• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Inter > Calciomercato Inter, ancora Wanda Nara: "La Juventus ha offerto 50 milioni per Icardi"

Calciomercato Inter, ancora Wanda Nara: "La Juventus ha offerto 50 milioni per Icardi"

La moglie e procuratrice del bomber nerazzurro è tornata a parlare


Mauro Icardi ©Getty Images
Alessio Lento

13/07/2016 10:51

CALCIOMERCATO INTER ICARDI JUVENTUS WANDA NARA RINNOVO / MILANO - E' il momento di Wanda Nara. Dopo il tweet di domenica scorsa, la moglie e procuratrice di Mauro Icardi continua a rilasciare dichiarazioni al veleno sull'Inter e sul mancato adeguamento contrattuale, a suo dire promesso dalla dirigenza nerazzurra ma non ancora concesso. Al 'Corriere della Sera', Wanda Nara ha rivelato anche un'importante offerta giunta per suo marito nelle scorse settimane: "La settimana scorsa il direttore sportivo della Juve Paratici si è incontrato con Ausilio e ha chiesto Icardi, offrendo cifre importanti, più di 50 milioni. Poi dicono che non è vero, ma è così, io le bugie non le dico". Parole che scuotono il calciomercato Inter, ma la Nara ribadisce ancora il concetto già espresso nelle scorse interviste: "Mauro vuole restare e anch'io voglio rimanere a Milano. Mi stanno facendo passare per una mercenaria, non lo sono. Devono dire la verità, non dichiarare che Icardi è incedibile se poi parlano con le altre squadre. Ho chiesto il rinnovo perché è una promessa che mi era stata fatta la passata stagione. Mi era stato detto dal direttore sportivo Ausilio e dall'allora direttore generale Fassone che ci saremmo rivisti per adeguare l'ingaggio che non è in linea con il valore di Mauro, né in linea con altri stipendi dello spogliatoio. L'anno scorso mi avevano detto che non c'erano abbastanza risorse e abbiamo accettato le condizioni, però i patti si rispettano. Abbiamo fatto la cessione dei diritti di immagine del 50%, tenuto una base di stipendio o bassa e non c'è clausola rescissoria".

Il direttore sportivo nerazzurro, Piero Ausilio, continua comunque a ribadire l'incedibilità di Icardi, nonostante le molte voci di calciomercato che si sono scatenate dopo le uscite di Wanda Nara. "Mi fanno passare come una procuratrice pazza. Di offerte ce ne sono tante, ma non è il mio mestiere trattare con i club. Parlo solo del contratto di Mauro, quello è il mio ruolo, non fare le trattative. Ma so che Atletico Madrid, Tottenham e Arsenal si sono fatte avanti. Ora ci sono pure Roma e Napoli". In ogni caso, il messaggio che vuole fare passare l'agente dell'argentino è chiaro: "Mauro vuole rimanere perché è innamorato dell'Inter e vorrei non che lo vendessero ma che gli allungassero il contratto di un anno. Restare a Milano è una comodità per i figli e per me, tanto più ora che aspetto un altro bambino. Sono incinta di due mesi, figuratevi se voglio traslocare in un altro posto, spostare la famiglia e quattro figli. Però sia io che Mauro abbiamo grande rispetto per i soldi. Non veniamo da famiglie povere, ma neanche ricche, sappiamo l'importanza e il peso del denaro. Parlerò con la proprietà cinese non appena ne avrò la possibilità. Loro non vogliono cedere Icardi. E' un simbolo, la faccia dell'Inter. È come Pogba per la Juve. Perché non vogliono riconoscergli quel che gli avevano promesso? Le parole valgono più di un contratto. Ci vuole chiarezza e il rispetto per me e per le promesse che gli sono state fatte. I tifosi non sono stupidi e io non sono una pazza che se ne esce con una cosa così, per un capriccio. Se Mauro vale 50-60 milioni allora vale più dello stipendio che ha. Le promesse si onorano". 




Commenta con Facebook