• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Juventus > Juventus, Leali: "Pronto al salto di qualità. Secondo di Buffon? Non ho paura"

Juventus, Leali: "Pronto al salto di qualità. Secondo di Buffon? Non ho paura"

Il giovane portiere ha parlato di quello che potrebbe essere il suo futuro


Nicola Leali ©Getty Images
Luca Incoronato (@_n3ssuno_)

05/07/2016 08:37

CALCIOMERCATO JUVENTUS LEALI / TORINO - Nicola Leali, portiere classe '93 acquistato nel mercato Juventus di quattro anni fa, inizierà a breve il ritiro con i bianconeri. L'edizione odierna di 'Tuttosport' presenta una sua lunga intervista. Calciomercato.it vi offre le parti salienti: "Ho grandi stimoli e motivazioni. Sono maturato e gli ultimi sono stati anni di formazione per me. Quattro anni fa ero il giovane che doveva fare esperienza. Ne devo fare ancora molta ma un po' ne ho messo via. Ho accumulato 150 presenze tra i professionisti, tra serie A e B. Ora credo sia arrivato il momento di una svolta nella mia carriera".

PRESTITI - "E' una decisione che spetta alla società. Mi piacerebbe però arrivare a qualcosa di più definitivo nel mio futuro. Vorrei convincere la Juventus delle mie qualità oppure andare in un altro club. Ho 23 anni e vorrei misurarmi con un progetto importante. Mi sento pronto al salto di qualità".

BUFFON - "Non ho paura di fare il secondo e poi Buffon è una leggenda, un monumento del calcio. Allenarmi con lui, quattro anni fa, è stato un sogno. Da lui ho rubato la 'presenza' in campo, così come la capacità di concentrars in ogni condizione. Infine la sua capacità di prendere decisione. Non ne sbaglia mai una. E' un fratello maggiore. E' attento e fa i complimenti, dando consigli preziosi. A volte ti carica, anche se sei un avversario, quasi giocasse con te".

RITIRO - "Mi piacerebbe conoscere Dani Alves. Non l'ho mai affrontato ed è un mito, un calciatore mondiale".

PJANIC - "Non ho mai subito una sua punizione ma un gol me lo ha già fatto. In televisione le sue punizioni sembrano davvero micidiali".

STADIUM - "In Italia è lo stadio più bello e moderno che ci sia. Entrare in campo è un'emozione particolare. Poi si può giocare in quell'atmosfera così calda e con i tifosi tanto vicini".




Commenta con Facebook