• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inghilterra > Liverpool, Klopp: "Mi sono innamorato dei 'Reds'! Pogba come Maradona: ecco perché"

Liverpool, Klopp: "Mi sono innamorato dei 'Reds'! Pogba come Maradona: ecco perché"

Il tecnico dei 'Reds': "Liga meno competitiva della Premier: il Barcellona potrebbe fare metà campionato con le riserve"


Jurgen Klopp ©Getty Images

03/09/2016 17:39

KLOPP LIVERPOOL PREMIER LEAGUE BARCELLONA POGBA MESSI - 'Pensare è buono, ma non aiuta', questo è uno dei motti di Jürgen Klopp. Il tecnico del Liverpool, noto per la sua capacità di motivare all’estremo i propri calciatori, ha rilasciato una lunghissima intervista al 'Daily Mail' nel quale tocca i temi più svariati relativi al suo mestiere. Queste i passaggi più significativi: 

INGHILTERRA - "Qui gli stadi si trovano nel centro città. A Londra dove ti giri ne trovi uno. Ogni quartiere ha una propria squadra in Premier League, tutte abbastanza ricche e questo è un bene. In Germania non si potrebbe fare altrettanto: se avessimo uno stadio in piena città la gente chiederebbe di non fare rumore alla sera!".

ESPRESSIONI - "Questa è la mia faccia per lo sport. Facevo le stesse facce da piccolo quando giocavo a tennis. E’ così: non mi piace ma devo accettarlo. Mi dicono di provare a cambiare, io ci provo con tutto me stesso ma non ci riesco".

CALCIOMERCATO - "Questo è un momento in cui il calcio è pazzo. Guardate cosa succede durante i trasferimenti: la gente non si interessa più a chi è arrivato, ti chiede solamente di fare un altro acquisto. Ma io cerco di stare lontano da questo modo di pensare, non mi piace, non ne faccio parte. Ora tutti vogliono acquisti da 80 milioni di sterline, ma non comprerei mai un calciatore tanto per farlo. Questa estate abbiamo speso abbastanza: se sono convinto vado. E lo faccio solo per il bene del club, non per me. Non sono così importante". 

GIORNATA TIPO - "La mia macchina conosce solo due tragitti: casa-centro sportivo, centro sportivo-casa. Ci sono sicuramente vite più eccitanti della mia!". 

LIVERPOOL - "Senza sembrare presuntuoso, credo di essere la persona giusta per il Liverpool. Non sto dicendo che sono il miglior manager del mondo, ma di essere uno di quelli buoni e molto interessato al bene di questo club. Sicuramente avrebbero potuto prendere un altro tecnico al mio posto, ma questo club mi è piaciuto fin da subito. Durante il mio periodo di pausa ho avuto molte offerte, ma soltanto il Liverpool avrebbe potuto porre fine alle mie vacanze: mi sono innamorato dei 'Reds'. I colori, i tifosi, lo stadio: adoro tutto".

PREMIER - "Non è importante che qualche club ha speso più di noi, non è importante chi ha il miglior giocatore dello scorso anno. L’importante è solo chi sarà il migliore quest'anno. E finché siamo in gara abbiamo una possibilità".

PASSIONE OLIMPIADI - "Mi piace ogni tipo di sport, ogni tipo di sfida. Queste persone che si allenano duramente per 4 anni e poi tutti si riduce a pochi secondi". 

POGBA-MARADONA - "Ci sono atleti che non necessitano di grandi allenamenti sulle gambe. Prendete Pogba: arriva, 9mila persone lo accolgono, selfie su selfie, fa due sedute di allenamento e gioca 90 minuti contro il Southampton. Anche Maradona era diverso: non si è mai realmente allenato. Poteva riscaldarsi anche con le scarpe slacciate. L'ho visto quando giocavo nello Stoccarda da giovane: non potevo non restare a bocca aperta. Non si è scaldato, camminava. Poi è iniziata la gara ed è stato incredibile. Ma questi vantaggi fisici ti aiutano solo se sei forte anche mentalmente". 

AMORE CALCIO - "Si possono battere i migliori anche con una squadra meno brava: questo è quello che mi piace del calcio. E' l'unico sport in cui si può avere l'80% di possesso palla e perdere contro il Burnley. In nessun altro gioco sarebbe potuta succedere una cosa del genere. E' impossibile. Questo è ciò che rende il calcio speciale: è imprevedibile". 

DIFFERENZE TRA PREMIER E ALTRI CAMPIONATI - "La grande differenza tra Premier e tutti gli altri campionati è che qui c’è molta più concorrenza. In Spagna il Barcellona può giocare il 50% delle partite con la squadra B! Ci sono gare in cui Messi corre 4,3 chilometri e segna 5 gol. Praticamente un allenamento. Tutto questo non accade in Inghilterra".

D.G.




Commenta con Facebook