• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Genoa > Genoa, Juric: "Gasperini mi ha cambiato la vita"

Genoa, Juric: "Gasperini mi ha cambiato la vita"

Il tecnico in una lunga intervista parla anche del Crotone


Ivan Juric ©Getty Images

25/08/2016 12:18

GENOA CROTONE JURIC GASPERINI / GENOVA - Ivan Juric a tutto campo tra obiettivi personali e prime sensazioni da tecnico di Serie A. L'allenatore del Genoa, in una lunga intervista alla 'Gazzetta dello Sport', ha iniziato dal suo vecchio club , il Crotone: "So che qualcuno ne parla come di una città brutta. Io ci sono arrivato dopo un esperienza in Spagna, è potenzialmente magnifica. Io ci sono stato benissimo. Non è vero che mi sono lasciato male con i dirigenti: io cancello le cose negative del passato, quindi ricordo solo cose positive. Sarebbe stato un appuntamento bellissimo, lo 'Scida' stracolmo, uno scenario fantastico. I giocatori veri, come i miei, amano giocare in stadi così. Credetemi, per noi sarà uno svantaggio. A me sarebbe piaciuto molto tornarci con il Genoa. Una delle cose che ho imparato a Crotone è adattarmi alle caratteristiche dei miei giocatori. L'incontro con Gasperini a Crotone mi ha cambiato la vita, non lo nascondo: è un mio maestro. Allenamento al mattino? Lo fanno grandi squadre e a me sembra giusto. Al mattino il corpo lavora meglio, possiamo controllare colazione e pranzo, i giocatori hanno più tempo libero. Colazione insieme? E’ bello che stiano insieme, dalle 8 alle 14, si allenano, parlano, leggono i giornali. Perfetto soprattutto per gli stranieri. Esordio col Cagliari? E’ andata bene sotto tutti i punti di vista, ma non sarà sempre così. Qualche volta andrà peggio e dovremo essere bravi a centrare lo stesso il risultato".

 

M.D.A.




Commenta con Facebook