• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI ATALANTA-TORINO

PAGELLE E TABELLINO DI ATALANTA-TORINO

Kessie e Masiello ribaltano il risultato. Male l'esordio di Hart, di sacrificio la prestazione di Iago Falque


Kessié ©Getty Images
Claudio Cafarelli

11/09/2016 17:10

ECCO LE PAGELLE DI ATALANTA-TORINO
 

ATALANTA

Sportiello 6 - Interviene con prontezza di riflessi su Baselli, alla prima occasione della partita. Sembrava il giusto segnale dopo due partite negative ma prima litiga con Toloi ritardando l'uscita, poi si lascia sorprendere dalla punizione vincente di Iago Falque. Nell'ultimo quarto d'ora si fa perdonare respingendo una conclusione di Boye da buonissima posizione.

Masiello 7 - Uomo in più in difesa e decisivo in avanti. Il difensore classe '86 è esemplare nelle diagonali e chiude ogni pericolo dalle sue parti. Timbra anche il cartellino con grande reattività con un tap-in difficile che permette agli orobici di trovare immediatamente il pareggio.

Toloi 5,5 - Solita partita di fisico del difensore brasiliano, ma la forma fisica non è delle migliori e spesso deve metterci una pezza con le cattive.

Zukanovic 6,5 - Ottima partita dell'ex giallorosso. Dai suoi piedi parte ogni azione dell'Atalanta, in difesa mostra grinta e personalità.

Konko 6,5 - Moto continuo sulla fascia, aiuta con le sue sortite offensive la manovra orobica e sfiora il gol. Anche in difesa si comporta bene interpretando al meglio le direttive volute da Gasperini

Kessie 7 - E' l'uomo in più di questa Atalanta di inizio stagione. Dinamico, veloce, con grande forza è pericoloso nel primo tempo e sfiora anche il gol sprecando a due passi dalla porta. Nella ripresa aumenta i giri e con personalità realizza il rigore che consegna agli orobici la vittoria. 

Freuler 6 - Interviene tra le linee avversarie trovando la giusta posizione per evitare verticalizzazioni pericolose. Non è molto appariscente ma garantisce l'equilibrio giusto a tutta la squadra. Dal 61' Raimondi 6 - Entra tra i fischi dei suoi tifosi per i tanti errori commessi nelle prime due partite, si riscatta con una prestazione di orgoglio. 

D'Alessandro 6 - Dalle sue parti si gioca poco. Si ricorda solo un'accelerazione nel primo tempo e poco altro. L'Atalanta preferisce giocare più su Gomez e questo gli impedisce di essere pericoloso. Nonostante ciò si sacrifica in copertura e dà il suo contributo alla causa. 

Kurtic 6 - Tanta sostanza e dinamismo in mezzo al campo. Nel primo tempo si destreggia con sicurezza senza però mai illuminare la scena. Dal 64' Grassi 6 - Entra con tanta voglia di farsi notare. Una sua rovesciata spettacolare non lascia il segno ma appare convinto e deciso a ritagliarsi un po' più di spazio. 

Gomez 7 - Non è la solita spina nel fianco degli avversari, ma anche questa volta risulta decisivo. Con un numero mette in difficoltà De Silvestri che ingenuamente lo stende e permette all'Atalanta di guadagnare un calcio di rigore. 

Pinilla 5,5 - Non è al massimo della condizione e si vede. Lotta come può ma è anche sfortunato deviando una conclusione a botta sicura di Konko. Dal 51' Paloschi 6 - Solito movimento costante della punta, ha pochissime occasioni per farsi notare ma contribuisce in maniera positiva al successo della squadra

All. Gasperini 6,5 - Primi tre punti per l'ex Genoa. La scelta Kessie continua a premiarlo e inizia finalmente a vedere il frutto del suo lavoro. C'è ancora da lavorare ma la squadra segue le sue direttive ed è convinta di ciò che compie in campo

 

TORINO

Hart 5,5 - Qualche incomprensione con i difensori, in particolare Bovo, un paio di buoni interventi ma gravi colpe in occasione del gol di Masiello. Il portiere inglese smanaccia malamente un pallone proveniente da calcio d'angolo e permette al difensore di trovare subito il pareggio. 

De Silvestri 5 - Rovina un'ottima partita stendendo ingenuamente Gomez e regalando all'Atalanta un calcio di rigore. Un vero peccato per il terzino che per buona parte del match aveva tenuto a bada le scorribande dell'esterno argentino.

Bovo 6 - Viene ammonito dopo soli cinque minuti, una situazione complicata per qualsiasi difensore. Ne esce con esperienza e tranquillità portando a casa una buona sufficienza.

Castan 6,5 - Partita esemplare dell'ex giallorosso. Ringhia su Pinilla e poi su Paloschi, sbaglia pochissimo per circa 80 minuti dominando sulle palle alte. Negli ultimi dieci minuti risente di una condizione fisica ancora non al meglio e perde un po' di lucidità ma senza mai rischiare.

Molinaro 6 - Si gioca poco dal suo lato, D'Alessandro è un cliente scomodo ma non in giornata. Con un occhio all'avversario, gestisce a dovere le sortite offensive e va anche alla conclusione ma Sportiello risponde presente. Anche lui ha problemi di comunicazione con Hart.

Benassi 6 - Parte subito forte e dopo pochi minuti si rende pericoloso in avanti. Con il passare dei minuti si fa risucchiare dalla mediana orobica e non riesce più a trovare il guizzo.  Dal 78' Acquah 5,5 - Entra e si fa notare solo per un'ammonizione gratuita per fallo su Kessie. 

Valdifiori 6 - Alla prima in maglia granata gioca subito dal primo minuto e mostra la sua migliore qualità giocando sempre il pallone di prima. Una botta alla coscia dopo una mezz'ora, lo limita e influisce sulla prestazione. Stringe i denti per un po' ma è costretto a lasciare il campo.  Dal 59' Boye 6,5 - Entra subito con entusiasmo, lotta su ogni pallone e ha sui piedi l'occasione per pareggiare i conti ma la sua conclusione è troppo centrale per impensierire Sportiello. 

Baselli 5,5 - Prestazione opaca per il centrocampista. Non trova le giuste misure, si limita al compitino ed è il peggiore nella mediana granata. La sua partita dura circa un'ora senza regalare spunti interessanti. Dal 59' Obi 5,5 - Prova a dare dinamismo alla squadra, ma la squadra è stanca e non riesce a dare il giusto apporto.

Martinez 6 - Qualche spunto interessante da parte della punta, combina bene con Maxi Lopez e non disdegna qualche ottima copertura difensiva per dare alla squadra maggiore equilibrio

Maxi Lopez 6,5 - Lotta lì davanti e fa a sportellate con Toloi. Fa salire la squadra e va alla conclusione un paio di volte senza inquadrare lo specchio della porta.  

Iago Falque 7 - E' il migliore dei suoi. Si sacrifica spesso in difesa, ma senza disdegnare un apporto fondamentale in attacco. Realizza la punizione del momentaneo vantaggio ma non basta. Corre e lotta con grande senso tattico. 

All. Mihajlovic 5 - Voto negativo per le proteste esagerate durante la partita. Viene espulso dopo mezz'ora e lascia la squadra agli ordini del vice Lombardo. Trasmette nervosismo alla squadra e non trova l'equilibrio adatto per espugnare Bergamo

 

Arbitro: Mariani 5,5 - Ammonisce subito Bovo dando la sensazione di immettere la partita verso una determinata direzione. Lascia a desiderare in un paio di circostanze, dove c'era bisogno di intervenire. Ammonisce Pinilla per simulazione, un po' esagerata ma vede bene il fallo ingenuo e da rigore di De Silvestri su Gomez. 

 

TABELLINO

ATALANTA-TORINO 2-1

ATALANTA (4-2-3-1): Sportiello; Masiello, Toloi, Zukanovic, Konko; Kessie, Freuler (dal 61' Raimondi); D’Alessandro, Kurtic (dal 64' Grassi), Gomez; Pinilla (dal 51' Paloschi). A disp. Berisha, Stendardo, Gagliardini, Migliaccio, Caldara, Conti, Petagna, Spinazzola, Cabezas. All. Gasperini.

TORINO (4-3-3): Hart; De Silvestri, Bovo, Castan, Molinaro; Benassi (dal 78' Acquah), Valdifiori (dal 59' Boye), Baselli (dal 59' Obi); Martinez, Maxi Lopez, Iago Falque. A disp. Padelli, Coppola, Zappacosta, Rossettini, Vives, Barreca, Moretti, Aramu, De Luca. All. Mihajlovic. 

Arbitro: Mariani di Aprilia.

Marcatori: 54' Iago Falque (T), 56' Masiello (A), 82' Kessie (A)

Ammoniti: 3' Bovo (T), 35' Pinilla (A), 53' Toloi (A), 94' Acquah (T)

Espulsi: 




Commenta con Facebook