• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Lazio > Lazio, Guerrieri: "Erede di Marchetti? Prima conquisto Trapani"

Lazio, Guerrieri: "Erede di Marchetti? Prima conquisto Trapani"

Il giovane portiere classe '96 ha parlato della sua prima esperienza nel calcio professionistico


Guido Guerrieri (Calciomercato.it)

15/09/2016 12:32

LAZIO GUERRIERI EREDE MARCHETTI TRAPANI / ROMA - La prima esperienza nel calcio professionistico di Guido Guerrieri sta procedendo a gonfie vele. Passato in prestito al Trapani, il giovane portiere classe 1996 è sempre sceso in campo mostrando buone qualità: "Mi sto trovando bene, sono contento. Sto trovando molto spazio e ho la fiducia di tutti: di mister Cosmi e della società. Voglio ripagare questa fiducia dando il massimo tutti i giorni", ha spiegato l'estremo difensore a 'Lazionews.eu'.

La Lazio si è ben guardata dal inserire un diritto di riscatto nell'affare coi siciliani: la fumata bianca è arrivata sulla base del prestito secco. Questo perché in molti, dai vertici alti del club allo staff tecnico, sono convinti che Guerrieri abbia tutte le potenzialità per essere l'erede di Marchetti: "Adesso penso a far bene qui. Io poi sono laziale e quindi giocare nella Lazio sarebbe un sogno, ma non devo soffermarmi sul futuro. Prima devo fare bene a Trapani, quando arriverà il momento giusto penserò ai biancocelesti".

Infine un commento sul 'caso Cardelli' che ha fatto molto discutere negli ultimi giorni: "Ho sentito questa notizia. Ognuno la pensa come vuole, ma è normale che da giovane si trovino molte difficoltà. L’'importante è non mollare mai e di pensare a se stessi. Bisogna sempre lavorare bene, perchè prima o poi il lavoro paga. Lui ha deciso di andare via e avrà le sue motivazioni, io non posso dirgli nulla perchè non sono nessuno per farlo. La Figc dovrebbe mettere dei vincoli? Secondo me si. Siamo in Italia e credo sia giusto che siano dei vincoli in favori dei giovani italiani, in modo tale da permetterlo loro di crescere maggiormente. Ben vengano gli stranieri bravi che lavorano bene, ma si deve cercare di dar più fiducia agli italiani".

D.G.

 




Commenta con Facebook