• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Roma > Roma-Porto, Spalletti amaro: "Sconfitta che crea difficoltà..."

Roma-Porto, Spalletti amaro: "Sconfitta che crea difficoltà..."

Il tecnico giallorosso ha commentato la brutta batosta subita all''Olimpico'


Luciano Spalletti © Getty Images

23/08/2016 23:15

CHAMPIONS LEAGUE ROMA PORTO SPALLETTI / ROMA - Al termine di Roma-Porto, finito con un inaspettato 0-3, Luciano Spalletti ha preso la parola a 'Premium Sport' per analizzare questa pesante sconfitta, che è costata ai giallorossi la Champions League

"E' successo che abbiamo perso una partita importante che ci crea una difficoltà altrettanto importante a ricreare un ordine, perché è un risultato difficile da digerire: avevamo tutte le carte per provarci. Abbiamo sicuramente sbagliato la gestione della palla a inizio partita, era quello che mi premeva e che avevo immaginato. Le scelte erano andate in funzione del possesso palla, poi loro sono stati bravi ad andare in vantaggio. Quando stavamo iniziando a riorganizzarci è arrivato il rosso. Espulsioni? Sono ingenuità queste. L'anno scorso non abbiamo mai dato adito a queste possibilità e ora ci è successo: non riesco a capire il perché. Era importante la gestione della palla a inizio partita, proprio per questo ho scelto De Rossi centrale. Lui è capace di farlo. 

Dopo il gol ci siamo innervositi e loro hanno preso fiducia, ma in due gare non si possono prendere tutte queste espulsioni. Cosa cambierei nella preparazione? Dal 9 di luglio a oggi non cambierei nulla di quanto fatto sulla preparazione di questa gara. Oggi abbiamo sbagliato troppi palloni soprattutto per motivi psicologici. Dopo aver preso gol la partita era comunque viva. Non cambierei nulla di quanto fatto. Adesso bisogna solo tapparsi orecchie e occhi e pensare a un lungo periodo in cui lavorare bene. Squadra fuori controllo per le tre espulsioni? Per me è una cosa nuova, nelle 15 o 16 partite dell'anno scorso non era mai capitato. Però la squadra fino a questo momento non aveva mai interpretato in maniera sbagliata nessun tipo di pallone. Nei nostri regolamenti non c'è tolleranza per chi lascia la squadra in dieci".

M.D.




Commenta con Facebook