• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI JUVENTUS-SASSUOLO

PAGELLE E TABELLINO DI JUVENTUS-SASSUOLO

Higuain incontenibile, Buffon sbaglia un'uscita. Bene Consigli, Duncan in apnea


Higuain e Acerbi © Getty Images
Lorenzo Bettoni @lorebetto

10/09/2016 20:06

ECCO LE PAGELLE DI JUVENTUS-SASSUOLO

JUVENTUS

Buffon 5 - Salva il risultato dopo una manciata di minuti, ma una sua uscita sbagliata spiana la strada al 3-1 di Antei. Capita anche ai migliori, ma la rete degli ospiti è responsabilità sua. Anche lui cade in qualche errore di ‘distrazione’

Benatia 6 - Gestisce le incursioni di Ragusa con discreta serenità. Si distrae strada facendo e viene ammonito nel finale.

Bonucci 6,5 - Inizia subito con una contusione al polso che però non lo influenza. Solita gara di concentrazione e qualità. Sbaglia pochissimi lanci.

Chiellini 6 - Sfiora la rete dei testa nel secondo tempo, frana addosso a Hernanes riportando una contusione al naso, la specialità della casa. Un suo ‘mani’ su colpo di testa di Acerbi poteva costare il rigore alla Juve in un match praticamente già chiuso.

Lichtsteiner 7 - Dani Alves chi? Lo svizzero fa vedere che non sarà facile togliergli il posto in questa stagione. Corsa costante sull’out di destra, un gol mangiato nella ripresa, ma uno, clamoroso, salvato sulla linea quasi al novantesimo.

Khedira 7 - Non sbaglia un inserimento, mai. Dopo due gol nelle prime due partite, mette lo zampino su un altro gol della Vecchia Signora firmando l’assist del 2-0. Prezioso come una pipita d’oro. Dal 72’ Hernanes 6 – Lo Stadium mormora ogni volta che ha la palla. L’ambiente non lo aiuta, lui gioca con la testa.

Pjanić 7,5 - Non occupa mai la stessa posizione per due azioni consecutive, prima lo vedi mezz’ala poi regista. Fa partire l’azione ma è anche pronto a chiuderla. Centrocampista totale, l’assenza di Pogba non l’ha sentita nessuno.

Lemina 7 - Parte lui davanti alla difesa. Di qualità ce n’è già tanta ma lui non si limita a fare la parte del soldatino. Instancabile.

Alex Sandro 6,5 - Alza finalmente i giri. Gazzola gli guarda spesso la targa anche se il brasiliano pecca sempre con l’ultimo tocco. Work in progress.  

Dybala 7,5 - Higuain è quasi il suo mentore. La Joya lo cerca al 15’ quando il Pipita è già alla ricerca della tripletta. Suo l’assist per il vantaggio bianconero, dà il là anche al 3-0. Vicino per tre volte alla rete personale nella ripresa. Ci sarà tempo anche per quello. Dall’ 86’ Pjaca s.v.

Higuaín 8 - Che dire? A fine primo tempo ha giocato meno di 100 minuti con la Juve segnando tre gol. Il primo è una staffilata senza pietà, il secondo un gol in cui sono racchiusi tecnica e fiuto del gol dell’argentino. Gli incubi degli avversari sono ora realtà. La Juve con lui fa paura. Dal 69’ Mandzukic 6 – Corre dietro a tutti i giocatori del Sassuolo in cerca di una palla gol. Non arriva, ma il croato vuol fare sentire il fiato sul collo a Higuain.

All. Allegri 7 - La Juve è la più brava della classe e lo sa. Dopo una prima mezz’ora da secchiona continua a mettere sotto il Sassuolo per il resto della gara creando diverse palle gol tutte salvate da Consigli. Anche i neroverdi però alzano la testa e rischiano di trovare il 3-2 a due minuti dalla fine. La rete avrebbe cambiato la gara. E’ un minuscolo campanello d’allarme: La vecchia signora dovrebbe essere meno leziosa, per il resto è praticamente perfetta.

 

SASSUOLO

Consigli 7 - Salva tutte le palle gol create dalla Juve nel secondo tempo, senza di lui i neroverdi avrebbero mollato la presa sulla gara molto prima, invece Politano per poco non la riapre.

Gazzola 5 - Devastato dalle incursioni di Alex Sandro, per fortuna che il brasiliano non azzecca tantissimi cross.

Antei 5,5 - Approfitta di un’uscita sbagliata di Buffon per segnare la rete del 3-1, dietro però è un incubo costante.

Acerbi 5,5 - Ne vede di ogni nella prima mezz’ora. Dybala e Higuain spuntano da ogni angolo, il centrocampo non fa filtro e alla Juve sta addirittura stretto il 3-0. Si riprende usando anche metodi non convenzionali (vedi tacchettata in petto a Higuain e un rigore su Lichtsteiner) ma finisce in crescendo.

Peluso 5 - Lichtsteiner vuol far vedere che non ha niente da invidiare a Dani Alves, Dybala si decentra spesso sulla destra. Nel mezzo c’è lui.

Pellegrini 5,5 - Chiaramente soffre il fisico ed il dinamismo della mediana bianconera, pur avendo qualche spunto, specialmente quando esce dal traffico del centrocampo. Dal 57’ Missiroli 6 - Aggiunge peso alla mediana del Sassuolo che ne aveva terribilmente bisogno.

Magnanelli 5 - Allegri piazza di fronte a lui Pjanic, segno di rispetto e di timore del cervello del Sassuolo. Il pressing bianconero è però difficile da togliersi di dosso.

Duncan 4,5 - Sovrastato fisicamente e tatticamente dal solito Khedira. In avvio dovrebbe coprire su Dybala, non lo fa e Higuain segna l’1-0. Dybala lo scherza nella ripresa. Sembra soffrire anche dal punto di vista della personalità.

Politano 6 – Palla gol salvata da Lichtsteiner che poteva riaprire i giochi.

Matri 5 - Dieci anni fa, di questi tempi, affrontava la Vecchia Signora in Serie B con la maglia del Rimini. Riesce a fare poco senza rifornimenti. E’ un ex ed esce applauditissimo. Allo Stadium non capita spesso. Dal 57’ Iemmello 6 – Cerca di far salire la squadra, non calcia.

Ragusa 5,5 - Di Francesco gli dà una possibilità dal primo minuto. Benatia gli concede le briciole. Prova a sfruttarle finché sta in campo. Dall’ 80’ Ricci 6,5 – Crea due ottime occasioni per i suoi.

All. Di Francesco 5,5 - Il Sassuolo non fa la parte della vittima sacrificale e viene a giocarsi la partita a Torino. La Juve però entra come vuole e la prima mezz’ora diventa un incubo. Piano piano i suoi rientrano in partita ma la Juve affonda anche quando i suoi si chiudono. Consigli e un paio di interventi di Acerbi mantengono il risultato sul 3-1. Difficile chiedere di più, specialmente senza Berardi.

Arbitro: Marco Di Bello 5,5 -  La facilità con cui scorre via la partita nasconde comunque insidie inaspettate. Dubbi per un contatto Acerbi-Lichtsteiner e un ‘mani’ di Chiellini in area. Il tocco è involontario ma il braccio è lontano dal corpo. Ci stava il rigore.

TABELLINO
JUVENTUS-SASSUOLO 3-1

JUVENTUS (3-5-2): Buffon; Benatia, Bonucci, Chiellini; Lichtsteiner, Khedira (dal 72’ Hernanes), Pjanić, Lemina, Alex Sandro; Dybala (dall’ 86’ Pjaca), Higuaín (dal 69’ Mandzukic). A disp.: Neto, Audero, Dani Alves, Barzagli, Rugani, Evra, Hernanes, Asamoah, Cuadrado. All.: Allegri.
SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Gazzola, Antei, Acerbi, Peluso; Pellegrini (dal 57’ Missiroli), Magnanelli, Duncan; Politano, Matri (dal 57’ Iemmello), Ragusa (dall’ 80’ Ricci). A disp.: Pomini, Pegolo, Biondini, Lirola, Mazzitelli, Terranova, Cannavaro, Letschert, Adjapong. All.: Di Francesco.
Arbitro: Di Bello di Brindisi.
Marcatori: 5’ Higuain (J), 10’ Higuain (J), 27’ Pjanic (J), 33’ Antei (S)
Ammoniti: 81’ Gazzola (S), 85’ Benatia (J), 95’ Ricci (S)
Espulsi:




Commenta con Facebook