• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Milan > Milan, anche Eranio contro la società: "Assurdo cosa stanno facendo"

Milan, anche Eranio contro la società: "Assurdo cosa stanno facendo"

Nuova polemica alimentata da un ex calciatore rossonero


Vincenzo Montella © Getty Images
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

13/09/2016 15:51

MILAN ERANO INTERISTI MONTELLA / MILANO - Le news Milan continuano ad essere agitate dalle dichiarazioni degli ex rossoneri: dopo Albertini e Costacurta, questa volta è il turno di Stefano Eranio attaccare la nuova società e la scelta di affidare incarichi di vertice ad ex interisti. Intervistato da 'sportmediaset.it', l'ex centrocampista del Milan non ha dubbi: "E' un'assurdita che i nuovi proprietari debbano chiamare ex filo-interisti. Una società nuova dovrebbe inserire dei grandi campioni del Milan che possano essere utili alla causa". 

Per Eranio non potrebbe essere profilo migliore di Albertini: "Ha avuto già delle esperienze da dirigente. Sono completamente d'accordo con loro, hanno ragione", le sue parole in riferimento alle polemiche degli ultimi giorni. 

Ma se in società le acque sono agitato, non si profila calma piatta neanche sul fronte campo dove Montella, complice anche un calciomercato condotto per forza di cose al risparmio visto la fase di transizione societaria, non riesce a far girare la squadra. Su tre giornate di campionato sono arrivate due sconfitte ed Eranio analizza la situazione: "Il lavoro di Montella non è semplice, io non sono un mago per riuscire  a capirlo. Serve valutare la squadra durante la settimana, mentre i tifosi possono giudicare solo quello che vedono in campo la domenica: contro l'Udinese la squadra è stata troppo brutta per essere vera. La rosa non è da Champions League, ma non è neanche inferiore ai friulani. Montella dovrà lavorare mentalmente e fisicamente".

Male anche i singoli: "Ho visto una squadra sulle gambe, soprattutto Bonaventura, che l'anno scorso era stato il giocatore con qualcosa in più: se viene a mancare anche lui, diventa veramente dura. Il fatto di voler proteggere una difesa che aveva preso troppi gol, forse ha portato i centrocampisti ad abbassarsi troppo e invece di fare uno scatto in avanti ne facevano uno indietro".

 




Commenta con Facebook