• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > TDM - Tattica del Mercato > TATTICA DEL MERCATO - Juventus, Luiz Gustavo: grinta e polmoni per Allegri

TATTICA DEL MERCATO - Juventus, Luiz Gustavo: grinta e polmoni per Allegri

L'analisi di Calciomercato.it sui protagonisti del mercato: occhi puntati sul centrocampista del Wolfsburg


Luiz Gustavo ©Getty Images
Maurizio Russo

03/08/2016 16:35

TATTICA DEL MERCATO JUVENTUS LUIZ GUSTAVO WOLFSBURG / TORINO - A meno di un mese dalla chiusura del calciomercato estivo, appare già evidente che la regina sia la Juventus. I bianconeri erano già la squadra da battere, almeno in Italia, e si sono ulteriormente rinforzati (indebolendo contestualmente le avversarie) con gli arrivi di Pjanic e Higuain oltre a quelli di Benatia e Dani Alves. L'obiettivo della 'Vecchia Signora' è chiaro: dare l'assalto alla Champions League soltanto sfiorata due stagioni fa con la finale persa contro il Barcellona. Considerato che Pogba è quasi certo di lasciare Torino per tornare al Manchester United, manca ancora un tassello per completare il calciomercato Juventus, ossia un centrocampista che possa rimpiazzare il francese. Da Matuidi a Witsel passando per Sissoko, tanti sono i nomi già accostati alla Juve. L'ultimo in ordine di tempo è quello di Luiz Gustavo del Wolfsburg. Conosciamo meglio il giocatore attraverso la nostra rubrica 'Tattica del Mercato'.


BIOGRAFIA DI LUIZ GUSTAVO, OBIETTIVO DELLA JUVENTUS A CENTROCAMPO

Luiz Gustavo Dias nasce a Pindamonhangaba, in Brasile, il 23 luglio 1987. Comincia la sua carriera giovanile nella squadra amatoriale della sua città natale agli ordini del professor Evaldo Machado. A 15 anni passa al settore giovanile del Corinthians Alagoano, con cui fa il suo esordio tra i professionisti nel 2006 in Serie C. L'anno successivo viene prestata al Clube de Regatas, in Serie B: lì viene notato dall'Hoffenheim, dove si trasferisce appena 20enne contribuendo alla promozione dei biancoazzurri, che lo riscatteranno nel 2008, in Bundesliga. Nel gennaio 2011 il salto di qualità con il passaggio al Bayern Monaco, dove in due stagioni e mezza colleziona 100 presenze e 6 gol tra campionato tedesco e coppe varie, conquistando il Triplete nel 2013 sotto la guida di Heynckes. Ma con l'arrivo di Guardiola viene messo sul mercato e passa al Wolfsburg con cui vince una DFB Pokal e, pur non giocando per infortunio, una Supercoppa tedesca.

Luiz Gustavo fa il suo esordio con la Nazionale brasiliano il 10 agosto 2011 proprio contro la 'sua' Germania a Berlino. Gioca da titolare e vince sotto la guida di Scolari la Confederations Cup del 2013 e partecipa da protagonista anche al Mondiale sempre giocato in casa del 2014. E' costretto a saltare per infortunio la Copa America 2015 e quella del Centenario. Finora con la Seleçao ha collezionato 40 presenze con 2 gol.


CARATTERISTICHE TECNICO-TATTICHE DI LUIZ GUSTAVO

Alto 1,87 per 80 kg, fisico longilineo e asciutto, sinistro naturale. Luiz Gustavo è un brasiliano atipico: più che per le doti tecniche, comunque discrete, si distingue per la sua intelligenza tattica e per la visione di gioco. E' in possesso di un buon tiro dalla distanza ed è abile nei colpi di testa su palle inattive. Ma soprattutto è dotato di due polmoni che gli permettono di correre senza soluzione di continuità per tutti i 90 miunti, oltre che di una grinta che ne fa un mediano interdittore capace di recuperare una gran quantità di palloni in mezzo al campo. Deve imparare a velocizzare un po' la sua azione ed evitare di eccedere nel dribbling in fase di impostazione.


LUIZ GUSTAVO E' UN GIOCATORE ADATTO ALLA JUVENTUS?

Sostituire Pogba non sarà semplice per la Juventus. E sotto questo aspetto ai dirigenti bianconeri va dato il merito di non aver cercato un centrocampista che abbia le stesse qualità e doti tecniche del francese, bensì di ridisegnare la linea mediana con nuovi profili. L'arrivo di Pjanic dà certamente un grosso contributo in fase di impostazione oltre che sui calci piazzati, quello di Luiz Gustavo sarebbe complementare per formare una bella coppia: il brasiliano (con passaporto comunitario) recupera palloni ed il bosniaco li smista. Senza dimenticare poi la grande duttilità del giocatore del Wolfsburg: oltre al suo ruolo naturale di mediano davanti alla difesa può infatti agire da mezzala in un centrocampo a 3 e all'occorrenza riesce a destreggiarsi anche come difensore centrale e terzino sinistro. Per Allegri sarebbe davvero un rinforzo perfetto che gli garantirebbe corsa e pressing in mezzo al campo.




Commenta con Facebook