• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Europa league > Viktoria Plzen-Roma, Spalletti: "Totti? Non prometto nulla. Nainggolan sbaglia"

Viktoria Plzen-Roma, Spalletti: "Totti? Non prometto nulla. Nainggolan sbaglia"

Il tecnico e il difensore risponderanno alle domande dei giornalisti


Luciano Spalletti (Calciomercato.it)

14/09/2016 18:00

VIKTORIA PLZEN ROMA CONFERENZA SPALLETTI FAZIO / PLZEN (Repubblica Ceca) - Dimenticarsi la Champions e provare ad arrivare fino in fondo in Europa League: domani la Roma debutta nella competizione dove mai avrebbe voluto essere fino a un mese fa contro i cechi del Viktoria Plzen. Alla vigilia della partita, Luciano Spalletti e Federico Fazio parleranno in conferenza stampa: Calciomercato.it seguirà per voi le loro dichiarazioni. Il primo a parlare è l'ex Siviglia.

FAZIO E LE VITTORIE CON IL SIVIGLIA - "Il vincitore si classifica alla prossima Champions e io l'ho vinta già tre volte. Dobbiamo cominciare bene sin da domani, essere competitivi in tutte le partite".

CONDIZIONE FISICA ED ERRORI DIFENSIVI - "Sto molto bene e mi sto allenando molto intensamente, abbiamo una squadra con molti giocatori buoni. Sto imparando l'italiano per integrarmi ancora di più. Difesa da rivedere? Dobbiamo lavorare come una squadra, sia in difesa che in attacco e curare tutti gli aspetti come un collettivo". Cosa vi ha chiesto Spalletti? "Di giocare l'Europa League per vincerla".

SPALLETTI, IL TURN OVER E LA PSICOLOGIA - "Abbiamo a disposizione più di 11 titolari e faremo una rotazione, ma è fondamentale che si continui a giocare un buon calcio per vincere". Sull'impatto dell'Europa League nella mentalità dei calciatori il tecnico giallorosso ha detto: "La Champions è la competizione più importante e bella che c'è e l'abbiamo persa. L'Europa League diventa bellissima se riusciamo ad andare avanti, può diventare altrettanto stimolante".

SULLA FRAGILITA' DIFENSIVA - "Dobbiamo migliorare sia per numero dei gol presi, sia per i comportamenti. Siamo stati costretti a cambiare molto, ma potevamo e dovevamo fare meglio. Stiamo lavorando forte sul reparto difensivo. Domani Fazio gioca perché è un ragazzo serio ed è un giocatore molto buono. Vermaelen è a disposizione ma rischiare di farlo giocare subito potrebbe complicarci le cose nelle prossime partite. L'intenzione iniziale è di non farlo partire titolare, se ci riesco, perché lo stesso Juan Jesus ha un problemino. La mia intenzione è schierare Manolas Fazio centrali e Jesus a sinistra. Il rombo? E' un sistema che sappiamo usare bene".

TOTTI E LE ALTRE STELLE - I cronisti locali hanno chiesto informazioni sulla presenza in campo di Totti. "Totti è il giocatore più conosciuto anche da noi, non solo qui. Non posso promettere nulla. Sarà la partita a dire cosa succederà. Ho moltissimi giocatori forti, lui è un genio del calcio. Piacerebbe a tutti vederlo sempre in campo, ma bisogna essere bravi a gestire la sua età, purtroppo".

NAINGGOLAN, I FISCHI E LA MENTALITA' - L'allenatore giallorosso ha poi commentato le dichiarazioni di Nainggolan sui fischi dei tifosi. "Roma è qualcosa di particolare, è tutto più intenso, c'è un sentimento più grosso. Si vive tutto al doppio. Credo che debba dipendere tutto da noi, noi non dobbiamo chiedere niente ai tifosi. Dobbiamo avere un atteggiamento forte per evidenziare il nostro calcio e allora l'appoggio del pubblico viene da sé. Radja è forte e lo ha dimostrato. Non mi mancano giocatori di personalità, ma dobbiamo riuscire a ricreare l'entusiasmo che porta Francesco".

D.T.

 




Commenta con Facebook