• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > TV & cinema > Cinema, due premi per "Beautiful" di Capitani al Giffoni: tutti i premiati

Cinema, due premi per "Beautiful" di Capitani al Giffoni: tutti i premiati

Pif ospite d’onore consiglia i più piccoli: "Stare fuori d'Italia, viaggiare per poi tornare, ma anche forse no…"


Pif (Getty Images)

25/07/2016 12:33

CINEMA I VINCITORI DEL GIFFONE FILM FESTIVAL / ROMA - Si è chiusa la 46esima edizione del Giffoni Film Festival, manifestazione campana dedicata ai film per ragazzi. I vincitori dei film in concorso sono stati annunciati nel corso della conferenza stampa finale dal direttore del Festival Claudio Gubitosi. Sono stati 105 i titoli in competizione (selezionati su oltre 4.600 produzioni in preselezione) e presentati nelle sezioni Elements +3 (3-5 anni), Elements +6 (6-9 anni), Elements +10 (10-12 anni), Generator +13 (13-15 anni), Generator +16 (16-17 anni), Generator +18 (dai 18 anni in su) e Gex Doc.

Ospite d'onore Pierfrancesco Diliberto in arte Pif, che ai giovani giurati ha detto: "Stare fuori d'Italia, viaggiare per poi tornare, ma anche forse no, vi fa solo del bene. Vi dà modo di capire come dovrebbero andare le cose, vi arricchisce".

L’elenco dei vincitori del Gryphon Award:

- Per gli ELEMENTS +3, ai giurati più piccoli sono stati proposti fuori concorso due lungometraggi e in concorso una lunga serie di cortometraggi, il primo classificato tra questi ultimi è CROCODILE (Julia Ocker, Germania).

- Per gli ELEMENTS +6, il vincitore è THE WILD SOCCER BUNCH – THE LEGEND LIVES! (Joachim Masannek, Germania). Al secondo posto ZIP & ZAP AND THE CATPAIN’S ISLAND (Oskar Santos, Spagna). Nella sotto-sezione dei cortometraggi la vittoria è andata a REAL STRENGHT (Svend Colding, Danimarca), sl secondo posto ALIKE (Daniel Martinez Lara & Rafa Cano Méndez, Spagna).

- Per gli ELEMENTS +10, ha vinto NELLY’S ADVENTURE (Dominik Wessely, Germania), mentre il secondo classificato è stato TSATSIKI, DAD AND THE OLIVE WAR (Lisa James-Larsson, Svezia). Tra i cortimetraggi invece, hanno vinto il primo e il secondo posto rispettivamente ZOMBRIELLA (Benjamin Gutsche, Germania) e WHERE HAVE YOU BEEN (Katja Benrath, Germania).

- Per i GENERATOR +13 il film preferito è stato FANNY’S JOURNEY (Lola Doillon, Francia/Belgio) e, in seconda posizione, FOG IN AUGUST (Kai Wessel, Germania).

- Per i GENERATOR +16 ha trionfato THE VIOLIN TEACHER (Sergio Machado, Brasile); il secondo classificato è stato invece MY NAME IS EMILY (Simon Fitzmaurice, Irlanda).

- Tra i GENERATOR +18 ha vinto URBAN HYMN (Michael Caton-Jones, Gran Bretagna), seguito da CHICKEN (Joe Stephenson, sempre Gran Bretagna). Questa sezione, a differenza della altre Generator(s), ha creato un concorso parallelo anche per i cortometraggi. Nella sotto-sezione Animation la vittoria è stata attribuita a BLIND VAYSHA (Theodore Ushev, Canada) mentre il secondo classificato è stato THE STEINWAY (Massimo Ottoni, Italia). Nell’altra sotto-sezione, Fiction, si è aggiudicato il primo posto BEAUTIFUL (Alessandro Capitani, Italia) e il secondo posto BALCONY (Toby Fell-holden, Gran Bretagna).

- Nella sezione GEX DOC il vincitore è REAL BOY (Shaleece Haas, America), mentre al secondo posto si è classificato DREAMING OF DENMARK (Michael Graversen, Danimarca).

- Nella sezione PARENTAL CONTROL, che quest’anno ha aggiunto alla sua offerta per i genitori accompagnatori dei bambini in sala anche il concorso dei cortometraggi, si è aggiudicato il primo premio, nella sotto-sezione denominata ad hoc Destinazione Italia, IT’S A WONDERFUL LIFE (Valerio Attanasio, Italia).

Sono stati inoltre assegnati una serie di SPECIAL AWARDS: i vincitori e le motivazioni

- Il GIOTTO SUPER BE-BÈ AWARD (sezione ELEMENTS + 3) a SISSY’S DREAM (Fabrizio Gammardella, Italia) per la delicatezza del trattamento narrativo di un tema complesso quale la disabilità infantile.

- Il GRIFONE DI ALLUMINIO, PREMIO CIAL (Consorzio Imballaggio Alluminio) PER L’AMBIENTE (sezione ELEMENTS +10) a HANG IN THERE, KIDS! (Laha Mebow, Taiwan) per l’approccio poetico, e al tempo stesso concreto, che la regista ha adoperato per evidenziare il rapporto fra il territorio d’origine e i membri più giovani di una piccola comunità.

- PREMIO CGS (Cinecircoli Giovanili Socioculturali) – "Percorsi Creativi 2016" (sezione GENERATOR +13) a FOG IN AUGUST (Kai Wessel, Germania) perché il film, ambientato come altri nella Germania nazista, approfondisce però un aspetto poco conosciuto e tuttora controverso di quest’ultima: quello dei programmi di eutanasia applicati anche su minori e disabili.

- L’AMNESTY INTERNATIONAL AWARD (sezione GEX DOC) è andato a DREAMING OF DENMARK (Michael Graversen, Danimarca), per la capacità e la discrezione con cui il regista ha raccontato una storia che rende consapevoli noi tutti, oggi, delle difficoltà di essere un richiedente asilo nell’Europa attuale. Lo stesso premio è stato conferito anche, nella sotto-sezione Corti Animation all’interno dei GENERATOR +18, a FENCES (Natalia Krawczuk, Polonia), per aver posto l’accento sul tema del diritto alla libertà e sulle conseguenze che la sua limitazione comporta in un momento storico come questo, in cui si ergono sempre più barriere.

- Il BLASTEEM AWARD (sezione GENERATOR +18, sotto-sezione Corti Fiction) è andato a BEAUTIFUL (Alessandro Capitani, Italia) per l’interesse del tema trattato.

- Il VITE CORAGGIOSE - BAMBINO GESU’ HOSPITAL AWARD, assegnato dalla direzione artisti del GFF, è stato vinto da THE VIOLIN TEACHER (Sergio Machado, Brasile) per il coraggio, la forza e la determinazione del protagonista nel costruire la sua destinazione, tema cardine del GEX 2016, nonostante le avversità.




Commenta con Facebook