• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter, tre giorni per cessioni, difensore e la 'suggestione' Fabregas

Calciomercato Inter, tre giorni per cessioni, difensore e la 'suggestione' Fabregas

Erkin e Jovetic ai saluti, per Brozovic il Chelsea offrirebbe lo spagnolo ex Barcellona. Ma occhio alla Juventus


Darmian, Brozovic e Fabregas ©Getty Images
Lorenzo Polimanti (@oldpoli)

29/08/2016 11:05

CALCIOMERCATO INTER CESSIONI DIFENSORE BROZOVIC FABGREGAS / MILANO - Doveva essere un calciomercato di consolidamento. Si parlava, ad inizio estate, di pochi colpi mirati a completare ed alzare il livello della rosa a disposizione (ai tempi) di Roberto Mancini. Poi è arrivato il ribaltone totale, con il passaggio di proprietà e l'arrivo di Suning prima e, poi, il cambio clamoroso in panchina a pochi giorni dal via ufficiale della nuova stagione. Ora i colpi del calciomercato Inter sono già sette, contando anche Gabigol che potrebbe essere annunciato ufficialmente oggi, ma a meno di tre giorni dalla chiusura della sessione estiva sembrano tutt'altro che finite le manovre nerazzurre. Dal possibile rinforzo in difesa, con le ipotesi Caceres e Criscito, alle cessioni imminenti di Jovetic ed Erkin passando per la nuova 'suggestione' Fabregas: l'estate di calciomercato per l'Inter di Frank de Boer è ancora rovente.

TEMPO DI CESSIONI: JOVETIC, ERKIN E NON SOLO?

Ai nuovi, importanti acquisti messi a segno, non hanno corrisposto fin qui le cessioni che inizialmente sembravano necessarie. Lecito aspettarsi, dunque, qualche movimento in uscita in queste ultime ore di mercato. A partire da Stevan Jovetic, per il quale è ormai già apparecchiato il ritorno alla Fiorentina. Il Ds nerazzurro Piero Ausilio 'frena' dicendo che non è ancora fatta, ma allo stesso tempo ribadisce: "Ne stiamo parlando, non è una cosa che mi sento di escludere". E gli fanno eco dalla Toscana, dove Corvino chiede un 'sacrificio' da parte dei nerazzurri per andare a dama ed il tecnico Paulo Sousa pensa già a "come integrarlo negli schemi per aiutarci a vincere". Si liberano dunque una casella in attacco e la maglia numero 10, pronte a passare entrambe a Gabigol. Poi c'è Caner Erkin, arrivato a parametro zero sotto la gestione Mancini e ora fuori dai piani di Frank de Boer. La destinazione più probabile per l'ex Fenerbahçe resta il ritorno in patria, al Besiktas, che però sta spingendo per averlo in prestito gratuito. Si tratta. Infine, attenzione a Marcelo Brozovic. In campo 20' contro il Chievo, in panchina ieri nel pareggio interno col Palermo. Per il croato sarebbe tornata sotto anche la Juventus, alla disperata ricerca di un rinforzo a centrocampo e pronta ad investire 20-25 milioni di euro. L'Inter, però, sembra restare ferma sulla sua posizione di non voler cedere ad una rivale. Ecco allora farsi largo l'ipotesi Chelsea, con la suggestione di un possibile scambio con Cesc Fabregas.

FABREGAS ED UN DIFENSORE GLI ULTIMI BOTTI?

Dicevamo. I 'Blues', per arrivare all'ex Dinamo Zagabria, avrebbero offerto all'Inter il cartellino di Fabregas, che contrariamente a quanto affermato dallo stesso spagnolo su Twitter ("C'è un buon rapporto tra me e l'allenatore e lui non ha mai detto che lascerò il Chelsea") non rientrerebbe nei piani di Antonio Conte e sarebbe in partenza. La dirigenza interista ha preso tempo per valutare la proposta ed i costi dell'operazione, visto il pesante ingaggio dell'ex Arsenal e Barcellona al quale, comunque, contribuirebbero i londinesi con un conguaglio piuttosto importante. Di sicuro de Boer non si opporrebbe all'arrivo di un giocatore del calibro dello spagnolo, che permetterebbe di piazzare un uomo d'ordine e qualità davanti la difesa liberando Banega in posizione più avanzata, dove ha dimostrato di trovarsi più a suo agio.

Intanto nella giornata di oggi ci sarà un summit interno all'Inter per valutare anche la possibilità di puntellare la retroguardia con un ultimo tassello. Si cerca un'alternativa alla coppia titolare composta da Miranda e Murillo, possibilmente low-cost. Ed allora si complicano le piste che portano a San Pietroburgo, con Criscito e Garay (vicino al Valencia) che si allontanano. Resta in piedi l'ipotesi Martin Caceres, attualmente svincolato, ma sul quale rimangono due perplessità: innanzitutto le condizioni fisiche, poi lo status di extracomunitario che va verificato in quanto disoccupato dal 30 giugno. Se avesse conservato la residenza in Italia, non ci sarebbero problemi. Infine attenzione anche al laterale Matteo Darmian: con Mourinho al Manchester United non sta trovando spazio, l'Inter resta in allerta visti i problemi sugli esterni bassi. Intanto, come detto, oggi potrebbe essere il giorno dell'annuncio ufficiale di Gabigol, che ieri ha disputato la sua ultima partita con il Santos (un gol annullato per fuorigioco nella sconfitta per 1-0).




Commenta con Facebook