• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Inter, conferenza Mancini: "Icardi si sta impegnando molto. Gabriel Jesus e Joao Mario...."

Inter, conferenza Mancini: "Icardi si sta impegnando molto. Gabriel Jesus e Joao Mario...."

Le parole del tecnico nerazzurro dal ritiro di Riscone


Roberto Mancini ©Getty Images
Bruno De Santis (@Bruno_De_Santis)

13/07/2016 16:30

INTER CONFERENZA MANCINI  / RISCONE - Conferenza stampa dal ritiro di Riscone per Roberto Mancini: il tecnico nerazzurro risponderà alle domande su tutte le calciomercato Inter, soffermandosi inevitabilmente anche sul calciomercato con il caso Icardi e le varie trattative tengono banco. Calciomercato.it ha seguito per voi le dichiarazioni di Mancini in conferenza. 

BILANCIO - "Fino ad oggi hanno lavorato tutti molto bene, hanno messo grande impegno. Sul campo è andato tutto bene". 

STATO D'ANIMO  - "Amo il mio lavoro e cerco di farlo sempre al massimo. L'unico malessere che ho avuto è che ho dovuto un po' di liquido al ginoccho". 

ICARDI - "Icardi si è impegnato molto, le altre cose non riguardano me". 

MERCATO - "Io faccio l'allenatore, alleno i calciatori che sono qua, aspetto i nazionali. Questo è il mio lavoro". 

PASSO INDIETRO - "Ho parlato con nuovi proprietari due settimana fa quando c'è stata la presentazione a Milano". 

GAP JUVENTUS - "La Juventus si è rinforzata anche se ha perso Morata, però con acquisti si è rinforzata. Nel calcio tutto è possibile, al momento i bianconeri mi sembrano sopra tutte le altre squadre". 

GABRIEL JESUS E JOAO MARIO - "Gabriel Jesus è un ragazzo di grande prospettiva: se manterrà le qualità che ha mostrato può diventare grande attaccante. Joao Mario è un calciatore tipo Brozovic, può giocare anche sull'esterno anche se non è esterno di ruolo. Se dovessero arrivare ci vuole un po' di tempo per farli ambientare. Sono giocatori bravi". 

JOVETIC  - "Queste cose non le so, si sta allenando bene. In questo momento non credo che vada via, poi non so cosa può accadere. Mio contratto? Non è importanti". 

COSA MANCA - "Credo che abbiamo fatto un ottimo campionato, dopo tanti anni siamo stati 20 giornate in testa alla classifica. Abbiamo una buona base, sono arrivati calciatori che voi criticavate e ora vogliono tutte le più grandi squadre europee. Serve ambientarsi in Italia, abbiamo speso pochi soldi anche se qualcuno scrive cose non vere. Abbiamo una buona base". 

BANEGA - "Non è vero che preferisco calciatori muscolari, metto i calciatori che ho. Banega ha un ruolo indefinito, ama svariare ovunque, parte da seconda punta e poi si muove molto. E' un calciatore più anarchico ma con grande carattere e carisma. Ci sarà utile". 

PROGETTO - "Ho un contratto di un anno. Si parla tanto di progetto ma non esistono realmente perché dovrebbero durare 3-4 anni. Non è semplice tornare a vincere, la Juventus ne è un esempio. Ci vuole tempo, in Italia questa parola l'hanno tutti in bocca ma...". 

OBIETTIVO - "In Italia ci sono tre posti per la Champions invece di quattro e bisognerebbe lottare per questo perché siamo uno dei campionati più importanti. L'obiettivo è fare meglio dello scorso anno, cerchiamo sempre di fare il massimo".

GIOVANI - "Con me hanno debuttati tanti giovani: se sono bravi con me giocano. Non è un problema. Credo che una squadra ha bisogno di calciatori giovani ed esperti". 

PERISIC ED EDER - "Sono contento del loro Europeo. Voi lo avete criticato Perisic, ora lo vogliono tutti. Eder ha fatto bene ma se l'ho preso a dicembre ci sarà un motivo. In allenamento ha sempre dato il massimo". 

ICARDI - "Non ho letto niente, non mi interessa: guardo al campo, Mauro si allena e per me conta questo. Non leggo i giornali, non sento le radio, non guardo la tv se non qualche porno..scherzo...Per me è importante che si impegni e faccia più di 20 gol, poi ognuno fa i propri interessi". 

INCEDIBILI - "Per me i calciatori base sono incedibili, poi cosa pensa la società non lo so, non sono cose a cui posso rispondere io". 




Commenta con Facebook