• Atalanta
  • Bologna
  • Cagliari
  • Chievo
  • Crotone
  • Empoli
  • Fiorentina
  • Genoa
  • Inter
  • Juventus
  • Lazio
  • Milan
  • Napoli
  • Palermo
  • Pescara
  • Roma
  • Sampdoria
  • Sassuolo
  • Torino
  • Udinese
  • Champions league
  • Coppa Italia
  • Europa league
  • Italia
  • Lega PRO
  • Serie A
  • Serie B

Calciomercato > Napoli > Napoli, agente Higuain: "Vedremo se giocherà per Simeone, Guardiola o Conte"

Napoli, agente Higuain: "Vedremo se giocherà per Simeone, Guardiola o Conte"

Il fratello-procuratore del 'Pipita': "Non c'è un progetto per competere con la Juventus"


Gonzalo Higuain ©Getty Images
Silvio Frantellizzi (Twitter: @SilFrantellizzi)

30/06/2016 13:38

CALCIOMERCATO NAPOLI HIGUAIN SIMEONE GUARDIOLA/ NAPOLI - Nicolas Higuain, il fraello e procuratore di Gonzalo Higuain, è intervenuto ai microfoni di 'Radio Marca' per parlare del futuro dell'attaccante del Napoli: "De Laurentiis ha il diritto di pretendere i soldi della clausola così come noi abbiamo il diritto di non rinnovare. Quando lasciammo il Real Madrid nel 2013 a Napoli si parlava di miglioramento delle strutture e di lotta alla Juventus. Il progetto però non è all'altezza di Gonzalo. Napoli gli ha dato molto e viceversa, ma il progetto è al di sotto delle sue aspettative. I giovani vanno bene, ma non per competere con la Juve".

RINNOVO E OFFERTE - "Gonzalo non rinnoverà, ne siamo sicuri. Abbiamo un contratto e lo rispetteremo ma non cambieremo opinione. Offerte arrivate per Higuain? Non stiamo valutando l'idea della cessione, non abbiamo parlato con nessun club".

SIMEONE E L'ATLETICO MADRID - "Se a Higuain piacerebbe giocare per Simeone? Il 'Cholo' è uno dei migliori allenatori del mondo, attualmente Gonzalo è allenato da Sarri che è altrettanto un grande tecnico. Vedremo se in futuro lavorerà con Simeone, Guardiola o Conte. In questo momento potrebbe giocare in quattro o cinque squadre, le grandi di Spagna e Inghilterra, più un club in Francia ed uno in Germania. Solo loro se lo possono permettere".

RETROSCENA - "Dopo una gara con la Lazio subimmo un episodio di violenza in auto ma nessuno della società ci chiamò. Nessuno del club ci contattò per sapere come stavamo. Un altro episodio che non ci fece arrabbiare parecchio fu quando De Laurentiis diede pubblicamente del 'grasso' a  Gonzalo".




Commenta con Facebook