• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Dai campi > LA MOVIOLA DI CM.IT: carica di Albiol su Bizzarri, regolare il gol di Krejcí

LA MOVIOLA DI CM.IT: carica di Albiol su Bizzarri, regolare il gol di Krejcí

Giacomelli prima concede un rigore al Napoli poi assegna una punizione al Pescara. Gavillucci annulla per offside l'1-0 del Bologna


Insigne ©Getty Images
Emiliano Forte

22/08/2016 07:40

SERIE A LA MOVIOLA DELLA 1A GIORNATA / MILANO – Il campionato di Serie A riparte subito con un big match del calibro di Juventus-Fiorentina, con l'arbitro Massa che dirige bene fatta esclusione per qualche sbavatura su dei contatti di gioco che meritavano maggiore severità. Il caso del weekend è senza dubbio il rigore prima concesso poi negato al Napoli nella sfida contro il Pescara quando il risultato era bloccato sul 2-2: nell'azione, Giacomelli segnala subito il fallo di  Zuparic su Zielinski ma pochi istanti dopo arriva la segnalazione dell'arbitro di porta che ravvisa una scorrettezza di Albiol ai danni di Bizzarri. Da rivedere l'azione del Bologna che lancia verso la porta del Crotone Krejčí, poi fermato da Gavillucci per un offside molto dubbio.

ROMA-UDINESE 4-0, arbitro Di Bello 6 – E' il 16esimo quando Widmer cade in area giallorossa dopo un contatto con Emerson. Di Bello non interviene e fa bene visto che il difensore dell'Udinese si lascia cadere con molta facilità senza subire fallo. L'arbitro concede il primo rigore nella ripresa, nel corso del minuto 64, quando Danilo in piena area di rigore aggancia Dzeko sbilanciandolo: il fallo c'è, anche se va rivista la posizione dell'attaccante bosniaco sul passaggio di Bruno Peres. Dalle immagini la posizione di Dzeko lascia più di qualche dubbio. Netto il secondo penalty concesso alla Roma per il fallo di Badu su Salah.

JUVENTUS-FIORENTINA, arbitro Massa 6 – Sono trascorsi meno di 10 minuti quando i padroni di casa richiamano l'attenzione di Massa per un braccio largo di Astori in piena area. Dalle immagini si vede chiaramente che il pallone prima tocca il ginocchio del difensore viola per poi rimbalzare sul braccio. L'intervento dunque è involontario e l'arbitro fa bene a lasciar correre. Meritava il giallo l'intervento di Chiellini su Kalinic dopo 22 minuti di gioco. Rischia seriamente il rosso Tomovic sul finire del primo tempo quando interviene in maniera scomposta su  Alex Sandro. Massa è fin troppo tollerante e lo grazia. Ad inizio ripresa contatto dubbio tra Gonzalo Rodriguez e Dybala in area viola con il direttore di gara che non interviene. L'intervento è duro e poteva essere sanzionato. Nel complesso Massa se la cava bene; bravo a non perdere il controllo nelle fasi più accese del match.
 
PALERMO-SASSUOLO 0-1, arbitro Pairetto 6 – Alla mezzora  Rajkovic entra in contatto con Berardi in area rosanero; il fallo è netto e Pairetto assegna il tiro dal dischetto in favore degli ospiti senza nessuna esitazione.

MILAN-TORINO 3-2, arbitro Damato 6 – Due i rigori assegnati dal fischietto pugliese nel corso del match di San Siro. Il primo dopo un'ora di gioco quando viene giustamente punito l'intervento in ritardo di Obi su Bonaventura. Il secondo penalty Damato lo assegna al Torino in pieno recupero e sul risultato di 3-2 per i padroni di casa. Il contatto incriminato vede protagonisti Paletta e Belotti che si strattonano a vicenda nel tentativo di arrivare sul pallone. Dalle immagini il contatto non è di semplice interpretazione ma la sensazione è che sia Paletta a commettere la prima irregolarità quindi il tiro dal dischetto ci può stare.

PESCARA-NAPOLI 2-2, arbitro Giacomelli 6,5 – Sul 2-2 arriva l'episodio che ha fatto discutere molti nel dopo partita. Zuparic in area, interviene fallosamente su Zielinski, con Giacomelli che assegna il rigore in favore del Napoli. Il fallo è netto dunque la decisione sembra ineccepibile ma poco dopo Rocchi in qualità di arbitro di porta invita Giacomelli a rettificare e ad assegnare un calcio di punizione per i padroni di casa. Le immagini non sono chiarissime ma sembra che ci sia una carica su Bizzarri da parte di Albiol all'altezza dell'area piccola. Decisione coraggiosa ma che ci può stare stando al regolamento.  

EMPOLI-SAMPDORIA 0-1, arbitro Mariani 5,5 – Nel finale il direttore di gara punisce con il rosso un intervento tanto duro quanto gratuito di Maccarone su Barreto. La decisione può sembrare troppo severa ma un giocatore di grande esperienza come il capitano dei toscani non può permettersi reazioni del genere.

GENOA-CAGLIARI 3-1, arbitro Orsato 6 – Gara affrontata con grinta e coraggio da entrambe le formazioni, con l'arbitro che ha dovuto interrompere più volte il gioco per sanzionare gli interventi più duri. Non si segnalano episodi dubbi da approfondire in sede di moviola.

ATALANTA-LAZIO 3-4, arbitro Banti 6 – Nel corso del 24esimo minuto l'Atalanta si vede annullare un gol per il fuorigioco di Toloi sull'assist di Paloschi. Le immagini danno ragione all'assistente di Banti molto attento e reattivo.

CHIEVO-INTER 2-0, arbitro Irrati 5 – Episodio dubbio dopo 4 minuti di gara, quando Meggiorini viene steso da un Ranocchia poco reattivo al limite dell'area di rigore interista. Non è facile stabilire se il contatto sia avvenuto dentro o appena fuori l'area ma in ogni caso Irrati non sanziona l'entrata e lascia correre. Le immagini gli danno torto perché il fallo è netto e Ranocchia avrebbe meritato anche un provvedimento disciplinare.

BOLOGNA-CROTONE 1-0, arbitro Gavillucci 5,5 – Dopo 22 minuti di gioco Krejčí, pescato sulla linea del fuorigioco, batte Cordaz ma Gavillucci su segnalazione del suo assistente annulla. La decisione si rivelerà errata visto che dalle immagini si può notare come il giocatore del Bologna sia in gioco rispetto alla linea difensiva calabrese.

 




Commenta con Facebook