• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Napoli, De Magistris: "Higuain? Il suo è alto tradimento. Sul San Paolo"

Napoli, De Magistris: "Higuain? Il suo è alto tradimento. Sul San Paolo"

Il sindaco partenopeo ha parlato del progetto per lo stadio, in sinergia con De Laurentiis


Stadio San Paolo ©Getty Images

27/07/2016 00:15

NAPOLI DE MAGISTRIS SAN PAOLO HIGUAIN / NAPOLI - Tanti i temi caldi in chiave Napoli negli ultimi giorni, dei quali ha discusso il sindaco Luigi De Magistris: "Non accetto il passaggio di Higuain alla Juventus, - ha dichiarato a 'Canale 21' - essendo legato a un calcio di un certo tipo. Questo per me è alto tradimento. Analizzando la situazione da tifoso, penso le cose si complichino molto. Si dilata ulteriormente la forbice tra bianconeri e inseguitrici. Sarà difficile per il Napoli colmare il distacco".

JUVENTUS - "Lo scorso anno il Napoli è arrivato a un passo dalla gloria. Primeggia in Italia ed Europa ma manca l'ultimo step. Ora bisogna vincere qualcosa. E' da troppo che questa città non vive un momento del genere".

SAN PAOLO - "Una cosa certa sono i soldi messi dal Comune per la ristrutturazione del San Paolo. Stanziati 25 milioni di euro e il bilancio sarà approvato tra il 3 e il 5 agosto. I lavori proseguranno in sinergia col Napoli, che ci aspettiamo mantenga le promesse in termini di investimenti. Il presidente ha preso l'impegno di mettere tante risorse per lo sviluppo. I nostri 25 milioni serviranno giusto per tamponare le emergenze, per i lavori più urgenti. Poi starà a De Laurentiis intervenire per completare quello che era il progetto complessivo, così come abbiamo concordato":

CHAMPIONS - "L'anticipo che ci darà il Credito Sportivo servirà per i lavori necessari per la Champions, ovvero spogliatoi e tribuna stampa, poi si procederà alle altre criticità come i bagni, che sono indecenti, e via via tutto il resto. Il tutto a stadio aperto, nel senso che non ci sarà bisogno di chiudere l'impianto per effettuare i lavori".

L.I.




Commenta con Facebook