• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > TDM - Tattica del Mercato > TATTICA DEL MERCATO - Inter, Gabigol: l'ennesimo erede di Pelè

TATTICA DEL MERCATO - Inter, Gabigol: l'ennesimo erede di Pelè

L'analisi di Calciomercato.it sui protagonisti del mercato: occhi puntati sull'attaccante del Santos


Gabigol ©Getty Images
Maurizio Russo

11/08/2016 17:46

TATTICA DEL MERCATO INTER GABIGOL SANTOS / MILANO - A prescindere dalla permanenza o meno di Mauro Icardi, corteggiatissimo dal Napoli e dai club inglesi con il Chelsea in testa, il calciomercato Inter si concentra sulla ricerca di un attaccante da regalare al nuovo tecnico Frank De Boer. Il nome più caldo è quello di Gabigol, 19enne attaccante brasiliano attualmente impegnato con la Nazionale verdeoro nel torneo olimpico, che milita nel Santos. Come anticipato da Calciomercato.it, l'Inter ha operato il sorpasso sulla Juventus che comunque continua a seguire Gabigol: lo stesso presidente 'Peixe' Modesto Roma, ha ammesso che quelle dei nerazzurri e dei bianconeri al momento sono le uniche due offerte ufficiali che sono giunte al suo club. Conosciamo meglio il giocatore attraverso la nostra rubrica 'Tattica del Mercato'.


BIOGRAFIA DI GABIGOL, OBIETTIVO IN ATTACCO DELL'INTER

Gabriel Barbosa Almeida, meglio noto come Gabigol, nasce a São Bernardo do Campo, in Brasile il 30 agosto 1996. Come molti altri, viene scoperto dall'indimenticabile Zito mentre giocava una partita di calcio a 5 proprio contro il Santos, vinta 6-4 con sei gol messi a segno proprio da lui. A 8 anni viene quindi portato al 'Peixe' ed inizia la trafila del settore giovanile del club bianconero. Ad appena 16 anni gli viene fatto un contratto da professionista in modo da poterlo blindare con l'inserimento di una clausola di rescissione di 50 milioni di dollari. Debutta in prima squadra non ancora 17enne contro il Flamengo e chiude la sua prima stagione mettendo a segno la prima rete nel campionato brasiliano contro il Vitoria. A partire dal 2014 diventa titolare e in due stagioni sigla 42 reti in 112 presenze tra brasilerao, paulistao e coppa del Brasile. Quest'anno ha già segnato 12 gol prima della pausa per l'Olimpiade.

Gabigol è stato inserito in tutte le Nazionali giovanili verdeoro dall'Under 15 all'Under 23 mettendo a referto 16 reti in 26 apparizioni. Fa il suo esordio con la Seleçao sotto la guida Dunga lo scorso maggio in amichevole contro Panama, andando subito a segno, poi viene inserito nei 23 convocati per la Coppa America Centenario dove non brilla come il resto della squadra riuscendo a segnare un gol soltanto nel 7-1 ad Haiti. Attualmente è impegnato con la squadra olimpica nel torneo a cinque cerchi, dove ha segnato una doppietta.


CARATTERISTICHE TECNICO-TATTICHE DI GABIGOL

Alto 1,76 per 68 kg, fisico brevilineo e asciutto, sinistro naturale. Gabigol si ispira a Cristiano Ronaldo anche se, come ogni attaccante talentuoso cresciuto nel Santos, viene indicato come l'erede di Pelè. Anche perché Neymar è ancora troppo giovane per avere un erede... Nonostante la giovane età, Gabriel possiede già una grande tecnica individuale, ma colpisce anche per la velocità, l'esplosività e la visione di gioco. Non solo: possiede anche un buon tiro dalla distanta e, soprattutto, è in grado di calciare con estrema precisione sia con il destro che con il sinistro, caratteristica che lo rende imprevedibile e difficilissimo da controllare. Come ogni brasiliano che si rispetti, poi, è dotato di un gran dribbling e riesce a sfornare assist con molta facilità. Deve migliorare nella freddezza davanti al portiere e nel cinismo sotto porta.


GABIGOL E' UN GIOCATORE ADATTO ALL'INTER?

Sia che decida di insistere sul 4-2-3-1 impostato da Mancini che di passare al 4-3-3, De Boer sembra essere già coperto nei ruoli da titolari con i vari Icardi, Perisic, Candreva e Banega. E se nel lungo periodo Gabigol sembra avere i numeri per non far rimpiangere nessuno dei giocatori offensivi attualmente presenti nella rosa dell'Inter, ad oggi il brasiliano sembra un gradino sotto gli altri, senza dimenticare che avrebbe bisogno di tempo per ambientarsi nel calcio italiano. Perciò, qualora il club nerazzurro non dovesse essere costretto a fare sacrifici sul mercato (Icardi o Perisic), Gabriel sarebbe davvero un grande colpo, non fosse altro che per la sua straordinaria duttilità tattica. Prima o seconda punta, attaccante esterno e trequartista: sa fare tutti i ruoli. Lo sa anche la Juventus...




Commenta con Facebook