• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Video > VIDEO - Calcio, i migliori VIDEOGIOCHI di sempre: FIFA

VIDEO - Calcio, i migliori VIDEOGIOCHI di sempre: FIFA

Ecco la nuova rubrica di Calciomercato.it che ripercorre la storia dei giochi virtuali più amati


FIFA 16
Jonathan Terreni

14/07/2016 10:42

CALCIO MIGLIORI VIDEOGIOCHI DI SEMPRE  / ROMA - Chi non ha mai giocato ad un videogame di calcio, scagli la prima... sfera! Campionati sul divano, tornei con gli amici, partite a gettoni nel bar: ecco la nuova rubrica di Calciomercato.it che ripercorre la storia dei migliori videogiochi a tema calcistico. Dagli albori informatici fino ai giorni nostri. In questo episodio: FIFA

FIFA
Sviluppo: Electronic Arts
Anno: dal 1993
Modalità: singolo, multiplayer
Piattaforme: Sega Mega Drive, SNES, Game Gear, Amiga, DOS, PlayStation, PlayStation 3, Xbox 360, PC, PlayStation 4, Xbox One.

Il più famoso tra i videogames di calcio non ha bisogno di troppe presentazioni. Ha fatto la storia e continuerà a farla negli anni a venire, a sportellate con l'arcirivale PES. Per molti FIFA è 'il' videogioco. Negli ultimi anni la Electronic Arts ha sbaragliato la concorrenza in termini grafici rendendo il gioco spaventosamente realistico. Le oltre 100 milioni di copie vendute in tutto il mondo è un numero da capogiro. I dettagli sfiorano ormai la perfezione. La giocabilità aggiunge ogni anno nuove particolarità e l'intelligenza artificiale, che per anni è stata criticata dagli addetti ai lavori, ha subito notevoli migliorie. Detto questo FIFA merita decisamente un capitolo a parte rispetto a tutti gli altri sia perché ovviamente, come il nome stesso dice, è sponsorizzato dalla federazione internazionale che governa il gioco del calcio (e questo in termini di concessione di licenze ha fatto la differenza), sia perché la sua storia ebbe inizio già 23 anni fa.

I PRIMI ASSAGGI DI FIFA - Il primo FIFA ad uscire su mercato fu FIFA 94 o FIFA International Soccer, con David Platt in copertina. Si limitava però al solo utilizzo delle nazionali. Girava su Sega Mega Drive e PC, prima di essere esteso anche a Game Boy, SNES e DOS. Quattro le modalità di gioco: esibizione, qualificazioni, torneo e campionato. I rigori furono introdotti con FIFA 95, con cui per la prima volta si ha accesso anche alle squadre di club compresa la Serie A. In FIFA 96, grazie al 'visual stadium' si potevano scegliere differenti visuali di gioco e per l prima volta vengono introdotti i nomi reali dei giocatori. Con FIFA 97 si inizia a dar particolare valore all'aspetto grafico. Il francese David Ginola è la 'cavia' del 'motion capture' grazie al quale i calciatori iniziano ad assumere movenze sempre più reali. In più troviamo la novità dell'indoor sei contro sei. L'edizione seguente fu interamente ispirata ai Mondiali francesi con Paolo Maldini a fare da testimonial per l'Italia. Il nuovo motore grafico sarà la base per tutti i capitoli a seguire. FIFA 99 fu un vero cult per Play Station. Personalizzazioni grafiche, realismo e anche una sana dose di sregolatezza (si potevano commettere ineccepibili falli volontari, ndr) sono le chiavi del successo davanti alle porte del nuovo millennio.

L'ALBA DEL NUOVO MILLENNIO - Dal 2000 al 2002 le modifiche non furono troppo significative, fatta eccezione per le nuove modalità di competizione. Dal 2002 viene aggiunto il sostantivo 'football' accanto all'acronimo FIFA. FIFA Football 2003 segna un ulteriore passo in avanti in termini grafici e di gameplay, soprattutto per quanto riguarda i calci piazzati. Anche gli stadi e le telecronache vengono arricchite nei contenuti. La voce per l'Italia è Bruno Longhi (dal 2007 sarà la coppia Caressa-Bergomi mentre da FIFA 15 la telecronaca è affidata a Pardo). Dal 2006 il nome del gioco viene abbreviato in FIFA 06, e così via di edizione in edizione fino all'ultima: FIFA 16. Inutile sottolineare i fatto che anno dopo anno la saga è migliorata sempre più anche se dobbiamo aprire una parentesi. Già, perché a cavallo tra il 2006 e il 2010 FIFA è stato oggetto di molte critiche, soprattutto dai propri sostenitori, a causa anche della forte concorrenza di PES che in quegli anni ha dominato. Lo sforzo della EA negli ultimi cinque-sei anni però ha ribaltato i valori facendo tornare uno dei suoi prodotti di punta al vertice del mercato. Una considerazione rafforzata anche dai numeri di vendita del prodotto in tutto il mondo. A fare la differenza è stato, in concomitanza con la crisi evolutiva di PES, lo straordinario mix tra una grafica al limite della perfezione e una giocabilità sempre più realistica. Inoltre le modalità di gioco sono state pensate con maniacale cura dei dettagli. La personalizzazione del proprio calciatore, all'inseguimento di una carriera da sogno tra contratti milionari e dinamiche calcistiche coerenti con la realtà, è stata senza dubbio il fiore all'occhiello della saga, arricchita dalle strepitose potenzialità della Play Station 4. Ora l'attesa è tutta per l'uscita di FIFA 17, prevista per la fine di settembre prossimo. E se pensiamo poi al futuro gli amanti del genere possono sognare anche se la Konami, casa madre di PES, ha già dichiarato che dal prossimo anno tornerà al vertice. Tra realtà virtuali integrate, nuove idee di console e tecnologie senza freni il futuro di FIFA (e di ogni altro videogioco) è sempre più da brividi.
 




Commenta con Facebook