Serie A, Prandelli: "Napoli come la mia 'Viola'. Juve? Qui detta legge, ma in Europa..."

Serie A, Prandelli: "Napoli come la mia 'Viola'. Juve? Qui detta legge, ma in Europa..."

Il tecnico parla anche del momento dell'Inter


Cesare Prandelli ©Getty Images
Mario D'Amiano

16/09/2016 19:39

SERIE A NAPOLI JUVENTUS INTER PRANDELLI / ROMA - Cesare Prandelli analizza il momento del calcio italiano. L'esperto allenatore, ex commissario tecnico della Nazionale, sta seguendo con attenzione l'andamento dei club nostrani sia in Serie A che in Champions League. Dopo un calciomercato dispendioso, la Juventus è ancora favorita per lo scudetto, anche se in Europa necessita di un cambio di passo, come spiega Prandelli: "Quando vediamo giocare la Juventus abbiamo aspettative troppo grandi per cui questa ansia è collettiva e al primo calcio d’angolo tutti gridiamo al gol, ma nel calcio nessuno regala niente - dice a 'Radio Crc' - In campionato sono abituati a dettare legge, ma in Europa ci sono formazioni che possono mettere in difficoltà ed è necessario trovare idee di gioco diverse".

NAPOLI - Una delle squadre che può mettere in difficoltà la Juventus sono gli azzurri. Prandelli commenta: "Il Napoli ha una base di gioco consolidata, adesso deve trovare collaborazione in fase offensiva così da distribuire i gol di Higuain in più calciatori. Devo dire che si è confermato anche in Europa: adesso gli azzurri si sentono tutti più protagonisti per cui sono convinto che diversi calciatori andranno al gol. Anche a me è successo l’anno successivo in cui Toni vinse la scarpa d’oro di fare a meno dei suoi gol, ma facemmo bene perché anche nel mio caso diversi giocatori segnarono. Milik? Andiamoci piano con i paragoni. Ha grandi qualità e mi pare si sia ambientato con determinazione".

INTER - Inevitabile parlare del club nerazzurro dopo la bruttissima prestazione nell'esordio in Europa League. Prandelli spiega: "Non so cosa accade all’Inter, da lontano è difficile dare giudizi. Posso dire che l’allenatore ha bisogno di tempo per capire come funziona il calcio in Italia perché non è facile entrare subito nei meccanismi del nostro calcio".

ALLENATORI ITALIANI - Una delle peculiarità del calcio italiano è la bravura dei suoi tecnici. Le news Serie A ci parlano sempre di un forte tatticismo che rende il nostro campionato difficile e avvincente: "I nostri allenatori sono bravissimi, magari altri tecnici hanno alle spalle sponsor, ma gli italiani nulla hanno da invidiare - prosegue Prandelli - Questo non vuol dire essere presuntuosi perché noi abbiamo la capacità di guardare anche a casa degli altri, ma interpretiamo il calcio con uno spirito diverso. Il mio futuro? Sono pronto, mi sto riscaldando. Intanto mi aggiorno".




Commenta con Facebook