• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Pagelle > PAGELLE E TABELLINO DI SASSUOLO-STELLA ROSSA

PAGELLE E TABELLINO DI SASSUOLO-STELLA ROSSA

Fenomeno Politano, ospiti disarmanti in difesa e squarciati da una squadra organizzatissima


Domenico Berardi © Getty Images
Antonio Papa (Twitter: @antoniopapapapa)

18/08/2016 22:37

PAGELLE E TABELLINO DI SASSUOLO-STELLA ROSSA / REGGIO EMILIA - Ecco le pagelle della partita Sassuolo-Stella Rossa. 

SASSUOLO

Consigli 6,5 - Impegnato davvero poco, chiamato in causa giusto un paio di volte, risponde presente e non si fa trovare impreparato. 

Gazzola 7,5 - Garantisce una spinta costante ed efficacissima sulla destra, si sovrappone a Berardi e va spesso a scodellare cross pericolosissimi al centro. L'uomo in più che serve sulla destra per far saltare il banco. 

Cannavaro 7 - Sempre in anticipo, sempre in controllo, sempre l'intervento pulito. Un leader difensivo che a questa squadra serve tantissimo, una guida esperta per compagni che vedono certe esperienze per la prima volta. Un capitano in pectore che fa anche benissimo il suo mestiere. 

Acerbi 7 - Con risolutezza o con eleganza, sa cosa fare per arginare gli avversari e lo fa con sicurezza ormai consolidata. Un muro invalicabile: insieme a Cannavaro compone una delle coppie di difensori più completa di tutto il campionato. 

Peluso 7 - Guarda le spalle a Politano con la sua fisicità da centrale difensivo, spinge meno di Gazzola ma presidia la sua fascia con mestiere. 

Biondini 7 - Ha corsa e si propone in appoggio agli attaccanti con inserimenti non sempre irresistibili ma comunque frequenti e pericolosi. Un martello inesauribile. 

Magnanelli 7 - Il solito ragioniere, il solito amministratore del pallone che detta i tempi alla squadra e garantisce l'equilibrio fra i reparti. La partita è tranquilla, al punto che il capitano si concede anche un paio di giocate di fino, come ad esempio una 'ruleta' in mezzo al campo che strappa applausi ai suoi affezionatissimi aficionados. 

Duncan 7,5 - Piace tanto questo mediano, piace perché sa coniugare la corsa e il filtro con una mole importante di qualità. Ha un bel piede, il pallone nello spazio che dà a Berardi ad inizio secondo tempo la dice lunga sulla sua tecnica individuale. Fa gola e invidia a parecchie big. 

Berardi 8 - Riesce sempre a fare la cosa più giusta nel modo più semplice possibile. Uno, due tocchi e il pallone va. Berardi scambia coi compagni, trova traiettorie di passaggio e di inserimento mai banali, trova l'ennesima prodezza con un pizzico di fortuna, imposta e rifinisce per il gol di Politano. L'anima della squadra è lui, che ha appena compiuto 22 anni e ha davanti un futuro accecante, anche più di questo presente radioso. Dal 68' Falcinelli 7 - Neanche un minuto per incidere alla grande sul match. Prende palla sulla sinistra, affonda con un'accelerazione bruciante e serve dentro un pallone perfetto a Defrel, che fa 3-0 e probabilmente chiude il discorso qualificazione. Ricambio extra lusso. 

Defrel 7 - Sbaglia un gol solo davanti al portiere, si muove per creare spazio e lascia il passo ai compagni che si infilano dalle linee laterali. Ne ha una anche nel secondo tempo e spreca ancora in malo modo, reclamando un rigore che non c'è. E' però il preludio al gol, che arriva dieci minuti dopo con uno splendido tap-in volante su azione devastante del neo entrato Falcinelli. Dal 76' Trotta sv

Politano 8,5 - Letteralmente imprendibile, si infila ovunque, apre spazi enormi per i compagni e trova spesso anche la conclusione personale con discreta fortuna. Il gol di Berardi nasce da una sua iniziativa, tiro non irresistibile che però prende i due pali prima di liberare il compagno al tiro, poi si mette in proprio e trova la segnatura con uno scambio fantastico, sempre con Berardi. Un bel giocatore arrivato alla stagione della verità: il Sassuolo ci pensi bene prima di metterlo in panchina.  Dall'83' Sensi sv

All. Di Francesco 8 - Il suo Sassuolo ha perso Vrsaljko e Sansone, due dei segreti dello scorso anno, e lui per il momento li ha sostituiti con Gazzola e Politano, due elementi della rosa dello scorso anno. La dimostrazione tangibile che quando hai le idee gli uomini contano, sì, ma relativamente. Conta di più la programmazione, la filosofia di gioco, l'applicazione. E in questo senso la sua squadra è davvero esemplare. Ci sarà un motivo se ha preferito continuare il suo percorso in neroverde invece di ascoltare la corte delle big. 

 

STELLA ROSSA 

Kahriman 4,5 - Portiere approssimativo, un errore di valutazione clamoroso sul primo tiro di Politano, leggibilissimo ma lasciato adagiarsi prima su un palo, poi sull'altro, prima che ci si avventi Berardi. E' l'errore più grave di una partita comunque da matita blu. 

Cvetkovic 4 - Ha dalla sua parte un Politano versione Neymar che lo fa letteralmente ammattire. Prova a prenderlo in duello e il folletto romano gli sguscia via, prova ad andare sull'anticipo e lui si accentra per colpirlo di infilata. Non lo prende mai, ma proprio mai. 

Le Tallec 4 - Imbarazzante, davvero. Stende il tappeto rosso a Politano, a Defrel, a Berardi, a chiunque passi da quella parte. Non è un centrale di ruolo, e si vede, ma la figura che fa è davvero barbina. 

Phibel 4,5 - Errore di tempismo sul gol di Politano, errore di posizionamento su quello di Defrel. Anche lui completamente in balia degli scatenati avversari. 

Ristic 4,5 - Dalla sua parte Gazzola e Berardi fanno quello che vogliono, poi 'assaggia' anche Politano e gli risulta altrettanto amaro. Diciamo che per la difesa dei serbi non era esattamente la serata giusta. 

Donald 5 - C'è traffico in mezzo al campo, lui dovrebbe fare filtro davanti alla difesa ma ha di fronte tre centrocampisti in condizione strepitosa che lo divorano in un boccone. Travolto. 

Poletanovic 5 - Anche lui al centro del campo vede pochi palloni, preso com'è nel mezzo delle geometrie sassolesi. Poca cosa. 

Mouche 5 - Un po' più attivo nel primo tempo, nella ripresa scompare totalmente dai radar fino a 'chiamarsi' la sostituzione, che era diventata inevitabile. Impalpabile. Dal 70' Srnic sv - Gioca venti minuti in cui ormai la partita era ampiamente decisa, non poteva incidere.  

Katai 5,5 - Capitano e leader tecnico della squadra, e si vede dal fatto che l'unico a creare qualcosa di realmente pericoloso per la Stella Rossa è proprio lui. Splendida l'azione sulla sinistra dopo 10 minuti dall'inizio della ripresa: ne salta tre prima di trovare davanti il muro di Consigli. Ma predica nel deserto e va ad intermittenza.  

Ruiz 4,5 - Un fantasma che aleggia per il campo senza mai toccare palla, la sostituzione di Bozovic è dettata dalla volontà di avere un uomo in più in campo. Dal 57' Plavsic 5 - Un interventaccio gratis su Biondini che gli vale il giallo, l'unico sussulto di una mezz'ora anonima. Almeno ci mette cattiveria agonistica. 

Vieira 5 - Un viandante disarmato in mezzo a guerrieri famelici e armati di mitra. Il confronto non poteva che essere impietoso. Dall'84' Sikimic sv

All. Bozovic 4,5 - Parlavamo dell'organizzazione di Di Francesco, allora per restare in tema bisogna confrontarla con la disorganizzazione della squadra serba. Calciatori fuori ruolo che non sanno cosa devono fare, ritmi completamente diversi rispetto agli avversari, pochissime idee lì davanti. E meno male che in Serbia non giocavano una partita senza segnare da diversi mesi. 

 

Arbitro Gözübüyük 6 - Il Sassuolo reclama giusto un rigore che però non c'è, visto che Defrel inciampa goffamente sul pallone. Il resto è gestione piuttosto agevole di una partita tutto sommato lineare e con pochi episodi controversi. 

 

 

TABELLINO 

SASSUOLO-STELLA ROSSA 3-0

SASSUOLO (4-3-3): Consigli; Gazzola, Cannavaro, Acerbi, Peluso; Biondini, Magnanelli, Duncan; Berardi (dal 23' st. Falcinelli), Defrel (dal 31' st. Trotta), Politano (dal 39' st. Sensi). A disp. Pegolo, Antei, Letschert, Mazzitelli. All. Di Francesco.

STELLA ROSSA (4-2-3-1): Kahriman; Cvetkovic, Poletanovic, Phibel, Ristic; Le Tallec, Donald; Mouche (dal 25' st. Srnic), Katai, Ruiz (dal 12' st. Plavsic); Vieira (dal 39' st. Sikimic). A disp. Supic, Petkovic, Lukovic, Rendulic. All. Bozovic.

ARBITRO: Gözübüyük (Turchia)

MARCATORI: Berardi al 17', Politano al 41' p.t.; Defrel al 24' s.t.
AMMONITI: Cvetkovic (SR), Cannavaro (Sa), Plavsic (SR) per gioco scorretto

 

 




Commenta con Facebook