• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inghilterra > Rapid Vienna-Chelsea, Conte: "Dobbiamo cambiare alcuni scheletri"

Rapid Vienna-Chelsea, Conte: "Dobbiamo cambiare alcuni scheletri"

Il manager italiano: "Veniamo da un decimo posto, bisogna lavorare"


Antonio Conte ©Getty Images

16/07/2016 21:18

CHELSEA CONE AMICHEVOLE RAPID VIENNA KANTE/ VIENNA (Germania) - Male la prima di Antonio Conte sulla panchina del Chelsea, sconfitto in amichevole contro il Rapid Vienna. Un ko fisiologico, visto che il manager italiano ha potuto lavorare solo tre giorni con i suoi nuovi giocatori: "Non sono arrabbiato, non posso esserlo, abbiamo iniziato a lavorare da tre giorni e affrontavamo un avversario più avanti di noi - ha dichiarato Conte ai microfoni di 'Sky Sport' - Ho apprezzato tanto l'impegno di tutti i giocatori ed ho potuto avere a disposizione diversi giorni".

GLI SCHELETRI...DI MOURINHO? - "Bisogna lavorare a livello tattico e trovare le soluzioni giuste per questa squadra. Dobbiamo sicuramente lavorare cambiando alcuni scheletri dell'anno scorso, questo è fuori dubbio, in alcune situazioni, soprattutto all'inizio, la squadra era bassissima e si difendeva troppo e questo non è da Chelsea - ha spiegato Conte, riferendosi ai avuti del Chelsea durante tutta la scorsa stagione quando Mourinho venne esonerato dopo il ko contro il Leicester - Bisogna cambiare da questo punto di vista, ma ho a disposizione un gruppo di ragazzi che hanno voglia di lavorare".

CALCIOMERCATO - "Kanté? Era un nostro obiettivo, siamo riusciti a prenderlo. Stiamo lavorando in sinergia con la società per rafforzare la rosa, preferiamo aspettare e centrare gli obiettivi piuttosto che andare alla cieca sul mercato. E' un momento difficile per il club, veniamo da un decimo posto, ma so che da questi momenti, con le persone giuste, si può costruire qualcosa di importante".

S.F.




Commenta con Facebook