• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Euro 2016 > Calciomercato, da Pogba a Pellè: i protagonisti di Euro 2016 che potrebbero cambiare squadra

Calciomercato, da Pogba a Pellè: i protagonisti di Euro 2016 che potrebbero cambiare squadra

Anche Mustafi, Mario Gomez e De Sciglio pronti a salutare i rispettivi club


Paul Pogba ©Getty Images

01/07/2016 11:13

CALCIOMERCATO POGBA PELLE' PROTAGONISTI EURO 2016 CAMBIANO SQUADRA / PARIGI (Francia) - Parigi è sempre più capitale del calcio e del calciomercato in questi giorni in cui l'Europeo sta mettendo in mostra tanti gioielli che gli osservatori di tutti i club stanno attentamente monitorando. Tra i calciatori in mostra ad Euro 2016 che potrebbero cambiare in maglia spicca sicuramente Paul Pogba, valutato dalla Juventus attorno ai 100 milioni di euro e sempre al centro delle voci che lo vorrebbero come obiettivo prioritario di Real Madrid e Manchester United

Occhi poi sul tedesco Shkodran Mustafi del Valencia: costa circa 20 milioni di euro, in Italia ci pensano Juventus e Napoli per puntellare la difesa. Altrro nome caldo è quello di Graziano Pellè che con le sue due reti in azzurro ha attirato club come Juventus, Lazio ed Everton e si può strappare al Southampton con una decina di milioni, visto il contratto in scadenza nel 2017. Restando in casa Italia, il milanista Mattia De Sciglio ha un tris di pretendenti: Roma, Milan e, soprattutto, Juventus. Per lui serviranno circa 12 milioni. E chiudiamo con Mario Gomez, che sfiderà proprio l'Italia nei quarti di finale dopo essere rientrato alla Fiorentina al termine del prestito al Besiktas: per lui attenzione al ritorno in Turchia, l'ipotesi Cina o una nuova avventura in Germania con Wolfsburg o Bayer Leverkusen.

L.P.




Commenta con Facebook