• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > I Craque del momento > I CRAQUE DEL MOMENTO - Dimarco, il baby cecchino infallibile

I CRAQUE DEL MOMENTO - Dimarco, il baby cecchino infallibile

L'esterno sinistro ha trascinato l'Italia Under 19 in finale all'Europeo


Federico Dimarco ©Getty Images
Maurizio Russo

22/07/2016 15:30

I CRAQUE DEL MOMENTO DIMARCO ITALIA UNDER 19 / MANNHEIM (Germania) - Il Portogallo ha dimostrato che ci si può laureare campione d'Europa anche senza vincere quasi nessuna partita entro i 90 minuti regolamentari. Prendendo spunto dai lusitani, l'Italia Under 19 potrebbe stabilire un record simile: vincere l'Europeo di categoria senza segnare nemmeno un gol su azione. La selezione allenata da Vanoli, infatti, ha raggiunto la finale della manifestazione continentale segnando cinque reti in quattro partite, tutti su calci piazzati: tre rigori e due punizioni. Domenica l'atto conclusivo contro... la Francia.

CECCHINO INFALLIBILE - Ed il capocannoniere degli azzurri è l'esterno sinistro Federico Dimarco, che da fermo non sbaglia un colpo: quattro delle cinque marcature italiane portano la sua firma. A segno dal dischetto nella prima partita del gruppo A contro i padroni di casa della Germania (rigore che ha anche dovuto ripetere, ndr), si è ripetuto dagli undici metri anche contro il Portogallo nel match conclusivo della fase a gironi. Ma è in semifinale contro la favorita Inghilterra che il giovane mancino ha dato il meglio di sé con una doppietta: prima trasformando un penalty, poi con uno splendido calcio di punizione dal limite.

CARRIERA IN CRESCENDO - Dimarco ha preso parte ad Euro Under 19 dopo aver 'messo a posto' il suo futuro sul calciomercato. Lo scorso 1 luglio, infatti, l'esterno sinistro il cui cartellino è di proprietà dell'Inter si è trasferito in prestito con diritto di riscatto e controriscatto all'Empoli, che lo ha strappato alla concorrenza di Chievo e Palermo. Un passo avanti nella carriera del mancino classe 1997 dopo la positiva esperienza della seconda parte della passata stagione in Serie B con la maglia dell'Ascoli.

 




Commenta con Facebook